sabato 30 marzo 2019

Review Party "Un intero attimo di beatitudine" di C. H. Parenti


 Arianna Brandi non è certo una ragazza che passa inosservata: capelli rossi come il fuoco e occhi pieni di rabbia. La rabbia di chi ha già perso tutte le cose che contano davvero: la famiglia, l’innocenza, la voglia di credere nel futuro. Infatti, da quando il padre se n’è andato, sparito nel nulla senza lasciare traccia, la vita di Arianna non è stata più la stessa. Qualcosa si è spezzato, e lei ha cercato rifugio nelle compagnie sbagliate, tra alcol, feste e notti infinite. Le cose cambiano il giorno in cui Arianna viene bocciata e la madre la costringe a lavorare nel bar di un piccolo paese alle porte di Siena. Per Arianna quello è l’inferno, l’estate peggiore che possa immaginare. Almeno fino al momento in cui incontra Daniel. Lui è tutto ciò che Arianna non è: timido, riservato, serio. Se ne sta seduto in un angolo del bar con una vecchia macchina fotografica tra le mani, sempre solo. Tra i due l’amore scoppia come una scintilla inaspettata, sorprendente. Lui la trascina nel suo universo misterioso, lei trova il modo di ricucire i pezzi della propria vita. Daniel sembra essersi materializzato dal nulla per salvarla, per portarla via sul suo cavallo bianco come un cavaliere dall’armatura scintillante. Eppure Arianna non sa che il ragazzo che le ha rubato il cuore nasconde un segreto. E che, forse, sarà lei a salvare lui. Dalla penna di un’autrice straordinaria, una storia romantica e indimenticabile sull’amore e sulle seconde possibilità. Quelle che la vita ci regala, sempre e comunque. A diciotto anni, l’amore può cambiare tutto. In un solo, indimenticabile istante.

"Che sia l’Amore tutto ciò che esiste.
È tutto ciò che noi sappiamo dell’Amore;
E può bastare che il suo peso sia
Uguale al solco che lascia nel cuore."

Non so da dove cominciare, ho gli occhi ancora gonfi dal pianto, che è iniziato verso la metà del libro ed è finito all'ultima parola letta! E si, ho letto metà del libro in due ore.
Inizialmente ammetto che il romanzo non mi entusiasmava, la solita storia della ragazzaccia che dopo l'abbandono da parte di suo padre, si ficca in un giro di ragazzi poco raccomandabili, i fatti raccontati non mi suscitavano curiosità. Ma dopo un po', le pagine iniziavano a farsi interessanti, i personaggi prendevano forma e ho cominciato ad affezionarmi a loro. Ad Arianna, una ragazza poco più che adolescente, profondamente scossa dall'abbandono del padre e che sembrava avesse perso se stessa. A Daniel, che la aiuta a ritrovarsi, a farle scoprire che vale molto di più di quello che pensa. Lui, che conosce a memoria "L'Idiota" di Dostoevskij, e che come lui pensa che la bellezza salverà il mondo e riesce a salvare Arianna.
La storia vi terrà incollati alle pagine, che sono un susseguirsi di sorprese. Le varie poesie contenute all'interno, danno al romanzo un sapore ancora più dolce.
La scrittura è scorrevole, i dettagli sono narrati alla perfezione, la descrizione delle emozioni provate dai protagonisti, riescono ad entrarti dentro e farti sentire parte di loro. Ho riso, gioito, pianto (tantissimo).
L'unica "critica" che posso fare a Chiara Parenti, è quella di essersi soffermata in dettagli poco incisivi nelle prime pagine, avrebbe potuto rendere la prima parte del racconto, un po' più fluida.
Per quanto riguarda il resto, non posso che consigliarvi questo EMOZIONANTE romanzo e assicurarvi che non ve ne pentirete!
4 stelle!!!


venerdì 29 marzo 2019

Cover reveal "Tu, il mio oceano" di Benedetta Cipriano




Siete pronte a innamorarvi completamente di Dante e Savannah? La loro storia sta per arrivare!


Review Party "Pazzo d'amore" di Marie Force








Titolo: Pazzo d'amore

Autore: Marie Force

Editore: Quixote Edizioni

Prezzo ebook: 4,49 euro

Prezzo cartaceo: ???

Data d'uscita: Gansett Island #1








Lei è una mamma single con poca pazienza nei confronti di un playboy, finché questi non le dimostra che sta facendo sul serio.

