giovedì 15 marzo 2018

Recensione a L'amore sa di fragola di Silvia Calandra






Autrice: Silvia Calandra
Editore: ilmiolibro selfpublishing.
Data uscita: 5 ottobre 2017.
Prezzo ebook: 1,99 euro.
N. pagine: 376.
Link per l’acquisto: L'amore sa di fragola




Christine, reduce da un passato tutt'altro che roseo, ha finalmente trovato la sua strada dopo otto anni dal suo arrivo a Manhattan. La sua vita gira intorno ad una cosa sola, il lavoro. Il suo caratteraccio non le ha consentito di stringere troppe amicizie nel corso del tempo... per non parlare degli uomini! Sa di averne un disperato bisogno ma di loro è sempre meglio non fidarsi, mai abbassare la guardia. Di certo Chris non era preparata, in una giornata come le altre, ad imbattersi in Thomas, nuovo stagista alle sue dipendenze, tremendamente sexy e dannatamente disponibile ad esserle amico. Tra piccole bugie, viaggi intercontinentali e baci rubati... riuscirà Chris a trovare il suo nuovo equilibrio?




È con grande piacere che oggi vi parlo di un romanzo self tutto italiano. Avevo già letto le prime pagine di questo lavoro nell’ambito del concorso ilmioesordio indetto proprio dalla piattaforma ilmiolibro.it e sono state sufficienti per suscitare la mia curiosità.
La protagonista de L’amore sa di fragola è Christine, una ragazza quasi trentenne, italiana, ma trasferita nella Grande Mela per fuggire da una brutta esperienza che ha segnato il suo passato e l’ha convinta a chiudersi in se stessa. Lontano da casa Chris riesce a ritrovare un suo equilibrio e una sua indipendenza, con un lavoro che ama, alle dipendenze di un capo che sa apprezzarla, in compagnia di Sarah, un’amica inaspettata, l’unica che è riuscita a vedere oltre la sua scorza dura.
Purtroppo non tutte le ciambelle riescono con il buco e per la nostra Chris c’è un incontro in agguato che sconvolgerà ogni equilibrio abbia creduto di essersi conquistata. L’incontro/scontro è con Thomas, un ragazzo dolce e sexy, il giusto mix esplosivo per infrangere tutte le sue certezze. Thomas viene assunto alle dipendenze della stessa Christine, diventando così il suo più stretto collaboratore. Come resistere all’unico uomo sulla faccia della Terra capace di minare tutte le tue certezze? Come dire di no al suo fascino British, alle sue maniere eleganti, alla sua determinata voglia di starti accanto?
Ma soprattutto, ci si può ancora fidare di un uomo?
Una commedia divertente e ironica che saprà conquistare tutte le amanti del genere, è questo quello che troverete in questo libro. Vi ritroverete a emozionarvi insieme ai protagonisti e a intenerirvi attraverso gli occhi di Sarah, di nonna April (quella che io chiamerei una nonna sprint), di Giulia, la migliore amica italiana di Christine. Viaggerete tra New York, Londra e Firenze. Tra regali misteriosi, battibecchi furiosi, effusioni e baci al peperoncino, non potrete non innamorarvi di questa coppia sui generis.
Una lettura estremamente piacevole, dai toni allegri e con dialoghi a volte spassosi.
Unica nota a margine: i refusi. Per esperienza so bene quanto sia difficile, per chi scrive, vederli anche nelle riletture, ma da lettrice so altrettanto bene quanto possano a volte infastidire e rendere difficoltosa la lettura. Dato il valore del romanzo, invito Silvia a riguardarlo, in modo da renderlo ancora più gradevole a quanti (e spero che sarete in tanti) avranno il piacere di leggerlo.
In bocca al lupo a Silvia e buona lettura a tutti voi.



Nessun commento:

Posta un commento