venerdì 22 settembre 2017

Recensione "La madre sbagliata" di Sally Hepworth


Titolo: La madre sbagliata
Autrice: Sally Hepworth
Casa Editrice: Piemme
Prezzo cartaceo: 18,50
Prezzo ebook: 9,99
Pagine: 322

Trama: Le donne della famiglia Bradley sembrano, da tre generazioni, essere nate con una missione: portare alla luce i bambini delle altre donne. Neva è la più giovane: sua nonna Floss, una donna saggia e di buon senso, ora in pensione, ha aiutato tantissimi neonati a venire al mondo; sua madre Grace ha fatto la stessa cosa, e ogni bambino traghettato alla vita dalle sue mani esperte è stato per lei una magia in grado di rinnovarsi ogni volta. Ma adesso che è lei stessa a portare in grembo un bambino, Neva sa che dovrà portare con sé anche un segreto: l'identità del padre, che non vuole, e non può, rivelare a nessuno. Ma sua madre, Grace, non riesce a capirlo: e più cerca di scoprire la verità, più Neva si ritrae. Quanto a Floss, il segreto che circonda la maternità della nipote la riporta a un altro segreto. Il suo segreto, di sessant'anni prima. Forse è il momento di svelarlo? O forse ci sono certe verità che è meglio tenere nascoste anche alle persone più vicine?



Recensione: Ho trovato il romanzo davvero bello e ben scritto, la storia è avvincente ed emozionante. Le tre figure narranti, donne, fanno vivere ognuna la storia a modo diverso. Da questo libro si evince la forza della donna nonostante tutto. La narrazione è immacolata, perfetta per il periodo e molto ricercata nel lessico. Nonostante all'inizio fossi scettica sul tipo di narrazione, mi sono poi lasciata coinvolgere piacevolmente. Ogni protagonista è ben delineata, le descrizione sono perfette e molto curate soprattutto durante i momenti importanti quali il partorire. Pertanto ne consiglio la lettura, soprattutto a chi cerca romanzi sulla forza della donna. L'ho davvero apprezzato.

Voto : 4/5



2 commenti:

  1. Mi ispira tantissimo anche questo romanzo oltre La donna del bosco. Amo le storia tutte al femminile e penso che questo possa perfettamente rientrare tra i miei gusti letterari. A presto Rosa

    RispondiElimina
  2. La trama sembra interessante. Mi sa che lo segno nella mia lista

    RispondiElimina