martedì 19 dicembre 2017

Recensione "Maledetto Natale" di Mariella Mogni

                           


Titolo: MALEDETTO NATALE
Genere: erotico
Casa editrice: Eroscultura
Pagine: 170
Costo: 3,99 euro
Uscita: 1 dicembre 2017
Formato: ebook



Come dovrebbe essere una storia d’amore tra una donna e un uomo? Certo, ognuno di noi avrà la propria risposta, ma siamo sicuri che la maggior parte risponderebbe: dolce passionale, commovente. Qualcuna/o aggiungerebbe: impetuosa, carnale, a tratti feroce. Mariella Mogni ci dona tutti questi ingredienti per una straordinaria cena di Natale. Ed è proprio a pochi giorni dal Natale che il romanzo prende le mosse. Federica, sola e amareggiata, ripercorre gli ultimi otto mesi, segnati dalla sua storia con Michele. Un amore nato per caso, su un treno, e sballottato da una città all’altra in cerca di un difficile equilibrio. È stato facile per entrambi abbandonarsi a una passione travolgente, assoluta, di quelle che lasciano i segni sul corpo e riempiono il cuore di speranza. Ma la storia di Federica e Michele non sembra essere nata sotto i migliori auspici e lei non riesce ad adattarsi al ruolo di amante di un uomo sposato, legato da obblighi e sensi di colpa a una donna che non ama più. Per questo si prepara a trascorrere il Natale da sola. Il maledetto Natale delle amanti, delle donne costrette a ripetere “Scegli, o me o lei” Quante donne e uomini si ritroveranno in Federica e Michele, quanti soffriranno per i contrasti, le liti, le discussioni. E quanti si ecciteranno per la passione che cola come miele da queste pagine così ben scritte, perché un amore senza passione e carne, si chiama amicizia. ADATTO A UN PUBBLICO ADULTO


Quando il Signore ha distribuito le “penne” alle autrici, quella di Mariella Mogni doveva per forza essere di platino. Eccelsa, non c’è altro d’aggiungere.
Ogni volta che leggo un suo romanzo, mi sembra di rivivere una storia che è stata la mia, o di qualcuno a me caro. Ed è proprio questo il suo punto di forza. Mariella non ha la necessità di raccontare amori fra misteriosi miliardari belli da togliere il fiato e ragazzine trasandate e un po’ ingenuotte, per incollare il lettore alle pagine dei suoi libri. No, a lei basta semplicemente raccontare di quegli amori che tutti abbiamo vissuto almeno una volta nella vita, quelli un po’ “sporchi”, sbagliati, sicuramente distruttivi, ma incredibilmente veri. E lo fa in una maniera che attrae, incanta, seduce. Non una sbavatura, non un calo di tensione, non una scena fuori posto.
La storia d’amore tra Federica e Michele, vi coinvolgerà fino alla fine, in un turbinio di emozioni e sentimenti che non stenterete ad incamerare come vostri a tutti gli effetti. Ancora una volta, Mariella Mogni sceglie di mettere al centro di un suo romanzo la realtà che, se così magistralmente narrata, riesce a sprigionare una potenza attrattiva che nessuna finzione sarà mai in grado di eguagliare.
Un capitolo a parte, poi, è rappresentato dall’erotismo, un po’ il “filo conduttore” di tutta la vicenda e che viene descritto dall’autrice con quel suo immancabile tocco di classe, che contraddistingue anche le scene più “crude”. Nulla, in quel sesso di cui leggiamo fra le pagine di questo romanzo, ci appare mai sgradevole. Come per la storia in sé, anche esso è reale, fisico, irruente, talvolta disperato, ma mai volgare o improbabile.
Con questo racconto natalizio, che rompe tutti gli schemi con la tradizione, Mariella Mogni annovera, fra i suoi, un altro piccolo capolavoro.
Assolutamente da non perdere. Per i più romantici, ma anche per quelli che non lo sono affatto.
Cinque stelle… E lode!



2 commenti:

  1. Risposte
    1. https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1027557147396016&id=100004252210765

      Elimina