Maddie Chester è determinata ad andarsene dalla sua città natale di Gansett Island, un posto che le ha lasciato solo brutti ricordi e una cattiva reputazione. 
Poi, però, viene fatta cadere dalla bicicletta, mentre si sta recando al lavoro come addetta alle pulizie al McCarthy’s Resort Hotel, proprio dal “figlio prediletto” di Gansett, Mac McCarthy.
Mac è tornato in città per aiutare suo padre nella vendita dell’albergo di famiglia e non ha alcuna intenzione di trattenersi a lungo.
 Quando fa accidentalmente cadere Maddie dalla bicicletta, ferendola gravemente, si trasferisce da lei per aiutarla a guarire e per prendersi cura di suo figlio.
Ben presto, Mac realizza che i suoi progetti di una visita toccata e fuga sull’isola sono seriamente a rischio e potrebbe semplicemente essere pazzo d’amore.

Buongiorno a tutte! Oggi il blog partecipa al review party di Pazzo d'amore di Marie Force, uscito nei giorni scorsi grazie alla Quixote edizioni.
Dopo libri con drammi, che ci fanno piangere e incazzare, è sempre bello rilassarsi con un libro che ci fa diventare gli occhi a cuoricino.
Pazzo d'amore è un romanzo super dolce e imperdibile.
Protagonisti di questa storia sono Maddie e Mac, che dopo essersi scontrati per strada devono stare a contatto.
Perchè dico questo? Mac, distratto,  colpisce Maddie, che cercava di arrivare a lavoro con la sua bicicletta. Ma lo scontro con questo playboy le rovina i piani e si ferisce cadendo per  terra.
E' per questo motivo che Mac decide di trasferirsi a casa di Maddie, per aiutarla con suo figlio.
In questa convivenza, all'inizio indesiderata da parte di lei, iniziano ad andare d'accordo e si scoprono essere in sintonia.

“Quando ti guardo, la prima cosa che vedo sono degli occhi splendidi che mi ricordano il modo in cui il caramello sciolto si attacca sul gelato alla vaniglia. Sono una combinazione piuttosto interessante di marrone e oro. La tua bocca, quando non è distorta dal cinismo e dall’amarezza è così lussuriosa e carina che le mie fantasie personali, se ne avessi avute su di te, sarebbero sicuramente concentrate lì, non su quello che c’è sotto la tua maglietta.”

Mac viene descritto come un playboy, ma andando avanti con la lettura, conosciamo il vero lui ed è un vero e proprio gentiluomo. Maddie invece è semplicemente fantastica.
La loro storia si evolve pian piano, entrambi crescono e anche se all'inizio non lo sanno e non lo vogliono vedere si completano.
All'inizio la storia non mi aveva incuriosita più di tanto, mi sembrava la solita trama e invece! 
Ho ancora gli occhi a cuore per Maddie e Mac!
Non vedo l'ora di conoscere l'autrice al Rare19. Sicuramente sarà super dolce anche di persona.
Se volete una storia d'amore dolce, ma da brividi, Pazzo d'amore fa per voi.
Diventerete pazze d'amore per Mac ;)
Alla prossima!

                   

giovedì 28 marzo 2019

Review Party "Suicide Club" di Rachel Heng








Titolo: Suicide Club 

Autore: Rachel Heng

Editore: Nord

Prezzo ebook: 9,99 euro

Prezzo cartaceo: 18,60 euro







Lea ha cento anni e ne dimostra meno di quaranta, grazie agli straordinari progressi della medicina, che permettono ad alcune persone – selezionate alla nascita – di triplicare la durata della vita.
 Tutto quello che devono fare è attenersi scrupolosamente alle regole del benessere. 
Lea non mangia cibi grassi, non beve alcolici, non ascolta musica deprimente, non si allena né troppo intensamente né troppo poco.
 È la candidata ideale per accedere a una nuova fase sperimentale di cure, destinata a prolungare l'esistenza all'infinito. 
Un giorno, però, tornando dal lavoro, Lea vede suo padre dall'altra parte della strada, un padre con cui non ha rapporti da ottantotto anni.
 Per raggiungerlo, si lancia in mezzo al traffico e per poco non viene investita.
 Quel semplice gesto è la sua rovina: come può essere degna dell'immortalità una persona che agisce in modo tanto sconsiderato? In un attimo, il suo nome viene depennato dalla lista dei prescelti e lei è costretta a frequentare un gruppo di sostegno. 
Ed è qui che entra in contatto con alcuni membri del Suicide Club, un gruppo di ribelli che si batte per poter scegliere come e quando morire. 
E suo padre è uno dei membri. Dapprima sconcertata, a poco a poco Lea si rende conto che questi uomini e queste donne – che mangiano quello che vogliono, vanno a concerti clandestini, praticano sport estremi – hanno accumulato più esperienze in un anno di quante non ne abbia provate lei in una vita intera.
 D'un tratto, la prospettiva di vivere un'eternità di rinunce non è più così allettante. 
Ma ben presto si renderà conto che tutto ha un prezzo, e quello per la libertà potrebbe essere troppo alto…


Buon pomeriggio a tutti, oggi vi parlo di un libro diverso dal solito. Per la prima volta nella mia vita vi scriverò il mio parere su un libro che non è romance, è tutt'altro da quel genere, e ne sono rimasta soddisfatta.
Il romanzo in questione è Suicide Club di Rachel Heng, in uscita proprio oggi per la casa editrice Nord.

