lunedì 18 giugno 2018

Recensione a "Per lanciarsi dalle stelle" di Chiara Parenti


Titolo: Per lanciarsi dalle stelle
Autrice: Chiara Parenti
Editore: Garzanti
Data d’uscita: 14 giugno 2018
N. pagine: 345.
Prezzo e-book: 9,99 Euro
Prezzo cartaceo: 16,90 Euro
Link d’acquisto:Per lanciarsi dalle stelle

È normale avere paura.

Serve solo un unico, magnifico istante senza di essa.


«Vorrei che per una volta tu provassi a lasciarti andare, a non aver paura di fallire, a non dire “no”, a fare quello che davvero vuoi. E sai come si vince la paura? Facendo proprio quello di cui si ha paura! Mettiti alla prova, ti sorprenderai tu stessa di quello che sei in grado di fare. Non dimenticare il mantra: “Fai almeno una volta al giorno una cosa che ti spaventi!” e vedrai che più cose fai e più trovi la forza per farne altre. Sono poche le cose che abbiamo davvero ragione di temere, credimi.»
Fai almeno una volta al giorno una cosa che ti spaventi e vedrai che troverai la forza per farne altre.

Sono queste le parole che Sole trova nella lettera che la sua migliore amica le ha scritto poco prima di ripartire per Parigi, subito dopo l’unico litigio della loro vita. Quel litigio di cui Sole si pentirà per sempre, perché non rivedrà mai più Stella, la persona più importante per lei. Sole non smette di guardare quel foglio perché, anche se ha solo venticinque anni, non c’è nulla di più difficile per lei che superare le proprie paure. Sa che, se le tiene strette a sé, non c’è nulla da rischiare: il lavoro sicuro per cui ha rinunciato al sogno di fare l’università; il primo bacio mai dato perché è meno pericoloso immaginarlo tra le pagine di un libro che viverlo realmente. Ma ora Sole non può più aspettare. Lo deve alla sua amica. Così per cento giorni affronta una paura alla volta: dal lanciarsi con il paracadute al salire sulle montagne russe; dall’attraversare un bosco sotto il cielo stellato al fare un viaggio da sola a Parigi. Giorno dopo giorno, scopre il piacere dell’imprevisto e dell’adrenalina che le fa battere il cuore. A sostenerla c’è Samanta, un’adolescente in lotta con il mondo che ha paura persino della sua immagine riflessa. Rivedendosi in lei, Sole prova a smuovere la sua insicurezza e a insegnarle ciò che ha appena imparato: è normale avere paura, quello che serve è solo un unico, singolo, magnifico istante senza di essa. Ma c’è un unico istante che Sole non è ancora pronta a vivere. L’istante in cui deve confessare la verità al ragazzo di cui è da sempre innamorata. Una prova più difficile di tutte le altre. Perché anche l’amore può vestirsi d’abitudine e confondere. E per amare davvero bisogna essere pronti a mettersi in gioco. Perché persino i sogni possono cambiare quando sono solo una favola.

Dopo il successo della Voce nascosta delle pietre, Chiara Parenti regala ai suoi lettori un nuovo romanzo che ci insegna a guardare dentro noi stessi. Una storia sull’importanza di assaporare ogni attimo, di non perdere le occasioni della vita. Una storia sull’amicizia che quando è sincera scava dentro anche se fa male. Una storia sul coraggio di guardare oltre la paura per toccare le stelle.


Chi di voi non si è mai lasciato condizionare da una paura? Chi non ha mai preso l’aereo per paura di volare? Chi non è mai salito sulle montagne russe per paura delle altezze? Chi non si è mai concesso una follia per paura delle conseguenze? Tutti noi abbiamo le nostre paure, piccoli grandi limiti che ci impediscono di vivere pienamente la nostra vita. Sole ne ha tante di paure, è abituata a vivere nella sua piccola teca di cristallo, lontano dagli scossoni della vita, in una routine spenta e priva di vere emozioni. La sua luce è Stella, la sua migliore amica, l’avventuriera, l’appassionata, quella capace di stravolgere la propria vita solo per uno sguardo, quello giusto.
Un unico litigio, un allontanamento di due giorni, un imprevisto e il mondo finisce. Sole si ritrova senza la sua luce e scopre che la sua routine non basta più. Le sue sicurezze, le abitudini, la sua vita sbiadita ora sono come una gabbia, sbarre fredde e pesanti che le stanno strette. Spinta dall’ultima lettera di Stella, decide di cambiare, di seguire la strada che l’amica le ha mostrato, di affrontare una paura al giorno alla ricerca della felicità, quella di cui Stella le parlava.
Ed eccola la storia di Sole, una storia di coraggio, di amicizia, di confronto, di maturazione, di dolore e di rinascita. La sua strada diventa in salita, non tutti la comprendono, la madre apprensiva la fa sentire in colpa, la collega scorbutica la aggredisce, l’unico amore della sua vita, Massimo, il fratello di Stella, la prende in giro. Il suo sostegno è Samantha, una ragazzina come lei, che della paura ha fatto il suo scudo e la sua prigione. La determinazione di Sole, resa più salda dall’amore per Stella, riuscirà a illuminare non solo la sua vita, ma anche quella di sua madre, della sua collega, di Massimo, di Samantha e di tante altre persone. La sua strada alla ricerca di un unico, singolo, magnifico istante senza paura la porterà talmente in alto da consentirle di guardare il suo mondo con occhi diversi. In fondo Stella non aveva tutti i torti.
Una storia di rinascita, di vibranti emozioni, di paure e di coraggio, di amore e di scoperta, la storia di Sole, la storia un po’ di tutti noi.
Inutile dire che questo romanzo merita di essere letto e assaporato con calma, per chi ha voglia di positività, di mettersi in gioco e scoprire fin dove può arrivare.
I miei più sinceri complimenti vanno all’autrice, Chiara Parenti, per aver saputo delineare una protagonista come Sole, con le sue imperfezioni, le sue paure, la sua voglia di cose belle, il suo carattere ricco di sfaccettature, in un modo così reale da farmi sentire lei.
Cosa aspettate? Correte in libreria e scoprite come si fa a lanciarsi dalle stelle.





Nessun commento:

Posta un commento