giovedì 8 novembre 2018

Blog Tour "Amami per quella che sono" di Lucia Iannone


Buongiorno a tutti, oggi il blog si occupa della prima tappa del blog tour del romanzo rosa “Amami per quella che sono” di Lucia Iannone in uscita il 14 novembre 2018 in Self Publishing!
Venite a scoprire di più!!




Titolo: Amami per quella che sono

Autore: Lucia Iannone

Editore: Self Publishing

Prezzo ebook: 2,99 euro

Data d'uscita: 14 Novembre 2018




I tatuaggi, le auto veloci e le moto da corsa sono le sue passioni, diventare una regista di successo è il suo sogno. Madison è giovane, bella e determinata e si trasferisce da Londra a New York per cogliere un’occasione d’oro per la sua carriera. Delusa dall'amore e intenzionata a non farsi più ingannare da nessun uomo, Madison incontra Trevor Sullivan, un bellissimo ragazzo che però ha tutta l’aria di essere un Don Giovanni. Trevor diventa da subito la persona su cui Madison riversa la sua sete di vendetta e tra sesso, liti e giochi psicologici, i due s’incontreranno scontrandosi: ognuno forte del proprio carattere e delle proprie esperienze pregresse ma entrambi bisognosi di innamorarsi davvero e per sempre. La loro relazione combattuta, tra alti e bassi, dovrà fronteggiare molti ostacoli tra cui il passato di Madison che ritornerà per ferirla ancora e un’insidia nel presente che tenterà di distruggerle la vita. Nonostante la presenza di Trevor e dei suoi nuovi amici newyorkesi, Madison dovrà ancora una volta combattere da sola i suoi demoni e trovare la forza di superare le sue paure.


“Amami per quella che sono” è un contemporary romance, un’avventura fra i sentimenti dei i personaggi, l’amore e la passione che li travolge. La protagonista, Madison Butler, è una ragazza forte e determinata a realizzare il suo sogno: diventare una regista di successo. All’inizio è piena di risentimento nei confronti del genere maschile, si trasferisce a New York per iniziare la sua nuova vita, lasciando alle spalle la sua amata Londra, la sua famiglia e il tradimento del suo ragazzo storico. Ciò la porterà a perdere la fiducia nell’amore ma soprattutto negli uomini. Finché non incontrerà gli occhi color metallo di Trevor Sullivan, lei scaglierà contro di lui tutto il suo astio, anche se Trevor cercherà di conquistare la sua fiducia. A far da padrone nel romanzo è anche l’amicizia che legherà Tina e Madison, la sua nuova migliore amica nonché coinquilina. Tra la passione, la paura di innamorarsi e il suo passato, Madison combatterà per superare i suoi limiti, però qualcosa di impensabile e spaventoso la stravolgerà di nuovo.








“Sono seduta al tavolino di un bar a sorseggiare una tazza di caffè nero bollente e senza zucchero.
Avevo bisogno di una pausa, un po' di tempo per riflettere su tutti i cambiamenti che ho dovuto affrontare in così poco tempo; sono ancora molto confusa anche se felice.
È successo tutto qualche mese fa, subito dopo la laurea, quando il mio relatore ha deciso di inviare la mia tesi al famoso regista Mark Collins. Da quel momento, tutto è cambiato così velocemente da non darmi il tempo di capirci qualcosa: Collins ha visionato il mio progetto e, contro ogni mia previsione in cui credevo che al massimo mi avrebbe ignorata, mi ha scelta come aiuto regista per il suo ultimo film.
Non posso ancora crederci ma è tutto vero: mi sono trasferita da sola, qui nella Grande Mela, e sto per affrontare la mia prima esperienza lavorativa nel mondo del cinema.
Sorseggio ancora il mio caffè mentre i pensieri non riescono a fermarsi nemmeno per un’istante: valuto il mio presente, immagino un ipotetico futuro e poi cado nella malinconia ripensando alla mia famiglia e a quanto mi manchino mia madre e mio padre. So bene che sono stati proprio loro a insistere perché io cogliessi al volo questa grande opportunità, e sapere che sono felici e orgogliosi di me, mi rincuora.
Sospiro e guardo al di là delle grandi vetrate del bar: la gente qui corre come se non avesse mai tempo, parlano tutti al cellulare indossando auricolari e non si guardano nemmeno in faccia; anche Londra è caotica ma non fino a questo punto.”






1 commento: