sabato 23 luglio 2016

Recensione "Per dieci minuti" di Chiara Gamberale

Ciao a tutti!
Scusate la mia totale assenza di ieri, ma mi sono totalmente immersa in una lettura che ha preso una buona parte del mio tempo. La mia lettura è "Per dieci minuti" di Chiara Gamberale e l'ho terminata esattamente tre minuti fa ;)
E' il primo libro di questa autrice che leggo, ne avevo sentito parlare benissimo e così, trovatami in una libreria per comprare un libro delle vacanze (non per me) mi sono letteralmente incollatata  a questo libro, dell'edizione economica Feltrinelli di due libri a 9,90 euro. L'ho abbinato a "La ricetta del vero amore" di Nicolas Barreau, che ho già letto ma di cui non vi ho ancora parlato.
E ora bando alle ciance e parliamo della trama del romanzo.





Editore: Feltrinelli
Autore: Chiara Gamberale
Prezzo: 9,90 solo se abbinato ad un altro libro della medesima collezione.

 Dieci minuti al giorno. Tutti i giorni. Per un mese. Dieci minuti per fare una cosa nuova, mai fatta prima. Dieci minuti fuori dai soliti schemi. Per smettere di avere paura. E tornare a vivere. Tutto quello con cui Chiara era abituata a identificare la sua vita non esiste più. Perché, a volte, capita. Capita che il tuo compagno di sempre ti abbandoni. Che tu debba lasciare la casa in cui sei cresciuto. Che il tuo lavoro venga affidato a un altro. Che cosa si fa, allora? Rudolf Steiner non ha dubbi: si gioca. Chiara non ha niente da perdere, e ci prova. Per un mese intero, ogni giorno, per almeno dieci minuti, decide di fare una cosa nuova, mai fatta prima. Lei che è incapace anche solo di avvicinarsi ai fornelli, cucina dei pancake, cammina di spalle per la città, balla l'hip-hop, ascolta i problemi di sua madre, consegna il cellulare a uno sconosciuto. Di dieci minuti in dieci minuti, arriva così ad accogliere realtà che non avrebbe mai immaginato e che la porteranno a scelte sorprendenti. Da cui ricominciare. Chiara Gamberale racconta quanto il cambiamento sia spaventoso, ma necessario. E dimostra come, un minuto per volta, sia possibile tornare a vivere. 


Questo libro è stato il classico coup de foudre, il colpo di fulmine verso il libro nascosto in un angolo che ti attira e che leggi non appena varchi la porta di casa.  L'autrice ha saputo descrivere perfettamente la situazione di disagio provocato dai cambiamenti, il fatto di sentirsi costantemente fuori posto e spesso oppressi dal nostro ego, che ci impedisce di non pensare che al nostro orticello. La storia è stata una bellissima scoperta, il romanzo è stato scorrevole e piacevole. Consigliatissimo!


 

1 commento:

  1. Bellissima l'idea dei dieci minuti. La storia è scorrevole ma toccante e credo che leggerò tutti i libri di questa autrice

    RispondiElimina