martedì 19 giugno 2018

Recensione in anteprima "Ti lascerò andare" di Claire Norton

 Evan Kester ha tutto ciò che può desiderare: è un ricco chirurgo, vive in Florida, è un uomo attraente e di successo. Ma da venticinque anni le sue notti sono tormentate dallo stesso incubo: la terribile immagine dell’uomo che rapì sua sorella Kelsie davanti ai suoi occhi, lasciandolo pietrificato dallo shock e dalla paura. Un giorno, nel parco dell’ospedale in cui lavora, viene avvicinato da un bambino sconosciuto che insiste per parlargli: sa per certo che Kelsie è ancora viva, e che si trova in pericolo. Lo aiuterà a trovarla, ma a una condizione… Inizia così per Evan un’avventura ai confini dell’ignoto, una caccia contro il tempo alla scoperta di verità sepolte da anni, che faranno vacillare il suo mondo e che condurranno il suo destino a intrecciarsi con quello di altri uomini e di altre donne: una moglie distrutta per il tradimento del marito, una madre che ha perduto quasi tutto, un giovane in lotta per la sopravvivenza. Un romanzo in bilico sul filo sottile tra la vita e la morte, l’amicizia e l’amore, alla ricerca di una nuova speranza e di una seconda possibilità.



Ti lascerò andare è un libro emozionante e travolgente, frutto della magica penna di Claire Norton.

Si tratta di storie apparentemente differenti: storie di dolore e di sofferenza, che ognuno di loro affronta in modo differente.

Evan è lacerato nel profondo dell'anima dalla scomparsa della sorella, Kelsie, durante una passeggiata quando erano molto piccoli.
Ora è un medico di successo, ma un cerotto sulla sua ferita non ha posto fine a quel dolore.
Sulla sua strada si metterà un personaggio strano, che gli farà mettere in dubbio tutte le sue credenze, ma che lo condurrà ad un passo da sua sorella.

Susan perde tutto ciò che aveva durante un incidente stradale, che strappa bruscamente la vita ai due figli e al marito, mentre porta il terzo in un tunnel.
Con la speranza che si risvegli dal coma, si lega alla Bibbia come fosse la sua unica speranza.

Angie scopre il tradimento del marito e tenta il suicidio. Finita in ospedale, incontra Susan e il suo piccolo Nathan. Per i due è un segno del destino, e si legano come unite dal dolore.
Queste storie si intrecciano tra loro senza che i personaggi se ne accorgano.

Lo stile della Norton rispecchia il carattere dei personaggi: folle per Angie, ossessionata dai suoi tentativi vani di avere figli; ricercato per Evan; semplice per Susan.
Casper è il Benjamin Button, l'adulto racchiuso nel corpo del bambino, dalla visione illuministica, oppresso dal suo stesso corpo.
Ho amato di Claire Norton la caratterizzazione dei personaggi, la differenziazione tra gli stili da usare, la non difficoltà a gestire le storie.


Un romanzo incredibile, che vi trascinerá in un vortice di emozioni e non vi lascerà fino alla fine. Non riuscirete a lasciare andare questo libro fino all'ultima pagina. 


Nessun commento:

Posta un commento