mercoledì 20 febbraio 2019

Recensione "Never. Non amarmi" di Laura Kneid




Ciao a tutti! 
In previsione dell’uscita di “non perdermi”, secondo libro della serie Never di Laura Kneidl, ho recuperato la lettura del primo romanzo “non amarmi”. 
La serie, pubblicata da Sperling e Kupfer, è composta da due libri, che raccontano entrambi la storia di Sage, ragazza che si rifugia al college per scappare da una situazione insostenibile, e Luca, ragazzo misterioso e tatuato...


martedì 19 febbraio 2019

Recensione "Respect" di Jay Crownover


C’era una volta la bellissima principessa Karsen. La sua, però, non è una favola come le altre. Karsen viveva in un regno di malvagità e corruzione, ma al riparo dagli orrori del mondo. Ignara della sofferenza, la principessa era innamorata della città che bruciava intorno a lei, ne amava gli angoli oscuri, le ombre spaventose. Fu così che consegnò il suo cuore nelle mani di un uomo pericoloso e violento, sorda ai suoi avvertimenti: lui diceva di non meritarla, ma lei non voleva credergli. Nonostante la sua indole brutale, quando erano insieme lui si dimostrava attento e premuroso. Karsen doveva sapere che l’oscurità avrebbe inghiottito la città e l’uomo che amava, ma il dolore per il suo tradimento fu tale che si trovò costretta a fuggire, con il cuore spezzato. Gettò via la corona sperando di riuscire a dimenticare e lasciarsi tutto alle spalle. Ma nel regno oscuro di questa favola, la famiglia è tutto. E Karsen non ha altra scelta se non tornare indietro. Ora, però, non è più un’ ingenua principessa…


Karsen e Booker sono gli ultimi protagonisti della serie The point.
Lei è la piccola Karsen, giovane sorella  di Brysen, cresciuta in un castello creato solo per proteggerla dalla città e da tutto ciò che è fuori dalle sue mura.
Al di fuori, però, c'è lui, Booker, il suo bodyguard.
Nessuno riesce ad andare oltre all'apparenza rude e spietata che lui ha, da quella corazza che la vita gli ha dato, tranne Karsen.
Nonostante l'aria apparentemente fragile riuscirà ad abbattere quel muro di dolore che Booker si è creato?

Questa storia chiude la serie The point e credo sia stato giusto dare spazio anche a questo personaggio. Lui è comparso in tutte le altre storie di questa serie, facendo trapelare un animo positivo nonostante tutta l'illegalità che circonda la loro vita, in un posto che si può ritrovare in ogni periferia del mondo.

Nonostante io sia molto legata a tutte le storie di Jay Crownover questa non è stata la mia preferita perché non mi ha particolarmente legata. L'ho trovata un po' scontata, senza particolari colpi di scena che potessero attirare l'attenzione del lettore, tenendolo incollato sino all'ultima pagina.
Ciò che è certo, però, è che Jay si riconosce subito in ogni sua pagina, perché sa creare la luce in luoghi apparentemente tenebrosi, proiettando il lettore in un mondo lontano.


Spero che arrivi presto la prossima serie e che possa tornare a conquistare il mio cuore. 

sabato 16 febbraio 2019

Cover Reveal "The KingDom" di Silvia Carbone & Michela Marrucci

Quante di voi hanno aspettato questo momento dopo aver letto The Pleausure ed essersi innamorate del caro cugino del protagonista? Nessun problema, presto arriverà la sua storia!



venerdì 15 febbraio 2019

Review Party "Dolce tentazione" di K.C. Lynn



Titolo: Dolce tentazione

Autore: K.C. Lynn

Editore: Quixote Edizioni

Prezzo ebook: 4,99 euro

Prezzo cartaceo: ???

Serie: Men of honor #2

Data d'uscita: 14 Febbraio 2019



La diciassettenne Grace Morgan è sopravvissuta a quello che è stato il giorno peggiore della sua vita.

Tre anni più tardi, si trova nella bella cittadina di Sunset Bay, situata nel cuore del Sud Carolina, un posto perfetto per ricominciare. 

È lì che incontra le amiche migliori che potrebbe avere, e un sexy e arrogante ex Navy Seal che le fa saltare un battito del cuore con un solo sguardo. 
Proprio quando le cose sembrano migliorare, il giorno peggiore della sua vita ritorna a tormentarla con la vendetta, rovinando la pace che aveva finalmente trovato.

Sawyer Evans ama le donne proprio quanto loro amano lui. 


