venerdì 1 dicembre 2017

Recensione "Baciami sotto la neve di New York" di Catherine Rider

                          
 La Grande Mela riuscirà a riparare due cuori infranti?
È la vigilia di Natale all’aeroporto JFK di New York. Charlotte è una studentessa inglese, in attesa del suo volo verso casa. Ha passato il peggior semestre della sua vita e non vede l’ora di lasciare a terra il malumore. Anthony è un newyorkese DOC e sta aspettando la sua ragazza per farle una sorpresa. Quello che non sa è che sta per essere lasciato, proprio in mezzo alla folla. Quando il volo di Charlotte viene cancellato a causa di una bufera, la ragazza si rassegna a trascorrere la notte in giro, in compagnia di Dimentica il tuo ex in dieci semplici step, il libro che ha appena acquistato al duty free, e di Anthony, che proprio non se la sente di tornare a casa. I due trascorreranno insieme la notte, chiacchierando e cercando di riprendersi dalle loro sconfitte sentimentali. Pian piano, grazie all’incanto della neve e alle luci magiche della città, la sofferenza lascerà il posto a qualcosa di nuovo nei loro cuori. Ma una corsa in metropolitana potrebbe impedire loro di rivelare quello che provano davvero: riusciranno a ritrovarsi prima che il volo di Charlotte parta per sempre?
Una storia romantica per chi sa scovare la magia nei fiocchi di neve.


Buon pomeriggio a tutti!
In questi giorni mi sentivo particolarmente depressa. Non vi preoccupate, niente di grave! Solo un banalissimo “problema di cuore”. Ah, che organo fastidioso, il cuore! Comunque, per farvela breve, giacevo in uno stato di malessere tale, da necessitare di una massiccia dose di sano “romanticismo leggero”. Tanto per intenderci, di quello che solo una bella commedia romantica può dispensarti, ed è così che, alla fine, mi sono lasciata “incastrare” da Asia per recensire questo libro.
Beh, devo ammetterlo, però, si è dimostrato davvero utile!
Nonostante io non sia mai stata una grande appassionata di “young adult” e questo romanzo lo è, la sua lettura si è rivelata incredibilmente piacevole.
Sarà perché ambientato in una New York in piena atmosfera natalizia, che non manca mai di farmi sognare; sarà per i protagonisti, Charlotte e Anthony, due “sfigati” impenitenti, proprio come me; sarà per la trama, un susseguirsi di episodi spassosissimi vissuti dai due; sarà per lo stile di scrittura dell’autrice, Ctherine Rider, estremamente fluido, chiaro e divertente; o per il finale, semplicemente delizioso, ma io questo libro l’ho letteralmente divorato. E, nel farlo, ho sorriso, riso e, confesso, mi è anche uscita una lacrimuccia.
Che dire di più? Un romanzo perfetto, per chi vuole lasciarsi travolgere da una storia frizzante ed entusiasmante al tempo stesso, per chi non disdegna ancora di viaggiare tanto con la fantasia, per chi vorrebbe gli occhi perennemente a cuore e per chi, tipo me, ama quel periodo dell’anno in cui tutto è luci, addobbi e canzoni di Michael Bublé.
Carinissimo e, senza dubbio, consigliato!
Tre stelline e mezzo (discreto +😉)



1 commento: