giovedì 14 giugno 2018

Recensione "L'amante innocente" di Elle Croft


L'amante imperfetta è il nuovo, indimenticabile thriller psicologico dell'anno firmato Longanesi.


Bethany Reston vive a Londra ed è felicemente sposata. O così crede… Perché quando un celebre milionario la incarica di realizzare un reportage fotografico sul set del suo nuovo reality, Bethany scopre un mondo nuovo, fatto di emozioni che credeva sopite. Tutto avviene nella massima segretezza, perché nessuno – nemmeno la sua migliore amica, Alex – può sapere: Bethany cede alle lusinghe e al gioco di seduzione del suo nuovo datore di lavoro. Ma è in quel momento che accade l’impensabile. Quando il suo amante viene ritrovato privo di vita poco dopo uno dei loro incontri sfociato in un litigio, per Bethany inizia l’incubo. Lei è stata l’ultima a vederlo vivo, ma non può testimoniare perché deve proteggere il proprio matrimonio. E comunque, nessuno sa di loro… O forse qualcuno invece sa. E la minaccia. In modo sempre più grave, diretto, fino a che, al culmine dell’orrore, un giorno tornando a casa Bethany trova in cucina un coltello sporco di sangue. L’arma del delitto. Per proteggere il suo segreto, e la sua stessa vita, Bethany si dice che deve soltanto lasciar passare la tempesta. Ma la tempesta è appena iniziata, la polizia ormai è sulle sue tracce e, senza nessuno cui rivolgersi, Bethany capisce di avere soltanto una strada davanti a sé. Per provare la propria innocenza, deve essere lei a svelare l’identità del vero assassino. 


Protagonista è Bethany, una giovane fotografa che commette il grave errore di innamorarsi di un suo cliente, ma non uno qualunque. Lui è Calum, un miliardario che sta girando un reality e il compito di Bethany è seguirlo per un reportage fotografico.

Tra loro c'è una chimica incredibile, nonostante entrambi siano sposati con altre persone.

La situazione, però, si capovolge quando avviene un omicidio del tutto inaspettato: Calum, il miliardario, uomo di buon cuore, viene assassinato. Le telecamere di sicurezza riprendono una donna con un cappello inconfondibile: Bethany.

Questo è l'inizio del suo incubo. La stampa scopre della loro relazione clandestina e lei è sospettata e poi accusata dell'omicidio dell'uomo che amava. Nonostante lei si dichiari innocente, tutte le prove la contraddicono.


Elle Croft mi ha trascinato nelle vicende di Bethany con un libro che si divora in meno di 24 ore.

Un esordio avvincente, una storia di passione, crudeltà e sadismo, dal finale totalmente inaspettato.

Personaggi ben definiti, un linguaggio secco e molto chiaro, senza giri di parole e pragmatico rendono L'amante innocente un ottimo candidato per diventare il thriller più avvincente dell'anno.

Il suo linguaggio è scorrevole e semplice e mi sono ritrovata ad aver finito il libro senza accorgermene, come se 300 pagine fossero volate tanto la storia mi ha appassionato.


Vi straconsiglio di leggerlo, perché non potete perdervelo.

Nessun commento:

Posta un commento