La sua filosofia è sempre stata: più sono, meglio è, senza alcun legame emotivo.
 Ma tutto cambia il giorno in cui incontra una giovane pasticciera dagli occhi ambrati. L'unica ragazza che non è influenzata dal suo aspetto attraente e dal suo fascino, o almeno così crede.

Quando la vita di Grace si trova in pericolo, non solo la proteggerà, ma le dimostrerà anche che il suo cuore è più grande del suo ego.

Buon pomeriggio a tutti, oggi il blog partecipa alla seconda giornata del Review Party dedicato a Dolce tentazione di K.C. Lynn.
Uscito ieri per San Valentino, Dolce tentazione è il secondo volume della trilogia Men of Honor di questa bravissima autrice oltreoceano. 
Sicuramente se conoscete il nome dell'autrice, avrete letto la storia di Julia e di Jaxson, amici dall'infanzia, in Irresistibile tentazione, e quindi conoscerete il carissimo Sawyer, amico di Jaxson e militare come lui.
Sawyer già nella pagine del primo libro si è mostrato un ragazzo fantastico, bellissimo e con un ego smisurato.
E nel suo romanzo ne vedrete delle belle.
La protagonista femminile è  Grace, una cameriera in un ristorante, che scappa dal suo passato.
Lei pensava che in questa nuova città sarebbe stata al sicuro, ma prima o poi bisogna affrontare i propri demoni per vivere bene.
Sawyer è attratto fin da subito dalla piccola Grace, e cerca ogni scusa possibile per essere a contatto con lei.
Grace è una ragazza sulle sue, quello che ha vissuto l'ha segnata, ma cerca di essere serena. 
Ciò che le piace più al mondo è fare torte. E stare in compagnia di Sawyer, ma ancora non lo sa!
Lei sfoga le sue emozioni, a qualsiasi ora, realizzando torte buonissime. Ed è in parte il motivo per cui Sawyer la chiama sempre Cupcake.



Sawyer e Grace entrano subito in connessione. I due personaggi sono ben strutturati e si incastrano perfettamente, come due tasselli di un puzzle.
K.C. Lynn mi ha emozionata con questa storia. A partire dalla dedica a sua mamma. 
La storia di Grace, quello che ha vissuto. La vita di Sawyer prima e dopo l'esercito. 
Il modo in cui i due si completano sin da subito, anche senza saperlo.
Il modo in cui da semplice attrazione, entrambi provino sentimenti più profondi.
Ho amato il modo in cui K.C. Lynn abbia introdotto la coppia del libro precedente e quella del libro successivo, il tormentato Cade, senza togliere l'attenzione dai veri protagonisti.
Questa scrittrice ha uno stile fluido, la narrazione non è pesante grazie ai doppi pov. Le scene romantiche e intime non sono mai volgari, e l'ego smisurato di Sawyer fa divertire il lettore.
Ho amato lo stile usato nell'impaginazione dell'ebook  con quel viola che richiama il titolo in copertina.
Della traduzione non ho nulla da dire, sappiamo perfettamente che la Quixote tratta tutto perfettamente nei minimi dettagli.
Non mi dilungo oltre, non voglio immergermi troppo e farvi qualche spoiler indesiderato, ma se dovessi usare una parola per descrivere questo romanzo userei indimenticabile.






giovedì 14 febbraio 2019

RECENSIONE “SYMPHONY, LE NOTE DEL CUORE” DI MARTINA BATTISTELLI

Salve a tutte care lettrici,
era da tempo immemore ormai che non recensivo un libro, quindi vi prego infinitamente di perdonarmi, qualora notaste che ho perso un po’ di smalto.
Sono lieta, comunque, di aver ricominciato proprio con questo romanzo di Martina Battistelli. Primo, perché Martina la conosco personalmente ed ero curiosissima di leggere, finalmente, qualcosa di suo; secondo, perché sono rimasta piacevolmente colpita da questo romance, genere in cui, tra l’altro, è la prima volta che lei si cimenta.


Roxanne Clifton, barista senza un soldo: la musica è il sogno che insegue suonando per i turisti nelle pause pranzo.
Lucas Lloyd Butler, ex-leader della più grande rock band inglese: la musica è il passato con cui ha tagliato i ponti per sempre.
Un’esibizione a South Bank li fa incontrare. La voce melodiosa di Roxie apre una breccia nel cuore oppresso dai sensi di colpa di Lucas, iniziando a svelare ciò che si cela dietro i suoi occhi di ghiaccio. Lucas è affascinato dal talento di Roxie e dalla sua testardaggine, ma non può cedere ai propri sentimenti. Non è un’opzione. Semplicemente… non può. Ma non riesce a starle lontano, così scrive un musical per lei. Starle accanto non è una buona idea, i demoni del passato non attendono altro per poter tornare a reclamare il loro prezzo.
E se fosse tutto un gigantesco errore? Può la musica guarire le vecchie ferite? Si può davvero cedere alle note del cuore?