"In un mondo in cui, se segui le regole, non morirai mai. Noi vogliamo semplicemente vivere"

Questa frase mi ha subito colpito, e quando un libro ti colpisce già dalla descrizione in copertina è sempre un'ottima premessa.
Lea è la nostra protagonista, ha 100 anni ma non ne dimostra neanche la metà.
A chi non piacerebbe avere la vita eterna ed essere sempre giovani? 
Per Lea e altri ragazzi come lei,l'immortalità ha un prezzo alto. 
Devono seguire le regole imposte da altri. Non possono fare nulla di quello che vogliono, neanche ascoltare una canzone di loro scelta.
Lea smette di essere una prescelta dopo aver commesso un errore, ma ciò le permette di passare altro tempo con suo padre, che non vedeva da tantissimi anni.
Per voi cosa sarebbe più bello? Essere giovani per l'eternità, o sapere che la vostra vita non è eterna, ma passare il proprio tempo con le persone che si amano e fare quello che più piace?
Io sceglierei ad occhi chiusi la seconda opzione. Non ha nessun pro, secondo le mie considerazioni, essere  immortali e tristi. Meglio una vita breve, ma felice.

«Non sono un membro del Suicide Club. Non sono
sempre d’accordo coi loro scopi. Pero` siamo uniti da
una causa comune. »

Lea, suo padre e gli altri componenti del Suicide Club hanno una missione: sconfiggere queste regole e lasciare al fato lo scorrere della vita e la morte.
A fare sfondo a Lea, suo padre, Anja, una ragazza che diventerà importante per Lea durante la storia, c'è New York. Una New York che però non conosciamo. Una New York futuristica, comandata da un entità superiore che decide la vita dei nostri protagonisti, finchè essi non si ribellano!


Si chiedeva che cosa avrebbero
pensato i pionieri della Prima Ondata se avessero
potuto vedere New York adesso, dopo la Seconda Ondata,
sull’orlo della Terza. I primi Immortali già vivevano
tra loro.
Il significato della frase, recitata così spesso da
essere diventata un mantra privo di significato, la colpì
improvvisamente.

Lo stile della storia è fluido e la traduzione non ha pecche. Rachel Heng ha descritto in un modo terrificante (in senso buono) una realtà alternativa.
Questo romanzo distopico mi ha tenuta incollata al kindle per qualche ora, troppo intrigata da non riuscire a lasciare il libro, infatti non ho studiato, ma sentivo la necessità di leggere e leggere e leggere fino ad arrivare alla parola fine.
In alcuni punti me la sono quasi fatta sotto dalla paura, ma quel pizzico di mistero ha reso la lettura più intrigante e me molto più curiosa nonostante la paura. Se vi piacciono queste storie che vi lasciano con il fiato sospeso, Suicide Club fa per voi!

4 stelline




martedì 26 marzo 2019

Review Party "Odiami se hai il coraggio" di Lauren Layne








Titolo: Odiami se hai il  coraggio

Autore: Lauren Layne

Editore: Newton Compton Editori

Prezzo ebook: 4,99 euro

undefined



Ian Bradley è l'esempio perfetto dell'uomo d'affari di successo: stipendio a sette cifre, costosi completi firmati e l'ufficio più prestigioso di tutto il palazzo. 
Nonostante questo, è il suo fascino a renderlo uno degli uomini più ambiti di Wall Street. 
Qualunque donna lo troverebbe irresistibile, ma non Lara McKenzie. 
Lara è la stella nascente della lotta contro il crimine dei colletti bianchi. 
Il caso che le è stato assegnato potrebbe segnare una svolta nella sua promettente carriera: deve indagare su Ian e scoprire se dietro l'uomo più chiacchierato della finanza c'è un grave caso di insider trading.
 Lara è determinata a fare il possibile per scoprire la verità, ma Ian non sembra intenzionato a renderle la vita facile. 
Ed è solo questione di tempo prima che la loro battaglia professionale si sposti su un piano molto più personale...


Ciao a tutti! Sono entusiasta di parlarvi oggi del primo libro di una nuova bellissima serie di Lauren Layne, che ci porta sempre Newton Compton. La 21 Wall Street serie è composta da tre romanzi auto conclusivi che ci parlano di tre ragazzi che, come si capisce dal titolo della serie, lavorano a Wall Street: preparatevi a conoscere questi uomini bellissimi in giacca e cravatta e le donne che faranno loro perdere la testa!

