giovedì 13 settembre 2018

Recensione "Oggi non è un giorno qualunque" di Federica Di Iesu



Titolo: Oggi non è un giorno qualunque 
Autore: Federica Di Iesu
Editore: Autopubblicato
Data d’uscita: 04 Giugno 2018
N. pagine: 218
Prezzo e-book: 2,99
Prezzo cartaceo: 9,99
Link d’acquisto: Oggi non è un giorno qualunque



Borgo Sole è un piccolo e tranquillo paese arroccato tra i monti del Trentino, dove tutti i cittadini si conoscono e vita e passioni si consumano attorno alla piazza principale. 
Anna e Ariel sono due amiche che condividono la casa e il lavoro nella loro bottega d’arte in cui i colori naturali estratti artigianalmente vengono usati per creare piccoli capolavori.
Tutto sembra scorrere serenamente ma sia Anna che Ariel nascondono segreti che hanno segnato il loro passato. La situazione e la vita di Anna subiscono una scossa quando Daniel, il grande amore della ragazza, torna a vivere in paese dopo un lungo periodo di assenza. L’arrivo del ragazzo e il verificarsi di una tragedia costringeranno Anna a mettere in discussione le proprie certezze e a intraprendere un viaggio alla scoperta di un segreto che riguarda proprio la sua adorata amica Ariel.
Una storia dolce e intensa che coinvolge dalla prima all’ultima riga con misteri da svelare e colpi di scena.



A Borgo Sole nessun giorno è "un giorno qualunque". 
La protagonista Anna vive assieme all’amica più anziana Ariel, accolta in casa da quest'ultima dopo la morte del padre e il successivo abbandono della madre quando Anna era appena adolescente. Assieme, gestiscono in paese una bottega d’arte di colori naturali, di cui vanno fiere.
Ariel, però, non è l'unica amica che Anna possiede: Betty, segretamente innamorata di Alex, barista donnaiolo famoso per le sue avances in paese, è la spalla su cui spesso la protagonista trova conforto.
Anna e Ariel sono inseparabili e con i loro caratteri, così diversi e così simili allo stesso tempo, si completano l’una con l’altra. Eppure, qualcosa si mette sempre in mezzo a loro: i segreti del loro passato. Ariel, infatti, si blocca ogni qualvolta si presenta l'occasione per parlare del suo precedente lavoro come insegnante. Dall'altro lato, la stessa Anna cela qualcosa dentro il suo cuore: una relazione finita qualche anno prima con l'affascinante Daniel, trasferitosi poi altrove a causa della loro separazione.
Ecco che, in quella mattina di Novembre, il passato di Anna si palesa nuovamente davanti a lei: Daniel, infatti, è ritornato a Borgo Sole con la madre, intenzionato a restare.
Da quel momento i giorni si susseguiranno frenetici, dove i due protagonisti si troveranno a dover lavorare assieme, stuzzicandosi e cercandosi segretamente, fino ad arrendersi ai propri sentimenti ed accettare a cuore aperto che sono ancora innamorati l'uno dell'altra.
Tuttavia, la vita di Anna non sarà turbata solo dal ritorno del suo ex ragazzo, ma anche da una notizia sconvolgente che riguarderà proprio Ariel. Un evento che farà riaffiorare piccoli particolari del passato dell'amica, e che darà la forza ad Anna di mettersi in cammino verso una nuova città, al fine di ricomporre i pezzi del puzzle e risolvere l'enigma.
Un romanzo che tiene il lettore incollato alle sue pagine dall'inizio alla fine, portatore di un bellissimo messaggio: valorizzare ogni singolo giorno. Per quanto una persona abbia avuto un passato doloroso e traumatico, con buona volontà e con l'aiuto delle persone intorno, è sempre possibile rialzarsi in piedi ed essere di nuovo felici.
Lo stile della scrittrice è molto semplice e scorrevole. Sa dove vuole arrivare con ogni frase, ed è questo che ti "proibisce" di distogliere l'attenzione dal testo. In tutto il romanzo permane la bellissima figura del colore come elemento essenziale, capace di influenzare negativamente o positivamente la vita di ognuno di noi. Non mancano le descrizioni limpide dei paesaggi, chiare e coincise a tal punto da considerarsi un richiamo alla purezza della natura. I personaggi sono abbastanza definiti, i colpi di scena non mancano, anche se avrei preferito un maggior approfondimento degli stati d'animo di Anna e Daniel riguardo certi avvenimenti.
Immergermi nella lettura di questo romanzo è stato un toccasana, mi ha svuotato completamente la mente dal tran tran della vita quotidiana, riempiendola invece di pensieri positivi e freschi. 
Faccio davvero i miei complimenti a Federica per aver creato una storia cosí semplice e pura, ma al tempo stesso anche intima e profonda. 


«Avete mai pensato all’importanza del colore nella nostra vita? No? Be’, anche se non ne avete la piena consapevolezza non preoccupatevi perché, inconsciamente, ce l’avete. Ora, non sono qui per dare lezione sul colore, ma ho aperto il discorso in questo modo per dirvi che la persona a cui è dedicata l’asta ha fatto del colore la propria vita e ha trasmesso la sua passione a migliaia di studenti, tra i quali c’ero anche io. (…) Non smettete di porvi domande, di essere curiosi e di conoscere, saranno il vostro antidoto contro la vecchiaia.»



Nessun commento:

Posta un commento