Devo ammettere, però, che, proprio conoscendo l’autrice, all’inizio ero un po’ titubante, e non perché nutrissi in qualche modo dubbi sul fatto che Martina scrivesse bene, invero di ciò ero più che certa, piuttosto perché Martina è una splendida giovane donna estremamente disincantata – cosa che io ritengo assolutamente un pregio, sia beninteso -, dote, questa, che, sbagliando di grosso, non credevo compatibile col “personaggio” della scrittrice di romance. Un pensiero, quest’ultimo, del tutto errato e che denotava anche una certa chiusura mentale da parte mia e, probabilmente, derivante dalla mia personale esperienza di “sfigata cosmica”, che ha iniziato a scrivere per sopperire allo sfacelo sentimentale di cui ero - attualmente non è cambiato molto – vittima.
La storia tra Roxie e Lucas, i due protagonisti, invece è stata capace di conquistarmi, pagina dopo pagina. Ho amato immensamente lo stile fresco e, allo stesso tempo, impeccabile con cui Martina ha raccontato di loro. Ho apprezzato oltremodo la generosità con la quale ha deciso di mettere a disposizione del lettore tutta la passione che coltiva, da sempre, per la musica, utilizzandola come filo conduttore del romanzo, e anche il fatto che abbia usato la sua immensa conoscenza a riguardo per impreziosirlo con delle citazioni, che non esiterei a definire “chicche”.
Symphony, le Note del Cuore non è un romance nella sua accezione più comune. Io lo definirei più un romanzo di “ri-formazione”, in cui non è l’amore a farla da padrone, non perlomeno quell’amore che siamo abituate a leggere fra le pagine dei nostri romanzi del cuore, ma piuttosto un sentimento di riscatto nei confronti della vita, che accumuna entrambi i protagonisti, all’interno di un intreccio narrativo sviluppato in maniera eccelsa, dove scene più “impegnate” si alternano ad altre intrise di un’ironia disarmante, che rendono la lettura estremamente scorrevole.
In definitiva ho trovato Symphony, le Note del Cuore un romanzo delizioso.
Lo consiglio vivamente e gli assegno ben 5 stelline.
P.S.: da lodare la cura dei dettagli di Martina, soprattutto se paragonata al pressapochismo di molte autrici.





Per leggere anche la recensione della nostra Angie, cliccate qui

martedì 12 febbraio 2019

Review Party "L'ultima notte" di Samantha Towle



Buongiorno! Oggi il blog partecipa al review party dell’ultimo libro di Samantha Towle, un grandissimo ritorno di un’autrice famosissima e molto prolifica, avendo già pubblicato, sempre con Newton Compton, la trilogia The Storm e due romanzi stand-alone Nonostante tutto ti amo ancoraa e Troppe volte vorrei dirti no.
Il libro di cui vi parlo oggi è L'ultima notte e fa parte della serie Revved, composta per ora da due romanzi autoconclusivi.
Entrambi i romanzi hanno come protagonisti dei piloti di Formula 1! Andiamo a vedere cosa ci riservano questi piloti e il mondo dei circuiti...

lunedì 11 febbraio 2019

Review Party Symphony, le Note del cuore di Martina Battistelli


Buongiorno a tutti bookaddicted. Oggi il blog è lietissimo di partecipare al Review Party dedicato al nuovissimo romance di Martina Battistelli, una storia di amore e musica che non potrà non conquistarvi. Pronti? Via!





Titolo:
Symphony, le Note del Cuore
Author: Martina Battistelli
Genere: Romance contemporaneo musicale
Prezzo: 1,59€ (ebook), 12€ (cartaceo)
Data d'uscita: 14 febbraio
Link di prenotazione/ acquistoSymphony, le Note del cuore




Roxanne Clifton, barista senza un soldo: la musica è il sogno che insegue suonando per i turisti nelle pause pranzo.