Il primo romanzo, Odiami se hai il coraggio, ci racconta la storia di Ian, giovanissimo broker di successo e di Lara, agente della SEC chiamata ad indagare proprio su di lui.
Il romanzo successivo sarà su Matt e Kennedy, i migliori amici di Ian. Già in questo romanzo si intravedono le future coppie e sono da perdere la testa!

Ragazze, la Layne si conferma una delle mie autrici preferite. Il suo stile frizzante, dinamico e leggero mi conquista volta dopo volta: i suoi romanzi si leggono senza nemmeno rendersene conto, scorrono velocemente senza annoiare mai. Non manca nulla in questo romanzo: la storia d’amore che risulta assolutamente centrale, ma anche la storia “secondaria” dell’accertamento della colpevolezza di Ian è descritta benissimo; la caratterizzazione di tutti i personaggi è curatissima, sia di quelli principali che di quelli secondari, che verranno approfonditi nei romanzi successivi ma che già incuriosiscono; i rapporti di amicizia, le prese in giro, le uscite con gli amici. Insomma c’è veramente tutto e rende questo romanzo davvero ricco e piacevole. Ogni personaggio è diverso dall’altro, ha il proprio carattere e la propria storia, rendendo tutto da conoscere e mai banale.

“Non mi è mai piaciuto particolarmente stare da solo. Troppo tempo per pensare a cose a cui è meglio che non pensi. Ma mi piace ancora di meno con la SEC alle calcagna. I miei pensieri si dividono in parti uguali tra andare in prigione e Lara McKenzie, e non sono sicuro quale sia la cosa più preoccupante. Soprattutto visto che la seconda è quella che mi vuole mettere nella prima.”
Ma andiamo a conoscere meglio i nostri protagonisti.
Ian è un ragazzo dalle mille sfaccettature: è il classico playboy di Wall Street in giacca e cravatta, è un bambino che è stato tanti anni in affidamento e ha cercato sempre un po’ d’amore, è un amico devoto e leale, è ironico e simpatico, ma a volte un po’ stronzo e presuntuoso, è un riccone esibizionista ma è la persona più semplice e dolce del mondo. Va conosciuto fino in fondo e noi lo scopriamo poco a poco, adorando ogni suo lato.

“Quindi, come ho detto, in pratica sono il testimonial del manifesto degli Stronzi di Wall Street. Ma aspettate a odiarmi, perché ecco cosa non dice il manifesto di Ian Bradley.”
“Lo Ian che ho imparato a conoscere nelle ultime settimane indossa completi costosi, beve vini pregiati e ai suoi party serve caviale, sì, ma questo è solo lo strato superficiale. Proprio come il donnaiolo seducente è solo uno strato. L'uomo sotto tutto questo è gentile e generoso e forse un po' vulnerabile.”
Anche Lara non è una persona semplice: è figlia di due agenti dell’FBI e questo ha influenzato la sua adolescenza, rendendola la donna devota al lavoro che è oggi, al punto da avere dimenticato il resto nella sua corsa ad essere la migliore. Ma è anche una persona integra e lo dimostrerà dall’inizio alla fine. Conquisterà il bello e impossibile Ian con uno sguardo inconsapevole e inizierà una bellissima storia di “mi piacerebbe ma non posso, almeno non ancora, non posso farne a meno” con lui.

“Accidenti alla SEC. Accidenti a Lara McKenzie, alle sue procedure e alla sua boccuccia dolce. E accidenti a me perché me ne importa così tanto. Perché mi fa incazzare che lei non creda in me. Che quello che c'è fra noi non sia abbastanza per farla andare oltre le sue regole rigide e la sua cieca adesione a un sistema che chiaramente non sta funzionando.”
L’ambientazione ha sempre il suo fascino: questi uffici di Wall Street, i caffè da Starbucks, i Mimosa, le segretarie fedeli e agguerrite danno veramente un tocco in più alla storia.

“Lo Ian Bradley dell'ufficio era tutto battutine brillanti, fascino superficiale e sicurezza da playboy. Ma questo Ian... diciamo che capisco perché Ian Bradley e il suo gruppo alla Wolfe Investments sono chiamati i Lupi di Wall Street: sono terribilmente sexy, vergognosamente ricchi e hanno la fama di prendersi sempre tutto quello che vogliono, costi quel che costi.”
Come dicevo, è un romanzo dinamico, che non è mai pesante e noioso, che a tratti diverte, a tratti fa arrabbiare e a tratti fa sciogliere. 

