domenica 4 novembre 2018

Review Party "Polvere di stelle" di Angela Contini






Titolo: Polvere di stelle

Autore: Angela Contini

Editore: Newton Compton Editori 

Prezzo ebook: 1,99 euro

Serie: Hunted series #2




Dopo aver scoperto di essere in grado di prevedere il futuro grazie al suo DNA ibrido, Abby Allen deve fare i conti con una delle peggiori visioni che le capita di avere: quella che le svela la morte di Kevan, l’alieno di cui è innamorata, che sembra si sacrificherà per salvare proprio lei. Sceglie quindi di stargli lontana, ma più lei si allontana, più Kevan le si avvicina, conscio ormai di non poter più fare a meno della “colorata” presenza di Abby. Riuscirà la ragazza a tenere fede ai suoi propositi, o le lusinghe dell’alieno avranno la meglio sulla sua volontà?
Nel frattempo, la lotta contro i Niviuxiani, la razza aliena a cui appartiene Kevan, prosegue senza esclusione di colpi. Abby, Kevan, Dakota e Jay, intraprendono un viaggio che dovrebbe portarli al sicuro. Ma le cose non andranno come previsto, perché si sa, il futuro riserva sempre delle sorprese. I ragazzi si ritroveranno al punto di partenza e l’incubo della cattura si abbatte di nuovo sulle loro vite. Abby e Kevan dovranno perciò incontrare il triste epilogo che è stato scritto per loro, o forse il futuro può essere ingannato?


Oggi vi parlo del secondo libro della trilogia fantasy “Hunted” di Angela Contini, uscito il 31 ottobre grazie a Newton Compton: “Polvere di stelle”. Il primo libro, “Universi sconosciuti”, era uscito il 18 settembre, mentre il terzo dal titolo “Oltre l’infinito” uscirà il 5 dicembre.

Se non avete ancora letto il primo libro vi consiglio di non procedere nella lettura perché saranno inevitabilmente presenti spoiler del primo libro.

Ricordate come si era concluso il primo romanzo? Il finale al cardiopalma, con la terribile visione di Abby?
Il romanzo riprende da lì, descrivendoci una Abby inizialmente combattuta tra l’amore per Kevan e la paura di diventare la causa della sua morte e il gruppo dei “ribelli” pronto a concludere la guerra con Rhio, riprendersi i propri cari e soprattutto vendicarsi di quelli persi.


Kevan
 “Non sono così coraggioso. Non farò finta che non mi importi, almeno non lo farò con me stesso. Gli eroi, quelli veri, li lascio ai film e ai romanzi. Io sono solo un ragazzo che viene da lontano; ho poteri particolari, d’accordo, ma ho un cuore che batte e che vacilla come tutti e, in fin dei conti, non voglio morire, come non lo vorrebbe chiunque altro”


Il romanzo racconta appunto il difficile e lungo viaggio di questo gruppo, concentrandosi sui nostri meravigliosi 4 personaggi (Abby, Kevan, Jay e Dakota) che, dopo essersi separati dagli altri, devono raggiungere un luogo sicuro.
Durante questo viaggio fatto di fughe, combattimenti, rapimenti e tanti colpi di scena tutti da leggere e da gustare, vediamo i sentimenti di Abby e Kevan diventare sempre più profondi e maturi, sfociare in un amore immenso e dolcissimo, che non potrà che farvi sospirare. Ogni dubbio è scomparso, ora si deve solo cercare di sconfiggere chi impedisce loro di vivere la propria vita insieme… e con il pensiero costante della visione di Abby che incombe su di loro fino alla fine, rimarrete incollati per scoprire se e in che modo si risolverà ed evolverà la situazione.

Punto di estrema novità ed interesse di questo romanzo, che ci introduce al prossimo, è la storia di Dakota e Jay, fratello di Emily e ibrido con il potere di governare il fuoco.
Ricordate l’aliena un po’ stronza del primo libro? Bè, dimenticatela… Dakota è cresciuta e profondamente cambiata. Scopre che tutto ciò che credeva non è stato altro che una bugia e questo la scuote nel profondo… il suo POV (presente anche nel primo libro) ci permette di vivere e comprendere appieno questo cambiamento e di sentirci vicino a questa ragazza così contradditoria, insicura e inaspettatamente dolce. Il “passerotto” così scontroso all’apparenza, soprattutto nei confronti di Jay, nasconde un’anima sola e fragile… saprà Jay prendersene cura?

