venerdì 18 maggio 2018

Review Party "L'amore non esiste" di Serena Arcangioli



Titolo: L'amore non esiste

Autore: Serena Arcangioli

Editore: Ultra Novel

Prezzo cartaceo: 16,90 euro
Dylan Prince è uno studente newyorkese che vive per un unico sogno: sfondare come regista nel mondo cinematografico.
 La sua vita è piena di amicizie superficiali e piaceri effimeri, si accontenta di storie senza stimoli e non riesce mai ad andare a fondo nelle emozioni.
 Il padre, per punire la sua sregolatezza, lo spedisce a fare volontariato in Canada da un amico che dirige un centro di recupero per malati cronici. 
È lì che incontra Iris Sanders, una ragazza in lotta dalla nascita contro la fibrosi cistica. 
Iris sembra essere il suo esatto opposto. 
È timida, sensibile, non si è mai allontanata dal Paese e trascorre i suoi giorni tra la terapia e un lavoro come cameriera in un locale della zona. 
Una sera, Dylan la vede piangere, la consola e le propone un patto: un mese di tempo per farla innamorare del cinema.
 L'unica condizione che le richiede è quella di non vederla più versare una lacrima. 
Iris è d'accordo, ma anche lei ha una sua condizione: Dylan in questo mese non dovrà innamorarsi di lei. 
Il ragazzo accetta, convinto che niente e nessuno smuoverà la sua posizione nei confronti dell'amore.

Buongiorno a tutti, oggi voglio parlarvi di un libro molto particolare, a cui tengo tantissimo. Il libro in questione è L'amore non esiste di Serena Arcangioli.
Questo libro parla di Dylan, un ragazzo di venti anni, che dopo aver avuto un incidente con due suoi amici mentre erano ubriachi, per punizione viene mandato da suo padre in Canada da un suo amico.
L'amico di suo padre è un medico e ha un centro dove cura persone affette da malattie croniche, dai più grandi ai più piccoli. Dylan quindi è costretto a passare la sua estate a fare volontariato.
Ed è qui che conosce Iris Sanders, una ragazza di soli diciannove anni, che lotta ogni giorno contro una malattia che può strapparle la vita in un baleno.
Iris ha la fibrosi cistica.
Per chi non lo sapesse, la  fibrosi cistica è la più comune fra le malattie genetiche gravi.
 È una malattia presente dalla nascita in quanto dovuta a un’alterazione genetica. 
La fibrosi cistica altera le secrezioni di molti organi che, risultando più dense, disidratate e poco fluide, contribuiscono al loro danneggiamento.
 A subire la maggiore compromissione sono i bronchi e i polmoni: al loro interno il muco tende a ristagnare, generando infezione e infiammazione ingravescenti. Queste, nel tempo, tendono a portare all’insufficienza respiratoria.
Oltre che respiratori, i sintomi sono a carico del pancreas, che non svolge l’azione normale di riversare nell’intestino gli enzimi: ne deriva un difetto di digestione dei cibi, diarrea, malassorbimento, ritardo di crescita nel bambino e scadente stato nutrizionale nell’adulto. Il progredire del danno pancreatico porta spesso con l’età a una forma di diabete.

Dopo questa piccola informazione, continuiamo a parlare del libro.
Iris così conosce Dylan Prince e lo paragona ad un principe, non solo per via del suo cognome.
Lei rimane colpita da Dylan, e anche lui da lei,anche se non lo ammette subito.




Dylan è il solito ragazzo che pensa che l'amore non esiste, che sia una sciocchezza. Ma più passano i giorni, più si affeziona ad Iris e decidono di fare un patto.
Il sogno di Dylan è quello di diventare un regista, e appena scopre che Iris non ha un televisore e che non ha mai visto dei film, decide di farla innamorare del cinema. Iris vuole passare più tempo con Dylan, perchè pian piano sa che si sta innamorando di lui, ma non vuole che succeda lo stesso a Dylan, perchè non vuole che soffra, nella brutta ipotesi che lei morisse.
 Quindi si fa promettere che Dylan non deve assolutamente innamorarsi di lei.
Capitolo per capitolo ci innamoriamo sempre di più di Dylan che dona ad Iris ogni giorno dei film stupendi, tutti con una storia d'amore in sottofondo.
Ci immergiamo da Le pagine della nostra vita a Twilight, a Pearl Harbor, a Ti presento Joe Black, a Pretty Woman e molti altri. Insomma i classici del cinema che tutti noi almeno una volta nella vita abbiamo visto.
E Dylan fa vivere in prima persona ad Iris una scena di ogni film che le fa vedere.


Dylan rimane colpito dalla forza di Iris nel lottare contro la sua malattia, e la stima tantissimo.
Come vi ho detto prima, Iris chiama Dylan principe perchè come un principe è arrivato nella sua vita per farle passare dei mesi stupendi.
 Per Dylan, Iris, è la sua guerriera, perchè è una ragazza forte.
Iris continua a vivere dei pezzi di film con Dylan e questo la fa sentire viva nonostante i suoi problemi di salute.



Ma non tutto va per il meglio, soprattutto quando arriva una persona che fa parte della vita di Dylan e quando Steve, il migliore amico di Iris e figlio del dottore, nonchè anche lui malato di fibrosi cistica, si mette in mezzo. 
Iris si sente distrutta, e Dylan non sopporta di poter perdere l'unica cosa bella della sua vita.
Quindi fa di tutto per farsi perdonare. 



Iris  alterna miglioramenti  e non alla sua malattia, e arriva una notizia che la lascia sconvolta. Ma  non vi dico nulla di più, dovete leggere questo romanzo assolutamente.
Ammetto che non è per tutti, ma voi dovete comunque leggerlo, nonostante le lacrime che vi scenderanno fin da subito.
Purtroppo spesso non facciamo caso a quanto siamo fortunati nell'avere una vita senza malattie da combattere, ma ci basiamo solo sulle sciocchezze, sulle piccole cose.
Questo libro è una lezione di vita, di vita vera, e ti fa capire tante cose. 
Serena è una mia grande amica e ha fatto un  ottimo lavoro su questa storia.
Ora spero di avervi convinte e che leggerete la storia di Dylan e della sua guerriera. 


1 commento:

  1. Grazie per la bellissima recensione. Sei riuscita a descrivere la storia con parole magiche, individuandone il senso più profondo. In bocca al lupo per questo blog. Sei una grande!
    Serena

    RispondiElimina