“Mi vengono le lacrime agli occhi, perché in quel momento capisco di amarlo. perché bisogna essere un uomo meraviglioso per mettere la felicità dì qualcun altro davanti alla propria. Per desiderare qualcosa per me più di quanto desideri qualcosa per sè.”
Non aspettatevi la storia più originale e sconvolgente del mondo, la Layne a me piace proprio perché le sue storie semplici ma coinvolgenti, anche se inserisce sempre una particolarità nella trama che rende i suoi libri sempre distinguibili.
Se anche a voi come me piace questo tipo di romanzi, correte a prenderveli tutti! Vi ricordo che l’autrice sarà anche al Rare di Roma 2019! Direi che ora potete capire quanto sono emozionata all’idea di incontrarla!



4,5 stelle







BlogTour "Punizione divina" di Paola Chiozza




Buongiorno a tutte! Oggi abbiamo un ospite speciale qui sul blog, ovvero Paola Chiozza!
Volete conoscere un po' meglio questa meravigliosa scrittrice? Non vi resta che leggere l'intervista!




Titolo: Punizione divina

Autore: Paola Chiozza

Editore: Salani 

Prezzo ebook: 9,99 euro

Prezzo cartaceo: 16,90 euro

Una fashion victim e un cowboy: una storia d'amore che è un'apocalisse Giuditta Moretti, fashion victim milanese e brillante studentessa universitaria, è al settimo cielo. Per concludere il suo percorso di studi manca solo il tirocinio a New York, in una grande banca d'affari. L'attendono un lavoro interessante e la città più bella del mondo: comprare quello splendido paio di scarpe Jimmy Choo che la chiamano dalla vetrina è il degno modo di festeggiare. Ma qualcosa va storto, e per un errore di smistamento la sua destinazione non è più Manhattan, ma un inutile ranch sull'orlo del fallimento nel Montana: cavalli (non lo stilista, purtroppo), tori, mucche e puzza di sterco. E Scott Sullivan, figlio del proprietario del ranch: un arrogante cowboy tutto muscoli e presunzione, che per di più si veste in modo orrendo. Giuditta, seppur disperata, sa che si tratta solo di tenere duro qualche settimana, cercando di migliorare la disastrosa situazione economica del ranch. Poi potrà tornare a Milano, alla sua laurea, ai suoi adorati negozi, alla sua vita di sempre e tutto questo sarà solo un brutto ricordo. Semplice, no? No. Tra figuracce, momenti di disperazione e cortocircuiti ormonali Giuditta sta per scoprire il vero volto del sacrificio e dello spirito d'iniziativa. E forse anche quello dell'amore.




Ciao Paola, innanzitutto grazie per il tempo che mi dedichi! Iniziamo con l’intervista!

