domenica 16 ottobre 2016

Recensione "L'importanza di chiamarti amore" di Anna Premoli

Titolo: L'importanza di chiamarti amore
Autore: Anna Premoli
Editore: Newton Compton
Prezzo carteceo: 9,90 euro
Ebook: 4,99 euro
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 Giada sa bene di essere una ragazza dal carattere piuttosto difficile, quindi non si stupisce affatto di trovarsi in una fase della propria vita nella quale non va d’accordo quasi con nessuno: con il suo ragazzo storico la situazione è appesa a un filo e del rapporto con i suoi genitori… meglio non parlare. Ma Giada ha un obiettivo ben preciso: laurearsi con il massimo dei voti e il prima possibile. Il resto dei problemi può passare in secondo piano. Così credeva, almeno finché lo stage presso una prestigiosa società di consulenza di Milano non la mette di fronte a quello che per lei è sempre stato il prototipo dei ragazzi da evitare come la peste: Ariberto Castelli, fiero rappresentante del partito delle camicie su misura e dei pullover firmati. E tra loro c’è un precedente molto imbarazzante che potrebbe crearle qualche complicazione che non aveva assolutamente messo in conto...
 
 
Recensione

Anche questa volta Anna Premoli ha fatto centro. Dopo aver letto tutti i suoi romanzi anche quest'ultimo non ha deluso le mie aspettative. Tutte le sue storie, sempre ironiche, pungenti e mai banali hanno creato la solita dipendenza. Le vicende bizzarre e divertenti, che celano il nascere di una bellissima storia d'amore, fanno in modo che ti affezioni ai protagonisti. Essendo legata a tutti i personaggi femminili dei suoi libri, e in particolar modo all'inimitabile Kayla Davis con le sue scarpe blu elettrico, arrivata a metà ho provato il solito senso d'angoscia che mi provoca il dover terminare, a malincuore, un suo romanzo, come se fossi costretta a dire addio ad un caro amico. Consigliamo tutti i suoi libri,perchè ha un modo di scrivere davvero eccezionale e divertente che non annoia mai.

Nessun commento:

Posta un commento