Lucas Lloyd Butler, ex-leader della più grande rock band inglese: la musica è il passato con cui ha tagliato i ponti per sempre.
Un’esibizione a South Bank li fa incontrare. La voce melodiosa di Roxie apre una breccia nel cuore oppresso dai sensi di colpa di Lucas, iniziando a svelare ciò che si cela dietro i suoi occhi di ghiaccio. Lucas è affascinato dal talento di Roxie e dalla sua testardaggine, ma non può cedere ai propri sentimenti. Non è un’opzione. Semplicemente… non può. Ma non riesce a starle lontano, così scrive un musical per lei. Starle accanto non è una buona idea, i demoni del passato non attendono altro per poter tornare a reclamare il loro prezzo.
E se fosse tutto un gigantesco errore? Può la musica guarire le vecchie ferite? Si può davvero cedere alle note del cuore?

“Ora credo nel destino. Ogni scelta che dobbiamo fare è destinata a creare infinite possibilità, che si annullano nel momento in cui decidiamo quale azione intraprendere. Tutto ciò che è accaduto finora è accaduto per uno scopo. Il mio destino è la musica, quello di Roxie il teatro, e il nostro è ancora da definire.”


PROMOZIONE IN CORSO
Chi dimostra di aver prenotato l'eBook di Symphony, le Note del Cuore avrà in regalo l'eBook di Oblivium (il primo romanzo della mia saga Urban Fantasy). Se avete già Oblivium basta dirlo e riceverete Vesper (Oblivium 2) al suo posto.
Tutto ciò che dovete fare è:
·        mandare una e-mail all'indirizzo martinabattistelli@live.it allegando la foto/lo screenshot della conferma di avvenuto ordine
·        specificare in quale file volete avere Oblivium o Vesper (ePub, mobi, PDF)
·        scrivere nell'oggetto dell'e-mail "PROMOZIONE SYMPHONY"


Roxie è una ragazza semplice, con un passato doloroso e un sogno grande. Nonostante le difficoltà che la vita le pone davanti, non ha abbandonato la speranza, tiene duro per riuscire a mantenere viva la fiammella di una candela tempestata dal vento.
“Non posso smette di suonare. È l’unica cosa che so fare e che mi fa sentire ancora vicina a loro. Smettere significherebbe che sono davvero morti per sempre, e non sono ancora pronta ad accettarlo. Perché loro sono ancora vivi, in fondo. Sono nella musica che suono, nelle melodie che canto, in tutto ciò che mi hanno insegnato e che io ho voluto continuare a coltivare”.

Lucas è un uomo chiuso, i rimpianti hanno oscurato il suo cuore, anni e anni di punizione auto inflitta, alla ricerca di una remissione dei peccati che lui per primo non è disposto a concedersi lo hanno allontanato dalla luce della sua vita: la musica.
Due esseri distanti, quasi incompatibili, eppure uno il lenimento dell’altro.

“Dopo quella notte ho smesso di essere libero, ho smesso di credere e sperare. Ma conosco una persona che lo fa ancora. O meglio, spero di conoscerla un giorno. Per ora la osservo e basta”.

Infatti è proprio ascoltare Roxie che si aggrappa al suo ossigeno a South Bank che riaccende la scintilla in Lucas. La passione di lei diventa la linfa di lui, difficile per Lucas rimanerle lontano. Ed ecco che l’appuntamento di mezzogiorno con la voce ci Roxie diventa un impegno imprescindibile, immancabile.

“Lei è la mia nuova luce piena di speranza, la ragione per cui sto ricominciando a credere”.

Ma quando il solo guardarla da lontano non basta più, le cose cambiano. Essere amici non è un’opzione, l’attrazione si sente e non si può ignorare, eppure il peso del passato torna ad affogare il cuore. Tornare a galla sarà possibile?

“Lancio un’occhiata al suo volto e noto immediatamente una differenza rispetto a prima. La sua espressione è diversa, non più rilassata e allegra, ma rassegnata e priva di quella luce di cui ho infinito bisogno”.

Symphony, le Note del cuore, è il primo romance di quest’autrice, una prima volta decisamente riuscita. La storia è ironica, fresca, ricca di sentimento. Lucas e Roxie sono due anime affini eppure diversissime, l’incastro che ne risulta è perfetto. È stato intenso leggere come le esperienze rispettive siano state messe al servizio l’una dell’altra



Roxie ridona la speranza a Lucas, lo sprona a riprendere le redini della sua vita, a tornare a cantare, Lucas sostiene Roxie, la invoglia a non lasciare che il tempo le scorra tra le dita, le regala ciò di cui lei ha bisogno per realizzare il suo sogno. Loro sono i protagonisti indiscussi del libro, con lo sfondo onnipresente della musica che li accomuna e li accompagna. In questo romance, infatti, la musica non è solo un accenno, ma una vera e proprio colonna sonora che accompagna tutta la narrazione. Tra gli innumerevoli camei dei gruppi più amati della storia musicale mondiale, il mondo della discografia, con i suoi problemi e i suoi compromessi, i concerti da tutto esaurito nei quali pare di essere catapultati come per incanto, Symphony vi assorbirà dentro il vortice di questa passione che, a quanto pare, non accomuna solo i personaggi di questo libro, ma anche l’autrice.


