domenica 25 marzo 2018

Coffee time with...Clara Sanchez

Conoscere Clara Sánchez è stata un'esperienza bellissima per la nostra Rosy.
Noi abbiamo avuto il piacere di farle qualche domanda su di lei e sui suoi libri per voi. 



Innanzitutto grazie mille per la splendida opportunità, siamo contentissime di poterla conoscere. 
Grazie a voi, lo sono anche io.


La prima domanda è: come nasce la sua passione per la scrittura?
Nasce da piccola, quando io ero bambina; forse per la mia condizione familiare, perchè, a causa del lavoro di mio padre, dovevamo spostarci in molte città e cambiare spesso casa. Questa sensazione di perdita, di non avere un luogo da definire "casa" può traumatizzare un bambino. Nel mio caso ha fatto sì che si sviluppasse questa passione per la scrittura, perchè mi dava tutto quello che io perdevo nella vita di tutti i giorni.

C'è stato un autore, in particolare, che ha influenzato il suo stile?
A me piace molto la letteratura "naturale", non adornata, come la letteratura di Natalia Ginzburg, una scrittrice italiana. E' un tipo di letteratura che mi piace perchè è come la mia e la sento mia.

Parliamo invece del suo romanzo d'esordio, pubblicato in Italia come "La forza imprevedibile delle parole". Narra di un tema molto particolare, come l'ineguatezza del mondo moderno. Come è nata l'idea per questa storia?
E' nata dal fatto che nessuno è come sembra, e che dobbiamo trovare la vera persona dietro a quella che vediamo. Natalia, la protagonista, è una donna che impara a trovare la verità dietro alla sua stessa vita.




C'è un genere che non scriverebbe mai?
Ah, non so, non so dirlo, ma forse lo storico non lo sento mio. Al momento ho altre tentazioni, ma chissà...


Come descriverebbe L'amante silenzioso, il suo ultimo romanzo?
L'amante silenzioso è un romanzo con un intrigo molto forte, che ruota attorno alla manipolazione psicologica delle persone, anche se il tema principale è l'amore.
Tutti i personaggi de L'amante silenzioso hanno perso un amore, e questo senso di perdita si è trasformato in debolezza. Ma tutti devono imparare ad essere forti. 
Per esempio Ezequiel è un ragazzo che ha perso un amore che gli ha fatto molto male, e questa debolezza fa di lui una vittima molto facile; infatti sarà scelto per una setta.
Isabel è una donna traumatizzata dal suicidio del fratello, e si sente in colpa perchè crede che avrebbe potuto salvarlo. Visto che non ha potuto salvare il fratello vuole disperatamente salvare Ezequiel, e da qui inizia tutta un' avventura che porterà alla crescita e alla maturità, ma anche alla scoperta di se stessi. Tutto questo attraverso l'amore.



La ringrazio tanto per la disponibilità, e in bocca al lupo!




Spero vi sia piaciuta l'intervista, e aspetto di leggere i vostri commenti!


e

Nessun commento:

Posta un commento