1.Cosa dobbiamo aspettarci da “Punizione divina”? Tante risate, tanto romanticismo, un pizzico di trash e anche un po' di seduzione, che non guasta mai. È un romanzo adatto a chi vuole passare un'oretta di relax, in spensieratezza, per staccare la spina dai momenti difficili. Insieme al divertimento, però, cerco di lanciare anche un messaggio profondo che ha a che fare con l'importanza della famiglia e dell'amore. 2. Cosa hai provato ad essere contattata da una grande casa editrice come la Salani? Incredulità, gioia, emozione e consapevolezza. Sapevo che prima o poi avrei fatto il grande salto dall'editoria virtuale a quella tradizionale. Di certo, però, non mi aspettavo che sarebbe successo con una casa editrice di questo calibro. Salani è uno dei marchi più prestigiosi d'Italia. Per me è un onore, oltre che un piacere, lavorare per loro e con loro. 3. Hai dei prestavolti per Giuditta e Scott? Questi personaggi hanno qualcosa di te o di persone a te care? I volti che più si avvicinano ai miei personaggi sono Margot Robbie (Giuditta) e Jensen Ackles (Scott). Devo ammettere che tuttavia mi piace tanto lavorare di fantasia, quindi cerco sempre di immaginare i protagonisti con volti nuovi. Cerco anche di “staccarli” dalla realtà, di non renderli troppo simili a me stessa o a chi mi circonda. Voglio che siano scolpiti e modellati da zero, anche se, alla fine, è impossibile. Pur non volendo, c'è sempre una minuscola parte dell'autore nei suoi personaggi. 4. È stato duro il percorso per arrivare da Wattpad in libreria? È stato ostico. Non è facile farsi prendere sul serio quando si emerge da una piattaforma come Wattpad, la cui reputazione purtroppo non è delle migliori. Io sono una persona molto determinata, con obiettivi chiari e definiti. Se voglio qualcosa, mi impegno al massimo per ottenerla. 5. Qual è stato il libro più difficile che hai scritto? E quello con cui ti sei divertita di più? Il libro più difficile da scrivere è stato “Sarò i tuoi occhi”, un thriller inedito che, se mai vedrà la luce su carta, sarà sotto lo pseudonimo del mio alter ego maschile. Non è stato semplice documentarmi sui misteri della religione cattolica, che è la vera protagonista del romanzo. Inoltre il personaggio maschile, il capitano Fontaine dell'ex Sûreté Nationale francese, mi ha dato tanti problemi. Ha fatto ciò che ne aveva voglia fino all'ultima riga! Il libro più divertente che ho scritto, per ora, è “Non è il mio tipo”. Una commedia disturbante con una protagonista così bizzarra che Giuditta, messa a confronto, sembra normale. 6. Tra i tuoi personaggi maschili chi è il tuo preferito? E tra quelli femminili? Chi ti ha dato più filo da torcere? Il mio personaggio maschile preferito è Dorian Von Bodman di “Royal Flush: gioco d'azzardo” (Les Flâneurs Edizioni, 2018). Un uomo indecifrabile, capace di sedurre con un semplice gesto della mano, che non si lascia scalfire dalle emozioni. Un calcolatore nato.�
Il personaggio femminile che preferisco, invece, è Giuditta. L'ho amata e odiata allo stesso tempo, non è stato facile scrivere di lei in prima persona, calarmi nei suoi panni da fashion victim superficiale e antipatica. Però ho adorato il suo percorso all'interno del romanzo, il modo in cui ha imparato ad apprezzare la semplicità delle piccole cose. 7. Quali sono i tuoi prossimi progetti? Ho due nuove commedie romantiche in stesura. Una quasi conclusa, l'altra appena abbozzata. C'è anche un romanzo a quattro mani, di genere forbidden, che sto scrivendo con l'autrice Bianca Ferrari. 8. Cosa ti ha spinto a scrivere la tua prima storia? Sono passati più di quindici anni da quando ho iniziato a scrivere. Credo sia stata la fantasia incontenibile a spingermi verso la scrittura. Avevo bisogno di creare nuove storie perché la mia non mi bastava più (e non mi basta tuttora). 9. Quando scrivi, qual è il tuo luogo ideale? Stanza con i muri completamente bianchi, sedia comoda — anche se io scrivo in posizioni scomode, gingilli e soprammobili sulla scrivania ridotti all'osso per evitare distrazioni, silenzio totale e grande concentrazione. 10. Qual è il genere che non hai scritto, ma che ti piacerebbe provare? L'horror, ma non credo di esserne in grado. Sono troppo propensa a sdrammatizzare e a fare battute idiote per tenere alto il livello di suspense. Finirebbe tutto in una grottesca commedia demenziale. 11. Hai qualche persona fidata alla quale chiedi consigli durante la stesura delle tue storie? Ho un gruppo di amici, che come me sono scrittori per passione e mestiere, ai quali affido tutte le mie paranoie. Non sarei dove sono senza il loro supporto. I consigli degli altri autori sono fondamentali. 12. Oltre ad essere una scrittrice, ti piace leggere? Qual è il tuo libro preferito? Adoro leggere, anche se purtroppo lo faccio con gli occhi da “scrittrice” e non con la leggerezza di chi considera la lettura un semplice passatempo. Il mio libro preferito è “1984” di George Orwell, mentre la mia saga preferita è “Le cronache del ghiaccio e del fuoco” di George R.R. Martin. 13. Se c’è l’opportunità di scelta, preferisci guardare il film o serie tv o leggere il libro? Leggere il libro, perché mi permette di viaggiare di più con la fantasia. E poi davanti alla televisione mi addormento sempre. 14. Sarai al festival romance italiano che si terrà il 29 giugno a Milano. Sei felice di conoscere le tue lettrici? Io verrò a farmi autografare qualcosa! Sono entusiasta! Adoro il rapporto diretto con le mie lettrici, per questo mi sono iscritta a Wattpad. Mi piace essere in contatto con loro, leggere i commenti e le recensioni alle mie storie in tempo reale. Non vedo l'ora di conoscerle tutte! Grazie mille per aver risposto alle domande, sei stata gentilissima! Speriamo di leggere presto una tua nuova storia! Grazie a voi per l'ospitalità!



Review Party "Il mio meraviglioso imprevisto" di Nicole Teso




Titolo: Il mio meraviglioso imprevisto

Autore: Nicole Teso

Editore: Newton Compton Editori

Prezzo ebook: 1,99 euro

Prezzo cartaceo: 9,90 euro


 



Chi è davvero quell’uomo misterioso e perché conosce così tante cose di lei?
Mercy è una ragazza solare, sempre gentile e disponibile. Lavora in un supermercato e le piace riordinare scaffali e stare in mezzo alla gente. La sera del suo compleanno esce insieme alla sua migliore amica, Juls, per andare a festeggiare. Ballano, bevono e si divertono, ma a fine serata, nel parcheggio, vengono aggredite da due ragazzi conosciuti poco prima nel locale. La situazione sta per mettersi male, quando all’improvviso un misterioso uomo arriva a salvarle. Si scaraventa contro i due ragazzi e li mette in fuga. Mercy rimane folgorata dalla sua presenza, soprattutto perché l’uomo conosce il suo nome. Juls invita l’amica a non rimuginare sull’accaduto e a non interrogarsi sull’identità di quella persona: sono salve e questa è l’unica cosa che conta. Dopo l’episodio le giornate trascorrono normali, ma Mercy non riesce a smettere di pensare all’uomo che le ha salvato la vita, fin quando, una sera, non se lo ritrova davanti. Chi è davvero quell’uomo misterioso e perché conosce così tante cose di lei?