Oltre alla storia della lotta tra alieni ed ibridi, molto curata nei particolari, che ci permette di conoscere tanti personaggi diversi tra loro e l’esistenza di tanti mondi oltre al nostro, ho adorato i personaggi di questo libro: abbiamo avuto infatti modo di vedere il percorso di crescita e la storia di Abby e Kevan soprattutto, ma anche, più sullo sfondo, di Dakota. Rimane un grandissimo punto interrogativo il personaggio di Jay: chi è realmente dietro la sua facciata arrogante e strafottente?

Abby rimane sempre Abby, fa sorridere con le sue frasi spesso inopportune e il suo essere senza filtri, ma ora sta crescendo e deve fare i conti con un primo grandissimo amore, che ha il potere di renderla la persona più felice ma anche di annientarla, e con una nuova presenza nella sua vita: suo padre. 
Ricordate che nel primo romanzo scopre che i suoi genitori in realtà non sono quelli con cui è cresciuta e conosce il suo “vero” padre? In questo romanzo viene approfondito il loro rapporto, spiegate le ragioni per cui il padre ha dovuto abbandonarla e in modo quasi commovente assistiamo al loro ricongiungimento.


Abby 
“Dopotutto la vita è un groviglio di rimorsi e rimpianti inevitabili, nonché di attimi di intensa felicità; alcuni durano più di altri. Ho deciso di memorizzarli tutti e tenermeli stretti. Li tirerò fuori quando penserò che tanto la vita non ha alcun senso. E se perderò Kevan, sarà così.”


Vediamo inoltre un Kevan completamente diverso nei confronti della sua Abby: rimane infatti il solito sbruffone con gli altri, con lei invece diventa praticamente un cucciolo dolcissimo e innamoratissimo, disposto a tutto per salvarla.

Kevan “Non posso nemmeno lontanamente concepire l’idea di perdere Abby, ora che l’ho trovata. È la stella che aspettavo da sempre, la luce che cercavo nel buio, la mia vita. È il premio dopo anni di missioni, lotta, addestramento, senza amore, senza sorrisi, senza alcun discorso sconclusionato. È l’esplosione di colori sulla tela bianca che è stata finora la mia esistenza. E non ho intenzione di rinunciarci, per niente e nessuno al mondo”

Per me a questo punto, conclusasi la loro storia, il “pezzo forte” rimangono Jay e Dakota. Ho apprezzato molto la capacità dell’autrice di aver creato due personaggi profondamente diversi dagli altri due protagonisti, i quali non potrebbero infatti essere più diversi: dove di là c’è amore e dolcezza, qui c’è rudezza e freddezza. Jay è ferito profondamente e vuole solo scappare, mentre Dakota è alla disperata ricerca di un posto che sia solo suo, ora che ha perso quello a cui è sempre appartenuta.

Quindi, con la lotta che incombe e che pare destinata a non finire, non ci resta che attendere il prossimo romanzo per conoscere la storia di questa coppia che sarà semplicemente vulcanica. Dakota avrà un gran bel lavoro da fare con un soggetto come Jay,… ma ho la sensazione che ne varrà la pena!


Dakota
“Nessuno può farmi male, nessuno. Non più. Quando ti tolgono tutto, quando non hai nulla per cui combattere, chi può ferirti?” La sua voce si insinua come una vipera nelle mie orecchie. Mi serpeggia nell’anima che ho scoperto di avere e che da settimane mi ricorda che vivere fa male. “Non ho più emozioni che mi dissanguano”, continua lui. “Sono seppellite sotto un mucchietto di cenere chiuso in una maledetta urna. Sono svuotato. Non c’è più niente dentro di me, niente che valga la pena di essere salvato, quindi non provarci.”





1 commento: