martedì 14 novembre 2017

Recensione "L'amore fa male" di Lauren Layne






Michael St. Claire è cresciuto a New York e non si sarebbe mai aspettato di ritrovarsi a vent’anni con indosso degli stivali da cowboy. Ma non poteva neanche immaginare che il suo vero padre fosse un completo estraneo con una famiglia a Cedar Grove, nel Texas. Né avrebbe potuto prevedere che proprio lì avrebbe incontrato la donna dei suoi sogni: Kristin Bellamy. Kristin è bellissima, intelligente, raffinata. Sarebbe perfetta, se non fosse per un piccolo dettaglio: esce con Devon, il nuovo fratellastro di Michael. La sorella sfacciata e prorompente di Kristin, Chloe, è sempre stata innamorata di Devon Patterson. Così, quando Michael si offre di aiutarla a far rompere Devon e Kristin, Chloe accetta con entusiasmo. Ma quando Chloe finalmente raggiunge il suo obiettivo, fa una scoperta sconvolgente: non vuole più l’uomo per cui ha combattuto, ma quello che è stato al suo fianco. Riuscirà Chloe a convincerlo che per amore vale la pena di correre dei rischi?

Recensione


Michael  è fuggito dall' Upper Side,  lasciandosi alle spalle certezze, sicurezza economica e famiglia. Una famiglia che lo ha fatto crescere nella menzogna fino a quando gli viene sbattuta in faccia la cruda verità.  A complicare il tutto un triangolo amoroso  che  viene distrutto portandolo  a cercare qualcosa altrove.  
Giunge in Texas, tra polvere e niente più  lusso, dove incontra la spumeggiante Chloe, una ragazza riccioluta e un po' sovrappeso cresciuta nell'ombra  della bellissima e alla moda sorella.
Partita veramente col botto, mi  ha coinvolto molto, ma non posso dire che sia stato così coinvolgente fino alla fine, dato che nel finale si è  caduti un po' nello scontato.
Non fraintendetemi, il lieto fine c'è stato anche questa volta, ma mi ha lasciato un senso di indifferenza per la sua banalità.
Nonostante ciò, mi sento di consigliarvelo, perchè è una storia davvero carina.

☆☆☆☆
 

Nessun commento:

Posta un commento