domenica 23 ottobre 2016

Recensione "The boy band" di Goldy Moldavsky

Ciao a tutti miei cari lettori! Oggi voglio parlarvi di un libro che ho terminato proprio ieri sera e che ha decisamente deluso le mie aspettative. Si tratta di "The boy band" di Goldy Moldavsky, della De Agostini, che ringrazio per la copia.


Titolo: The boy band. Li amavo da morire
Autore: Goldy Moldavsky
Editore: De Agostini
Prezzo: !4,90 euro



Sinossi

Risultati immagini per the boy band li amavo da morire

  



Hadley ha quindici anni e una vera e propria ossessione per i Ruperts, la boyband del momento. Ecco perché, insieme alle sue tre amiche del cuore, affitta una stanza nello stesso hotel di New York dove alloggerà il gruppo. Spera di poter incontrare almeno per un attimo i suoi idoli. Ma le cose prendono una piega del tutto inaspettata: quando una delle ragazze incontra Rupert P, il membro meno amato della band, ma pur sempre il suo preferito. Incapace di contenere l'entusiasmo, gli si getta al collo con tanto slancio che finisce per tramortirlo. In un attimo, il poveretto si ritrova nella camera delle fan, legato e imbavagliato. Il suo telefonino sequestrato e tutti i suoi segreti nelle mani avide delle quattro amiche. Hadley però si sente in colpa ed è pronta a tutto per liberarlo. Anche a rischiare il carcere o, peggio ancora, a litigare con le amiche. Per chiarirsi le idee lascia la stanza per pochi minuti, pochi minuti soltanto. Ma al suo rientro il cantante è morto. Tutte e tre le amiche si dichiarano innocenti, eppure... Hadley sa che non può più fidarsi di nessuno. Così, in una lunga notte piena di colpi di scena, dovrà prendere la decisione più difficile della sua vita: tradire le amiche e confessare tutto, oppure tradire il grande amore - I Ruperts - e farla franca. 


Recensione
Sinceramente, mi aspettavo di più da questo romanzo, che sicuramente manca di credibilità. Capisco la fervida immaginazione dell'autrice, che apprezzo decisamente, ma questa storia alla fine si è rivelata banale e noiosa,nonostante la trama non del tutto comune. Ho pensato più volte di abbandonare il libro a metà, ma ho voluto arrivare fino alla fine sperando in qualche elemento che cambiasse il mio parere al riguardo. Sicuramente è scorrevole, ma è scritto in modo scontato e non ha suscitato nessun tipo di emozioni in me, nonostante ciò che prometteva. Così mi sono informata un po' tra i vari blog su questo libro, ed ho notato che la stessa impressione ha fatto su altre lettrici come me. Non mi è piaciuto per niente.
 1/5 

Nessun commento:

Posta un commento