mercoledì 18 ottobre 2017

Recensione "Signore delle ombre" di Cassandra Clare


 Trama:
Rinunceresti all'amore della tua vita per salvare la tua anima?
Onore, senso del dovere, rispetto della parola data: questi sono i principi che guidano l'esistenza di ogni Shadowhunter. Oltre alla certezza che non esista un legame più sacro di quello che unisce due parabatai, compagni di battaglia destinati a combattere e a soffrire insieme. Un legame che mai e poi mai - questo dice la Legge - dovrà trasformarsi in amore.
Emma Carstairs sa bene che il sentimento che la unisce al suo parabatai, Julian Black­thorn, è proibito e che proprio per questo potrebbe distruggere entrambi. Sa anche che, per non rischiare la loro vita, dovrebbe scappare il più lontano possibile da lui. Ma come può farlo, proprio ora che i Blackthorn sono minacciati da nemici provenienti da ogni dove?
L'unica loro speranza sembra racchiusa nel Volume Nero dei Morti, un libro di incantesimi straordinariamente potente su cui tutti vogliono mettere le mani. Per questo, dopo aver stretto un patto con la Regina Seelie, Emma, la sua migliore amica Cristina, Mark e Julian Blackthorn partono alla ricerca del libro, affrontando mille insidie, imbattendosi in potenti nemici ben consapevoli che nulla è ciò che sembra e nessuna promessa è degna di fiducia.
Nel frattempo, a Los Angeles, la tensione crescente tra Shadowhunter e Nascosti ha rafforzato la Coorte, la potente fazione interna al Consiglio strenua sostenitrice della Pace Fredda e disposta a tutto pur di impossessarsi dell'Istituto.
Ben presto però un'altra, nuova minaccia si fa avanti, sotto le spoglie del Signore delle Ombre - il Re della Corte Unseelie -, che spedisce i propri guerrieri migliori sulle tracce dei Blackthorn e del libro. Con il pericolo ormai alle porte, Julian concepisce un piano rischioso che prevede la collaborazione con un personaggio imprevedibile. Ma per ottenere la vittoria finale sarà necessario pagare un prezzo che lui ed Emma non possono nemmeno immaginare, e che avrà ripercussioni su tutti coloro e tutto ciò che hanno di più caro al mondo.


Non so proprio da dove iniziare. Dire che sono sconvolta è un eufemismo, credo. Questa donna mi uccide.
Cassandra, sappi che se ti prendo ti faccio rivivere due volte l’inferno che hai creato per i tuoi personaggi. È una promessa.
Cioè, davvero, ragazzi, sono più che convinta che ci sia un girone dell’Inferno fatto apposta per lei, Martin e Nicholas Sparks. Ok, anche Shonda Rhimes.
Torniamo a noi: Signore delle Ombre è SPETTACOLARE. Seguo Cassandra da diverso tempo e ogni anno è un libro che divoro. Ha questa incredibile capacità di catturarti nel fiume delle sue parole… Non so se invidiarla o ammirarla. Nel dubbio, entrambe!
Questo romanzo è un concentrato di avventura, determinazione, amore, crudeltà… Cavolo, c’erano momenti in cui ero talmente agitata che trattenevo il respiro fino a sentirmi male.
La trama la trovate qui sopra, quindi è inutile fare il riepilogo delle vicende, vi dirò semplicemente cosa mi ha colpito di più.
La fermezza di Julian. Julian è legato alla sua famiglia in una maniera meravigliosa. Farebbe di tutto per proteggere i suoi fratelli - ma veramente, veramente di tutto - e la trovo una cosa bellissima e inquietante. Cassandra è riuscita a farmi provare entrambe le sensazioni in una volta sola… Genio.
Julian e Emma. Altro motivo per cui amo ma odio profondamente la Clare! Cioè, ma io dico, come ti viene in mente di farli diventare Parabatai? Si vedeva lontano un miglio che Julian era cotto, per l’Angelo, non sei umana, sei un demone infernale!
Kit e Ty. La loro amicizia è… ambigua. Non riesco a capire se mi ricorda più la Jalec o la Malec (capite a me). Insomma, credevo davvero che Ty e Livvy sarebbero diventati Parabatai, e invece… Non ci posso pensare, non posso fare spoiler e soprattutto vorrei evitare di prendere il pc a sprangate (cosa mi fai, Cassadica!). Comunque, coppia approvata. Li adoro!
Cristina e Mark. Il loro rapporto evolve ad ogni pagina. È la coppia più strana che io abbia mai incontrato, eppure sono così legati… Non vedo l’ora di scoprire come andrà tra loro dopo lo scherzetto fatato!
Sono stata felicissima anche di aver rivisto i miei Malec e i loro piccolini. Sto sognando ad occhi aperti la loro trilogia *^*
Cos’altro posso dire senza rovinarvi la lettura? Dovete leggere Signore delle Ombre. Dovete provare tutte le folli, incredibili emozioni che scatenano le parole della Clare, le magiche sensazioni che riesce ad esprimere in modo così tangibile, quasi fossero reali. Non potete rinunciare a sentirvi invincibili come Emma, buoni come Cristina, spaesati come Mark, intelligenti come Ty, fighi come gli Herondale, leali come i Blackthorn. Ma state attenti, è un circolo vizioso… Una volta che ne entrate, non sarà per niente facile uscirne.
Be’, io ve l’ho detto! Alla prossima recensione!


2 commenti:

  1. Credo che la lista di autori che avrebbero diritto a un biglietto per quel girone infernale sia piuttosto lunga! Lord of Shadows effettivamente spezza il cuore, soprattutto perché, nonostante l'autrice avesse anticipato 4 morti, credo che nessuno si aspettasse quella finale. Penso di aver trattenuto il fiato per tutta la scena, continuando a pensare "non è vero! Non sta succedendo! Non lo ha fatto!". E invece...

    Angie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Donna malefica! Non riesco mai ad arrivare preparata alla fine dei suoi romanzi. MAI. Cavolo, non ci potevo credere... le ultime pagine!!! Sono rimasta in fase di negazione per i successivi tre giorni. Ora le scrivo e mi faccio pagare l'analista!

      Elimina