martedì 26 settembre 2017

Recensione "Shadowhunters" di Cassandra Claire



Mille anni fa l'angelo Raziel ha mescolato il proprio sangue con quello degli esseri umani, dando così vita ai Nephilim, metà umani e metà angeli che abitano il nostro mondo senza che nessuno possa vederli. Si chiamano Shadowhunters e obbediscono alle leggi fissate dal Libro Grigio. Il loro compito è dare la caccia ai demoni che portano rovina e distruzione. Da qui prende le mosse una delle saghe più appassionanti di questi anni, capostipite dell'urbanistica fantasy.


Recensione

Quella che sto per fare è la recensione di una saga che mi sta molto a cuore. Mi ha accompagnata durante tutto l'anno scolastico e i personaggi mi hanno vista crescere e maturare di giorno in giorno come io ho visto crescere e maturare loro di libro in libro. L'ho letta con calma, senza foga, in modo da godermi tutte le pagine e, diciamocelo...anche per allungare il brodo perché non ho mai voluto smettere di leggerla, per quanto mi è piaciuta! I protagonisti di questi sei libri sono persone che ho amato e stimato dall'inizio alla fine. Insieme a loro ho pianto, sorriso, sclerato, mi sono arrabbiata, ci sono stati attimi in cui avrei voluto andare dalla Claire solo per gridarle contro ed altre in cui l'ho adorata talmente tanto da voler andare da lei solo per abbracciarla e ringraziarla...insomma, avete capito il concetto. Tornando a noi...prendiamo Clary, il personaggio principale: nelle prime pagine è semplicemente una mondana che va a scuola, esce e si diverte con il suo migliore amico Simon; vive con la madre Jocelyn che le ha trasmesso la sua passione per il disegno e il suo amico Luke, che l'ha cresciuta come se fosse un padre. Dopo un po' di capitoli, invece, incontra Jace, (ah, il mio amato Jace), Alec e sua sorella Isabelle in un club chiamato "pandemonium": loro sono degli shadowhunters, coloro i quali cacciano i demoni e salvano i mondani, con metà sangue angelico, e dovrebbero non essere visti da nessuno. Ma lei, invece, sembra possedere la vista e riesce anche a parlare con loro. Così, dopo aver scoperto la sua vera natura e che un pazzo spietato di nome Valentine ha rapito sua madre, Clary comincia le sue avventure al fianco dei suoi amici per ritrovarla e sconfiggere quest'uomo pericoloso. Se dirà a Simon chi è davvero? Lo scoprirete leggendo, io non vi dico altro altrimenti vi spoilero tutto e non credo vi piacerebbe. Come stavo dicendo prima, il carattere di Clary muterà nel corso dei libri: diventerà più cauta, esperta, determinata, coraggiosa...insomma, la donna che vorrei diventare io tra qualche anno! E con lei, anche gli altri personaggi cambieranno, soprattutto Jace, uno dei miei preferiti, con la sua aria simpatica, le sue battutine sarcastiche e il visino angelico che colpisce tutte le ragazze, shadowhunters e non...e io aggiungerei anche vampire, streghe, fate e licantropi perché, sì: esistono anche loro, e sono chiamati Nascosti. Vorrei tanto dirvi di più sugli altri personaggi e su quelli nuovi, ma non voglio anticiparvi nulla perché altrimenti perderete tutto il bello e non vorrete più leggerlo! Vi rassicuro, però, che una volta cominciato non smetterete più di leggere: questa saga vi rapirà, pagina dopo pagina, diventando una vera e propria fissa dalla quale non risicirete più a staccarvi perché vorrete sapere sempre di più, scoprire i misteri, i segreti, gli avvenimenti, le storie d'amore dietro ad ogni protagonista, alcune impossibili, altre possibili ed altri ancora eterne...insomma, shadowhunters vi farà sognare! E, a rendere interessante tutto ciò, ci si metterà anche il modo di scrivere della Clare: chiaro, scorrevole, misterioso, curioso...in pratica vi affascinerà parola per parola senza farvi annoiare mai perché vi prenderà tanto...almeno, così è successo a me. Cassandra scrive in terza persona, quindi l'autrice è esterna in tutti i sensi; secondo me ha fatto molto bene perché, in questo modo, passa dal punto di vista di un personaggio all'altro con fluidità e facilità. Il modo in cui racconta non solo fa comprendere a noi lettori che ci mette passione in ciò che scrive, ma ci fa entrare nel vivo della storia, convivere con l'ansia per tutto il tempo...e sorridere, gioire e morire dalle risate.
Quindi...che dire? Consigliatissimo! Cinque stelline mi sembrano pure poche! Non vedo l'ora di leggere anche i prequel!

Nessun commento:

Posta un commento