lunedì 11 febbraio 2019

Recensione "Solo il tuo profumo" di A.I. Cudil




Titolo: Solo il tuo profumo

Autore: A.I. Cudil

Editore: Self Publishing

Prezzo ebook: 2,99 euro

Prezzo cartaceo: 11,44 euro

Serie: Six Senses #4




Vivere di soli espedienti, raggiungere una certa stabilità e respirare a poco a poco, guardando un orizzonte fatto di speranze.
 Questa è la vita di Sylvie, ciò che la muove, ciò che la anima. 
Perché il suo passato è troppo complicato e il peso che porta nel cuore a stento riesce a farla respirare. 
Philippe, d’altronde, è il fratello che lei stessa ha condannato a un letto d’ospedale. 
Come uscire da questa impasse emotiva?
 Eppure, quando Damian irrompe nella sua vita, unendosi alla squadra del Six Senses, a Sylvie sembra quasi di rinascere. 
Il loro amore cresce in un lampo, puro e sincero, e nonostante il lavoro di entrambi rappresenti un ostacolo quasi insormontabile, la loro attrazione appare sempre più forte. Ma quando i desideri di Damian per il proprio futuro iniziano a prendere il sopravvento, per Sylvie è ora di svegliarsi dall’incanto. 
Il Six Senses riapre le porte, e questa volta per trasportarvi in una storia tormentata, potente.
 Perché non tutte le storie d’amore iniziano nel momento perfetto per viverle, alcune hanno bisogno del giusto mix di essenze per creare un profumo indimenticabile.


Ciao a tutti! Sono ancora qui... e stavolta per parlarvi di un romanzo di un genere molto diverso da quelli che leggo di solito. 
Ho iniziato questa serie per pura curiosità, senza avere grandi aspettative, in un momento in cui mi approcciavo al genere romance e cercavo ancora di capire quale fosse il “mio”, quali fossero quei romanzi e quei generi in grado di farmi palpitare il cuore. 
Nonostante tutti i miei dubbi iniziali il Six senses mi è entrato subito nel cuore e anche quest’ultimo “senso” mi ha ammaliata. Ebbene sì, torna Antonia I. Cudil con i nostri ragazzi della serie Six senses, che prende il nome dal luogo in cui è ambientata la serie e dove i protagonisti lavorano. In particolare, oggi andiamo finalmente a conoscere in “solo il tuo profumo” Sylvie e Damian, che fin dal primo libro ci avevano incuriosito.
 Questa volta l’autrice ha scelto di tornare a pubblicare in self, mentre i libri precedenti sono editi da Giunti editore. 

La serie è composta da: 
1- Solo il tuo sapore 
1.5- Solo un assaggio
 2- Solo la tua voce 
2.5- Solo un sussurro 
3- Solo la tua carezza
 3.5- Solo un piacere 
4- Solo il tuo profumo
 5- Solo il tuo sguardo (in fase di stesura) 

Più un romanzo spin off, essendo collegati i protagonisti con quelli del six senses ma ambientata in un’altra città: aspettavo solo te. 
Ciò che, come sempre, mi ha colpito di quest’autrice è l’eleganza mista alla sensualità delle sue ambientazioni e dei suoi personaggi, che non scade mai in mera volgarità, nonché la cura e l’attenzione per i dettagli, per le descrizioni, per la caratterizzazione dei personaggi, tutti diversi tra loro ma estremamente coerenti, credibili e fedeli a loro stessi.
 Sylvie la vediamo dall’inizio di questa serie e a me è sempre parso un personaggio un po’ ambiguo, non ero proprio sicura che mi stesse simpatica o mi piacesse.
 Invece ora che l’ho conosciuta mi sono dovuta ricredere! 
Certo non è un personaggio facile, è una donna molto disinibita, che ha sofferto tanto e soffre ogni giorno e ha dovuto fare la scelta più difficile, diventare una prostituta, per il bene di qualcun altro.
 A differenza di altri libri in cui comunque questo viene vissuto con profondo squallore e vergogna, nella serie six senses questo aspetto viene posto in secondo piano per valorizzare invece la crescita di quelli che si trovano in questa situazione, fino a quando riescono ad uscirne.
 Aspettavo anche con molta curiosità di leggere del famoso e misterioso Damian, l’unico in grado di turbare la nostra Sylvie. 
Ho amato la loro storia, è un amore profondo che nasce da subito e cresce nel tempo, negli anni... tra gelosie e profonde sofferenze che riesci a sentire fino in fondo: perché quando sei in questo mondo, fai questo lavoro, che speranza hai di viverti la tua storia d’amore?

 “Contro ogni buon senso, consiglio e razionalità, mi sono avvicinata a Damian, e penso che in questi mesi la cotta iniziale sia diventata amore.
 Purtroppo, il fatto di sapere che anche lui prova la stessa attrazione nei miei confronti rende tutto più complicato” 

“Vorrei renderla felice, vorrei che non dovesse mai più preoccuparsi dei soldi, Di come provvedere al benessere di suo fratello, e… E sono un gigoló. Domani avrò un appuntamento e farò sesso con una donna per denaro. Come posso pensare di rendere felice Sylvie quando so già che domani la farò soffrire?” 

Il libro è diviso in tre parti, che coincidono con tre momenti della vita dei protagonisti e con tre momenti della maturazione del profumo, che risulta un elemento importante della narrazione avendo Damian la passione per i profumi e le essenze, al punto da rendere la sua passione il suo sogno e da metterlo davanti a qualsiasi cosa. 
Rivediamo tanti personaggi, sia del Six senses sia i protagonisti delle novelle.
 Conosciamo il misterioso marchese e vediamo un po’ di più Irina... inutile dire la curiosità che mi è rimasta addosso! 
Per non parlare del prologo del libro successivo, semplicemente da cardiopalma. 
Insomma, non è una storia facile, non è un contesto facile o sereno o banale quello in cui ci troviamo e quello in cui loro si innamorano. 
Ma piano piano riusciamo a capirli, riusciamo a vederli per quello che sono: due persone, piene di difetti, che commettono mille sbagli, ma che si amano e fra mille di questi sbagli, fra tante notti con altre persone e tanto orgoglio, si ritrovano. 
Avrei voluto vederli un po’ di più insieme a godersi la loro vita e la loro quotidianità, ma solo perché mi sono piaciuti troppo!
 In conclusione non posso che consigliarvi questa serie se non l’avete letta e questo romanzo in particolare, perché ogni libro è più bello e meglio caratterizzato del precedente. 
Aspetto il prossimo!! ;)
 E vi ricordo che Antonia Iolanda Cudil sarà al Festival Romance Italiano di Milano per chi vorrà conoscerla.

4,5 stelline








1 commento:

  1. Grazie! Mi fa davvero piacere che anche il prologo del prossimo libro abbia suscitato il tuo interesse :)

    RispondiElimina