venerdì 8 settembre 2017

Review Party "In mare aperto" di Clive Cussler

Buongiorno a tutti cari lettori!
Oggi parliamo di un libro da cui mi aspettavo davvero tanto, trattandosi di un autore tanto acclamato, ma che poi si è rivelato un bel ni.



1910. Sul transatlantico britannico Mauretania, partito dall’Inghilterra e diretto verso gli Stati Uniti, viaggiano due scienziati europei artefici di una sensazionale scoperta, che nascondono nel timore di vederla cadere nelle mani sbagliate. 
A conferma delle loro peggiori paure, durante il viaggio i due rischiano di essere rapiti, ma l’intervento provvidenziale dell’intrepido capo della Van Dorn Detective Agency in persona, Isaac Bell, li salva.
Gli assalitori però non si danno per vinti, e in un secondo attacco uno dei due scienziati perde tragicamente la vita.
In che cosa consiste davvero la loro scoperta? E se fosse la chiave per rivoluzionare l’economia, la cultura e forse qualcosa di ancora più importante? 
Isaac Bell si ritroverà coinvolto in una schermaglia letale contro un agente segreto senza scrupoli che non si fermerà davanti a niente pur di fornire ai tedeschi un vantaggio nella strada che porterà alla guerra.
Il detective dovrà scoprire l’identità e gli obiettivi di quest’uomo nel disperato tentativo di fermarne l’opera. Ma potrebbe essere già troppo tardi...

Clive Cussler ci porta a bordo del Mauretania, un translatlantico che viaggia verso gli Stati Uniti.
Qui incontriamo Isaac Bell, un detective che scopre due scienziati creatori di una scoperta che però non vogliono ruvelare per paura che questa finisca nelle mani sbagliate.
Lo stile di Cussler è estremamente curato, ma nonostante ciò ho trovato questo libro troppo lento e poco coinvolgente.
La narrazione in terza persona mi ha tenuto a distanza dalla storia, non mi ha fatto legare ai personaggi come in genere accade nei libri ed ha reso la lettura eccessivamente pesante.
Sarà che non è il mio genere, ma ho fatto difficoltà a leggerlo.
Consiglio questo libro a chi ama, ovviamente, il genere, perché credo che sia scritto bene come pochi altri, data l'esperienza che l'autore ha alle spalle, anche se a me non è piaciuto.
⭐⭐⭐


Nessun commento:

Posta un commento