giovedì 14 settembre 2017

Recensione "Dimmi che sarà per sempre" di Kristen Ashley

 Dimmi che sarà per sempre
Kristen Ashley
Newton Compton
9,90 cartaceo; 5,99 ebook

Trama

Indy Savage, figlia di un poliziotto e proprietaria di un negozio di libri usati, è una vera rockettara. Fin da quando aveva cinque anni, è innamorata di Lee Nightingale, che adesso ha abbandonato la sua fama di cattivo ragazzo per dedicarsi alla Nightingale Investigazioni come detective privato. Indy ce l'ha messa tutta per catturare l'attenzione di Lee, ma nonostante i suoi piani ingegnosi e sempre più elaborati, lui non ha mai dimostrato il minimo interesse, così, con il passare del tempo, Indy si è arresa e ha cominciato a evitarlo. Quando però un dipendente di Indy perde una borsa piena di diamanti e si ritrova in una spirale inquietante di rapimenti, macchine che esplodono e persino ritrovamenti di cadaveri, Lee torna prepotentemente nella vita di Indy. Ma questa volta la ragazza è determinata a impedire che il cuore si metta in mezzo. Il suo obiettivo è risolvere il mistero dei diamanti prima di Lee. Il detective, invece, cerca disperatamente di proteggerla e, allo stesso tempo, di riconquistare il suo amore.


 Recensione


Indy  e 'una ragazza con una cotta pazzesca per il fratello dalla sua migliore amica, Lee, da quando  aveva  5 anni, che però non ricambia.
Gestisce una libreria  che le ha lasciato sua nonna, circondata dai suoi amici e dal padre. 
Ad un certo punto del romanzo tutto cambia, e non solo la vita di Indy, ma anche il genere, che da New Adult diventa un poliziesco.
Ho trovato il libro banale, un po' confuso e allungato dell'ingresso  di tanti, tanti personaggi che hanno, secondo me, fatto perdere di vista la storia.
Mentre lo leggevo perdevo  continuamente  il bandolo della matassa.
La storia all'inizio  sembrava  carina,  poi via via ha perso  il suo stile diventando  più inverosimile che avventurosa. 
Sinceramente non mi è piaciuto e non me la sento di consigliarvelo. Era partito bene, aveva le basi per diventare un buon romanzo, ma si è perso procedendo la lettura con tutti questi punti che secondo me si sarebbero potuti evitare. 
★★

Nessun commento:

Posta un commento