Tutto ciò che so  di lui è che mi ha salvato la vita.
Per gli altri è solo una coincidenza.
Per me è destino.

Adoro! Adoro!! Adoro!!!
Dio benedica le giovani autrici piene di entusiasmo e talento!
Sicuramente, per tutte noi lettrici, sarebbe un mondo migliore, questo, se proliferasse di tante piccole Nicole Teso.
Comunque, vediamo di andare per gradi. “Il mio Meraviglioso Imprevisto” è un Romantic Suspense. Uno dei rari casi di Romantic Suspense vero, di quelli che ti tengono col fiato sospeso fino all’ultima pagina, e non uno di quei romanzetti in cui un sedicente mistero (nella maggior parte dei casi anche piuttosto scontato) viene buttato lì, senza né capo né coda, giusto per dare “un tono” a una storia, che comunque rimane da buttare. Ho ammirato moltissimo l’abilità dell’autrice nel riuscire a portare avanti l’intrigo per tutto il libro, senza cadere mai nella trappola della banalità, che pure è sempre in agguato per questo genere di romanzi.
Per non parlare della storia d’amore in sé e per sé, romantica, delicata e impetuosa allo stesso tempo. Di quelle storie d’amore che ti fanno sognare, bramare e soffrire assieme alla protagonista, in questo caso la deliziosa Mercy. E amare in maniera sconsiderata il protagonista, Adam, il famigerato “uomo del mistero”, con tutti i suoi lati oscuri, le contraddizioni e la sua infinita beltà.
Che altro dire… È questo un romance che vi saprà trascinare profondamente al suo interno, sul quale continuerete a rimuginare anche mentre siete a lavoro o state studiando e che, sul finire, vi lascerà con quel vuoto dentro, tipico della fine di ogni bel romanzo.
Assolutamente consigliatissimo!!!




Francesca D.



martedì 19 marzo 2019

Blogtour "Il nostro posto nel mondo" di Erika Vanzin | Booktrailer


Buongiorno, lettori! 
Quella di oggi è un'occasione particolare per Erika Vanzin, e noi del Libro sulla Finestra siamo felicissime di partecipare! Si tratta del blogtour dell'ultimissimo romanzo della "Stanford Series", di cui vi ho già parlato nel cover reveal qui.
Oggi vi presento in anteprima il booktrailer de "Il nostro posto nel mondo"!
Buona visione e... ci vediamo sotto per la trama del romanzo e una prevendita da sballo!


Rieccoci! Dunque, in occasione dell'uscita di questo romanzo, Erika ha pensato a delle iniziative da non perdere! Eccole qui:
Fino al 24 marzo "Il nostro posto nel mondo" è a soli 0,99€ anziché 2,99€. Se non avete mai letto la Stanford Series trovate il primo libro "Vieni a prendermi" GRATIS su Amazon Prime Reading! Tutti i libri della serie sono disponibili per Kindle e anche Kindle Unlimited, oltre che in cartaceo.

 Brittany e JJ sono di nuovo a Stanford. Hanno una nuova casa, nuovi impegni lavorativi e sembra che niente possa turbare la loro ritrovata serenità. Niente, a parte la vita che li travolge di prepotenza portandoli a cambiare di nuovo la loro esistenza e le loro aspettative per il futuro. Questa volta, però, saranno assieme, sotto lo stesso tetto, ad affrontare quelle sfide che sembrano insormontabili.“Il nostro posto nel mondo” è un libro che racconta l’amore quando l’innamoramento è evaporato, affronta un sentimento maturo, quello che ti fa affrontare la vita con la persona che hai scelto di avere accanto. È la celebrazione dei piccoli gesti e delle parole sussurrate, è la magia della condivisione dei momenti che sembrano banali.È il quarto (e ultimo) libro della Stanford Series, conclude la serie ma deve essere letto dopo i primi tre.


Allora? Cosa aspettate?
Buona lettura a tutti!


Review Party "Quando l'amore fa volare" di Patrisha Mar

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, testo

lunedì 18 marzo 2019

Review Party "Vicious. Senza pietà" di L.J. Shen








Titolo: Vicious. Senza pietà

Autore: L.J. Shen

Editore: Always Publishing

Prezzo ebook: 5,99 euro

Prezzo cartaceo: 13,90 euro

Serie: The Saints' series #1






C’è solo un confine sottilissimo a separare l’odio e l’amore.
C’è solo un confine sottilissimo a separare Vicious ed Emilia.