Ma non ci sono solo Roxie e Lucas. Anche i personaggi secondari sono ben delineati e caratterizzati, hanno un loro ruolo e una loro importanza all’interno della narrazione.
La migliore amica di Roxie, Kady, è l’alleata perfetta, con i suoi modi spicci e decisi è la prima a spingere Roxie a guardarsi dentro, a capire cosa desidera veramente. A volte severa, a volte dolce, sembra conoscere sempre la chiave giusta per aprire la porta del cuore dell’amica.
La band di Lucas è esilarante, una compagnia così la vorrei anch’io e spero che Martina non li faccia morire così, perché avrei voglia di scoprire come l’amore potrebbe cambiare dei latin lover consumati come qualcuno di loro (non faccio nomi, ma Allen 😉 e Doug… vogliamo sapere qualcosa di più anche di loro).
Nota di merito va anche al gatto, Gav, persino lui ha un suo perché, per cui non avrebbe potuto essere altrimenti.
Insomma, lo stile di Martina sembra fatto apposta per raccontare queste storie, è preciso, leggero, ironico, allegro, emozionante, i dialoghi sono intensi, le battute divertenti.

Una storia che non può non fare breccia nei vostri cuori, emozionarvi e farvi sorridere, con un messaggio che personalmente ho apprezzato molto, perché a volte abbiamo bisogno di sentirci ricordare che anche quando ci sembra che la nostra vita deragli, che non riusciremo mai a realizzare i nostri sogni, questi non ci abbandonano e una strada c’è sempre. Dobbiamo solo avere il coraggio di intraprenderla.

Consigliatissimo a chiunque ami la musica e le storie che sanno emozionare.
Buone letture a tutti e, se vi va, andate a sbirciare le recensioni degli altri blog che hanno partecipato al review party, li trovate tutti nel banner qui sotto.


Recensione "Solo il tuo profumo" di A.I. Cudil




Titolo: Solo il tuo profumo

Autore: A.I. Cudil

Editore: Self Publishing

Prezzo ebook: 2,99 euro

Prezzo cartaceo: 11,44 euro

Serie: Six Senses #4




Vivere di soli espedienti, raggiungere una certa stabilità e respirare a poco a poco, guardando un orizzonte fatto di speranze.
 Questa è la vita di Sylvie, ciò che la muove, ciò che la anima. 
Perché il suo passato è troppo complicato e il peso che porta nel cuore a stento riesce a farla respirare. 
Philippe, d’altronde, è il fratello che lei stessa ha condannato a un letto d’ospedale. 
Come uscire da questa impasse emotiva?
 Eppure, quando Damian irrompe nella sua vita, unendosi alla squadra del Six Senses, a Sylvie sembra quasi di rinascere. 
Il loro amore cresce in un lampo, puro e sincero, e nonostante il lavoro di entrambi rappresenti un ostacolo quasi insormontabile, la loro attrazione appare sempre più forte. Ma quando i desideri di Damian per il proprio futuro iniziano a prendere il sopravvento, per Sylvie è ora di svegliarsi dall’incanto. 
Il Six Senses riapre le porte, e questa volta per trasportarvi in una storia tormentata, potente.
 Perché non tutte le storie d’amore iniziano nel momento perfetto per viverle, alcune hanno bisogno del giusto mix di essenze per creare un profumo indimenticabile.


Ciao a tutti! Sono ancora qui... e stavolta per parlarvi di un romanzo di un genere molto diverso da quelli che leggo di solito. 
Ho iniziato questa serie per pura curiosità, senza avere grandi aspettative, in un momento in cui mi approcciavo al genere romance e cercavo ancora di capire quale fosse il “mio”, quali fossero quei romanzi e quei generi in grado di farmi palpitare il cuore. 
Nonostante tutti i miei dubbi iniziali il Six senses mi è entrato subito nel cuore e anche quest’ultimo “senso” mi ha ammaliata. Ebbene sì, torna Antonia I. Cudil con i nostri ragazzi della serie Six senses, che prende il nome dal luogo in cui è ambientata la serie e dove i protagonisti lavorano. In particolare, oggi andiamo finalmente a conoscere in “solo il tuo profumo” Sylvie e Damian, che fin dal primo libro ci avevano incuriosito.
 Questa volta l’autrice ha scelto di tornare a pubblicare in self, mentre i libri precedenti sono editi da Giunti editore. 

