giovedì 19 aprile 2018

Recensione "Un altro giorno ancora" di Bianca Marconero

Elisa Hoffman ha imparato presto a cavarsela da sola. Ultima di cinque fratelli, vive per la famiglia e per l’equitazione. L’esclusivo maneggio in cui lavora, alle porte di Milano, è il posto che ama di più al mondo, e mette da parte tutti i risparmi per riuscire a comprarsi Sparkle, un cavallo che ha addestrato per mesi. Tutti i suoi sogni, però, si infrangono alla notizia che Andrea, un ragazzo terribilmente bello e ricco, ha offerto più soldi e ha acquistato il cavallo che le era stato promesso. Elisa non si dà pace e riversa su di lui tutto il suo risentimento. Ma Andrea è davvero così freddo come sembra, o sotto il ghiaccio si nasconde qualcosa di diverso? Un imprevisto, un accordo e un’inattesa amicizia con il nemico permettono a Elisa di scoprire che il ragazzo, in realtà, possiede delle qualità inaspettate… Una storia sull’amore in tutte le sue declinazioni, e sui sentimenti che, come fiori selvatici, crescono in silenzio, senza che nessuno li annaffi. 



Ci sono libri che riesci a spiegare, di cui riesci a raccontare. E poi ci sono i libri di Bianca Marconero. Quei libri di cui non riesci a parlare. Libri che ti lasciano un mondo, e che ti lasciano senza parole.
Perché potresti anche sprecare tutte le parole che esistono, ma non riuscirai mai a spiegare la magia, l'emozione e tutto il resto. È impossibile.

Dopo Marco di L'ultima notte al mondo, che ho amato alla follia, Andrea Serpieri è il mio secondo personaggio maschile preferito. Su di lui non c'è nulla da dire.
Ma Elisa, con il suo carattere forte, a volte non l'ho sopportata.
Eppure la vediamo crescere, e vediamo motivate tutte le sue scelte.
Perché la Marconero non crea personaggi, dando loro difetti e buttandoli lì, ma crea tante situazioni per giustificare quello che loro sono. E perché sono diventati così.

L'amore in questo romanzo assume un significato diverso. Non è l'amore per un uomo. È quell'affetto sovrumano che ci lega ad un animale. Quell'amore unico ed insostituibile.
È un'amore misto a passione, a emozione, a voglia di riscatto, a voglia di emergere. È un mondo, non sono solo cavalli.

Anche questa volta ho amato lo stile, semplice, dolce e delicato, in un romanzo che si assapora poco a poco. Un libro perfetto e unico.
Un'altra conferma!
🌟🌟🌟🌟🌟

Nessun commento:

Posta un commento