Quando i suoi genitori accettano di lavorare al servizio degli Spencer, Emilia LeBlanc si ritrova a vivere sotto lo stesso tetto con l'erede della famiglia, Baron “Vicious" Spencer. Vicious è sfrontato, spietato e pieno di rabbia. 
Ma l’arrivo di Emilia turberà il suo equilibrio al punto che, da quel momento, Vicious avrà un unico obiettivo: rendere la vita della figlia della domestica un vero inferno sulla terra. 
Emilia farà di tutto pur di evitare di incrociare la strada di Vicious. 
Vicious farà di tutto per farle rimpiangere di aver messo piede a Todos Santos. 
Dieci anni dopo, Baron Spencer è un avvocato brillante, uno scaltro negoziatore, un bellissimo bugiardo. 
E ha un piano per vendicarsi di chi lo ha ferito in passato. 
Quando, nella fredda New York, il suo cammino torna a incrociarsi con quello di Emilia che versa in gravi difficoltà, Vicious le offre un lavoro e lei si ritroverà di nuovo intrappolata nella sua ragnatela spietata. 

Emilia non può immaginare che il ritorno prepotente dell'uomo che è stato il suo tormento, e insieme il protagonista dei suoi sogni, farà crollare tutte le certezze della sua vita come tessere del domino. 
Stavolta Vicious non si fermerà, non fino a che lei non sarà sua. 
Buon pomeriggio a tutte! Oggi vi parlo di un libro a cui non riesco a smettere di pensare. Sto parlando di Vicious-Senza pietà di L.J. Shen, uscito recentemente per la Always Publishing.
L'esordio di quest'autrice in Italia è stato con i fiocchi.
Non leggevo una storia così dai tempi di Jared di Penelope Douglas, ma Vicious non ha nulla da invidiare ai suoi "colleghi di carta", anzi..è molto meglio!
Protagonista di questa storia è Baron "Vicious" Spenser. Perchè lo chiamano Vicious? Lui non ha pietà di niente e di nessuno e per questo tutti quelli che lo conoscono lo chiamano in questo modo.
Lui, insieme ai suoi tre migliori amici (Jaime, Dean e Trent che saranno protagonisti delle prossime storie), comandano la loro scuola.
I ragazzi sono invidiosi di loro, che si fanno chiamare Four Hot Holes, mentre le ragazze ... beh, sono tutte pazze dei FHH, e chi non le capisce!
Solo una di loro non si getta ai loro piedi, non si fa sottomettere dai quattro S... che comandano la scuola, ovvero Emilia LeBlanc.
Lei è una ragazza dolce e gentile, ma non si fa mettere i piedi in testa da nessuno.

Vicious tratta sempre male Emilia. Essendo la figlia dei domestici della sua famiglia è giustificato a trattarla in quel modo, come una serva, e la chiama anche così.
Emilia ha una cotta per Vicious, ma la reprime perchè non le piace il modo in cui si comporta.
Dopo il liceo i due si perdono di vista.
Emilia ora vive a New York con sua sorella minore. Cerca in tutti i modi di farle vivere una vita tranquilla e si divide tra mille lavori per pagare le varie spese.
Ed è qui che entra in gioco Vicious che ha bisogno dell'aiuto della sua Serva per un tornaconto personale.
Emilia ovviamente non vuole aiutarlo, ma ciò che Vicious le darà in cambio le serve troppo, soprattutto per sua sorella.
Odio, attrazione, rancori bloccati per anni non possono più essere repressi e la scintilla tra i due finalmente esplode.
La tensione è tanta, i colpi di scena non mancano e la stronzaggine di Vicious non sparisce.


L.J. Shen è una delle mie piacevoli scoperte di fine 2018, mi aveva conquistata con la breve novella Jingle Bell Rock, e ora con Vicious posso confermare che è una delle mie autrici a scatola chiusa tra le straniere. 
Vicious ed Emilia sono perfetti insieme, come il rosa è perfetto con il nero.
Lo stile dell'autrice mi è piaciuto molto, è scorrevole e intrigante, infatti riesce a tenerti incollata al kindle per ore finchè non finisci la storia.
La casa editrice cura tutto nei minimi dettagli, dalla copertina con la doppia sorpresa che amo, ai particolari nel cartaceo ad ogni capitolo.
Beh, credo che abbiate capito che promuovo Viciou-Senza Pietà a pieni voti!
Ora aspetto con ansia la pubblicazione della novella, Infamous-Senza Vergogna, che parlerà del migliore amico di Vicious, Jaime.
Ora andate a leggere Vicious, che per me è uno dei miglior libri del 2019.
Alla prossima!