La serie è composta da: 
1- Solo il tuo sapore 
1.5- Solo un assaggio
 2- Solo la tua voce 
2.5- Solo un sussurro 
3- Solo la tua carezza
 3.5- Solo un piacere 
4- Solo il tuo profumo
 5- Solo il tuo sguardo (in fase di stesura) 

Più un romanzo spin off, essendo collegati i protagonisti con quelli del six senses ma ambientata in un’altra città: aspettavo solo te. 
Ciò che, come sempre, mi ha colpito di quest’autrice è l’eleganza mista alla sensualità delle sue ambientazioni e dei suoi personaggi, che non scade mai in mera volgarità, nonché la cura e l’attenzione per i dettagli, per le descrizioni, per la caratterizzazione dei personaggi, tutti diversi tra loro ma estremamente coerenti, credibili e fedeli a loro stessi.
 Sylvie la vediamo dall’inizio di questa serie e a me è sempre parso un personaggio un po’ ambiguo, non ero proprio sicura che mi stesse simpatica o mi piacesse.
 Invece ora che l’ho conosciuta mi sono dovuta ricredere! 
Certo non è un personaggio facile, è una donna molto disinibita, che ha sofferto tanto e soffre ogni giorno e ha dovuto fare la scelta più difficile, diventare una prostituta, per il bene di qualcun altro.
 A differenza di altri libri in cui comunque questo viene vissuto con profondo squallore e vergogna, nella serie six senses questo aspetto viene posto in secondo piano per valorizzare invece la crescita di quelli che si trovano in questa situazione, fino a quando riescono ad uscirne.
 Aspettavo anche con molta curiosità di leggere del famoso e misterioso Damian, l’unico in grado di turbare la nostra Sylvie. 
Ho amato la loro storia, è un amore profondo che nasce da subito e cresce nel tempo, negli anni... tra gelosie e profonde sofferenze che riesci a sentire fino in fondo: perché quando sei in questo mondo, fai questo lavoro, che speranza hai di viverti la tua storia d’amore?

 “Contro ogni buon senso, consiglio e razionalità, mi sono avvicinata a Damian, e penso che in questi mesi la cotta iniziale sia diventata amore.
 Purtroppo, il fatto di sapere che anche lui prova la stessa attrazione nei miei confronti rende tutto più complicato” 

“Vorrei renderla felice, vorrei che non dovesse mai più preoccuparsi dei soldi, Di come provvedere al benessere di suo fratello, e… E sono un gigoló. Domani avrò un appuntamento e farò sesso con una donna per denaro. Come posso pensare di rendere felice Sylvie quando so già che domani la farò soffrire?” 

Il libro è diviso in tre parti, che coincidono con tre momenti della vita dei protagonisti e con tre momenti della maturazione del profumo, che risulta un elemento importante della narrazione avendo Damian la passione per i profumi e le essenze, al punto da rendere la sua passione il suo sogno e da metterlo davanti a qualsiasi cosa. 
Rivediamo tanti personaggi, sia del Six senses sia i protagonisti delle novelle.
 Conosciamo il misterioso marchese e vediamo un po’ di più Irina... inutile dire la curiosità che mi è rimasta addosso! 
Per non parlare del prologo del libro successivo, semplicemente da cardiopalma. 
Insomma, non è una storia facile, non è un contesto facile o sereno o banale quello in cui ci troviamo e quello in cui loro si innamorano. 
Ma piano piano riusciamo a capirli, riusciamo a vederli per quello che sono: due persone, piene di difetti, che commettono mille sbagli, ma che si amano e fra mille di questi sbagli, fra tante notti con altre persone e tanto orgoglio, si ritrovano. 
Avrei voluto vederli un po’ di più insieme a godersi la loro vita e la loro quotidianità, ma solo perché mi sono piaciuti troppo!
 In conclusione non posso che consigliarvi questa serie se non l’avete letta e questo romanzo in particolare, perché ogni libro è più bello e meglio caratterizzato del precedente. 
Aspetto il prossimo!! ;)
 E vi ricordo che Antonia Iolanda Cudil sarà al Festival Romance Italiano di Milano per chi vorrà conoscerla.

4,5 stelline








sabato 9 febbraio 2019

Recensione "Un maledetto lieto fine" di Bianca Marconero


Agnese ha diciannove anni, è la figlia di un senatore piuttosto influente e ha ricevuto un’educazione rigida. Le piace disegnare ma ha messo i sogni nel cassetto e si è iscritta a Giurisprudenza. Dopo la morte della madre, ha imparato a nascondere a tutti i suoi veri sentimenti ed è diventata la classica ragazza ricca, perfetta, composta e fredda, ma in realtà piena di insicurezze. Quando la sua incapacità di lasciarsi andare allontana il ragazzo di cui è innamorata da anni, Agnese capisce di avere bisogno di aiuto. Vorrebbe qualcuno che le insegni a essere meno impacciata e Brando, il suo fratellastro appena acquisito, sembra proprio la persona giusta. Lui lavora di notte, suona in una band, e cambia ragazza ogni sera. Peccato che il bacio che i due si scambiano per “prova” sia lontano anni luce da un esercizio senza conseguenze. Così le loro lezioni di seduzione ben presto diventano qualcosa di più… Brando saprà insegnare ad Agnese che la lezione più importante di tutte è abbandonarsi alle emozioni?

Ancora una volta mi ritrovo in una sindrome ancora sconosciuta che segue la lettura dei romanzi della Marconero. Sintomi: lacrime, occhi gonfi, occhiaie, malinconia. 
Ma andiamo per gradi. Perché, é vero che i suoi libri, e questo in particolare, sono un tornado di emozioni differenti. Occorre, però, spiegare il perché di tutto. 
Brando conquista. Più di ogni altro personaggio. Fa innamorare, spezza il cuore. 
Agnese è a tratti istigante per la sua immaturità, a volte tremendamente riflessiva. 
A fare da sfondo ci sono poi Mattia (e non aprirò parentesi su esseri con questo nome, né ora, né mai), Lucio (e se il suo nome lascia trapelare l'anima diabolica di Lucifero peggio di Rosso Malpelo un motivo ci sarà), Goffredo, senatore e padre di Agnese, marito, quasi possessivo, di Isabella, madre di Brando. Ad incorniciare il tutto una magica Roma, descritta come se si potesse passeggiare tra le pagine di questo libro. 
Si tratta di personaggi imperfetti, ma reali, veri. E non è cosa da poco. 
Lo stile, ormai, è un marchio di fabbrica impossibile da replicare, una garanzia, una sicurezza e una certezza in cui rifugiarsi. Rifugiatevi nei libri di Bianca Marconero in ogni momento, perché vi sentirete accolti a circondati dalla solita magia che solo lei riesce a trasmettermi. Nella peggiore delle ipotesi, come per questo libro, ci lasciate pure qualche lacrima. Forse qualcuna di troppo. Ma ne varrà la pena. 

5 stelle e più!


venerdì 8 febbraio 2019

Review Party "Ex" di Emma Chase







Titolo: Ex

Autore: Emma Chase

Editore: Newton Compton Editori

Prezzo ebook: 5,99 euro

Prezzo cartaceo: 12 euro






Garrett Daniels ha una vita perfetta e nemmeno una preoccupazione. 
Era il quarterback della squadra del liceo e ora è diventato l’insegnante più desiderato in città, ottenendo il posto di coach della squadra di football. 
Ha gli amici giusti, la casa giusta e l’amico più adorabile che si possa desiderare: Snoopy, il suo dolcissimo cucciolo bianco. 
Callie Carpenter è tornata in città. 
Ha abbandonato all’improvviso la sua vita dall’altra parte del Paese perché a casa hanno bisogno di lei. E così, Callie torna nel suo vecchio liceo per una supplenza. 
Chi avrebbe mai detto che si sarebbe ritrovata – di nuovo – in mezzo a litigi, ormoni impazziti, pettegolezzi incessanti e scenate a bizzeffe? 
Il ritorno di Callie, infatti, non è passato inosservato nel corpo insegnanti, e quando Garrett si offre di darle qualche dritta per ambientarsi meglio è chiaro che i guai non tarderanno ad arrivare.
 Proprio come ai vecchi tempi. 
Perché nonostante il loro ruolo gli imponga di rimanere solo amici… tornati insieme a scuola potrebbero ricevere una bella lezione dall’amore.
Buongiorno! 
Oggi il blog partecipa al Review party di “Ex”, ultimo romanzo pubblicato da Newton Compton di un’autrice che non necessita di alcuna presentazione: Emma Chase. 
Già il titolo svela qual è il rapporto tra i due protagonisti di questa nuova storia: sono ex. Sono stati insieme per anni al liceo, hanno vissuto il Grande Amore e poi, non si capisce bene per quale motivo, si lasciano in totale tranquillità e per praticamente 16 anni non si vedono e non si sentono. 
Quando una “tragedia” familiare (che volutamente lascio avvolta nel mistero perché è fantastica) riporta Callie a casa, lei è perfettamente tranquilla, Garrett è un pensiero secondario nella sua mente. Finché non lo rivede... 

Ho avuto la sensazione di aver conosciuto poco o comunque poco a fondo Callie.
Lei è molto molto carina, è dolce, non ha grilli per la testa, non fa moine e non si fa problemi esagerati e questo mi è piaciuto molto, ma come ho detto mi manca qualche pezzo per arrivare a capirla bene. 
Mentre Garrett, punto forte del romanzo come tutti gli uomini della Chase con i suoi POV divertenti ed esilaranti è il vero protagonista della storia. 
Lo vediamo interagire con il suo migliore amico Snoopy (da sciogliersi!), con la sua famiglia, le sue ex, i suoi studenti, i suoi giocatori di football ed i suoi amici ed è meraviglioso, simpatico e generoso con tutti. 
È profondamente legato al suo paesino, dove è nato e cresciuto e dove ora lavora come insegnante di storia al liceo e come coach della relativa squadra di football. 
Callie, al contrario, appena ha potuto ha deciso di andarsene lontano e non tornare quasi mai. 
La sua vita è il teatro e proprio quando ottiene la promozione che aspettava deve tornare “a casa”. Ma Callie è intraprendente e per una serie di fortunate coincidenze si ritrova al fianco di Garrett fin da subito. 
Quando lui la rivede dopo così tanti anni è come se non fosse cambiato nulla e in modo assolutamente naturale i due riprendono a frequentarsi e l’amore che provavano, mai sopito, ritorna prepotentemente. 

“Sei sempre stata la mia ragazza, Callie. Anche quando non lo eri più.”

 Rimane un grande problema: Garrett è il ragazzo d’oro del suo piccolo paese, lo adora e Callie, una volta terminata l’emergenza familiare, tornerà a San Diego...

“Non so ancora dove finirà questa storia con Garrett, e questo mi spaventa un po’. Perché Garrett Daniels è tornato nella mia vita in modo del tutto inaspettato, facendosi strada nel mio cuore. Mi sembra di vivere una tragedia di cui conosco già il finale, è come Romeo e Giulietta. Finirà con un addio. Abbiamo entrambi viste fantastiche, meravigliose e distanti. Molto lontane tra di loro.”

 Allora, inizio subito specificando che Emma Chase è una delle mie “autrici certezza”: la adoro, adoro i suoi personaggi così divertenti e irriverenti, di conseguenza ho aspettative altissime quando ho tra le mani un suo libro. 
Ho trovato “Ex” un po’ sottotono rispetto ai suoi soliti romanzi.
 Ho capito che ha voluto scrivere una storia diversa dal solito: niente dei soliti drammi da “second chance”, niente recriminazioni (apparentemente) e niente dolore (apparentemente). 
Ma ho trovato che comunque la storia sia stata semplificata fino all'eccesso, rendendola (per me) a tratti poco coinvolgente e scontata. 
Sebbene appoggi in pieno il suo cercare di distinguersi togliendo tutto quello che di solito si trova in questi romanzi, ecco, credo abbia tolto un po’ troppo. 
Al contempo però rimane Emma Chase e scrive come solo lei sa scrivere, crea personaggi irripetibili e in particolare quelli maschili li rende indimenticabili. 
Anche Garrett presenta queste caratteristiche, in forma molto più dolce, perché lui è un assoluto tenerone! 
L’ambientazione scolastica è una novità assolutamente gradita: è bellissimo vedere Callie e Garrett affezionarsi ai ragazzi e cercare un modo di legarsi a loro, alla fine il liceo è una parte delicata è importante nella vita di tutti e farebbero molto comodo più professori così!
 In più il liceo è stata l’ambientazione della loro storia d’amore e tornare lì dove tutto è iniziato, da adulti, porta con sè grandissime emozioni e non c’è nessuno che non faccia il tifo per i Darpenter (ebbene sì, hanno anche il nome da coppia grazie ai loro studenti).
 Il contorno familiare strampalato è un altro aspetto che ho apprezzato: niente sa farti ridere quanto una famiglia folle ma che comunque ti adora. 
Per concludere, vi consiglio assolutamente questa lettura, passerete qualche ora spensierati e leggere, senza eccessi e senza drammi.

“Dicono che non si possa mai tornare due volte nello stesso posto, ma non è vero. Io l’ho fatto.” 

Fatemi sapere se condividete la mia impressione e cosa ne pensate!