martedì 19 marzo 2019

Review Party "Quando l'amore fa volare" di Patrisha Mar

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, testo



Titolo: Quando l'amore fa volare

Autore: Patrisha Mar

Editore: Newton Compton Editori

Prezzo ebook: 2,99 euro

Prezzo cartaceo: 10 euro

undefined





Virginia è innamorata, senza essere ricambiata, di Alessandro, il più caro amico di suo cognato. Lui è il suo Clark Kent, il suo supereroe senza mantello: veterinario, aspetto vagamente nerd, occhiali da vista e non particolarmente alto, per la precisione più basso di lei. Ma Alessandro, dopo una grande delusione d’amore, si è convinto che le donne sia meglio tenerle a distanza, perché portano solo guai. Tollera l’amicizia con Virginia perché non ha alcuna complicazione sentimentale. Lei, d’altra parte, continua a stuzzicarlo per dimostrargli che, anche se in passato è stato ferito, la vita è troppo bella per trascorrerla chiudendo a chiave il cuore. E quando Alessandro la assume temporaneamente come segretaria del suo ambulatorio, Virginia crede che sia finalmente arrivato il momento di far crollare tutte le sue difese. Riuscirà a fargli capire che non serve avere un mantello per essere dei supereroi?
Lui ha perso ogni fiducia nelle donne.
Lei gli farà cambiare idea.


Ciao a tutti! Oggi il blog partecipa al review party dell’ultimo romanzo della italianissima Patrisha Mar, che incontreremo il 29 giugno a Milano: quando l’amore fa volare. Il romanzo è uscito il 18 marzo con Newton Compton e fa parte della “serie delle eccezioni”, che è composta per ora da tre romanzi: i primi due, la mia eccezione sei tu e ti ho incontrato quasi per caso, raccontano la storia di Daniel e Sara, ora invece andiamo a conoscere Virginia, la sorellina di Sara da tempo perdutamente innamorata senza essere ricambiata di Alessandro, migliore amico di Daniel.
Il romanzo può essere letto anche se non avete letto i primi due, ma vi consiglio comunque di non perderveli!

Quello che ho più apprezzato del romanzo è la caratterizzazione dei protagonisti: l’autrice ce li fa conoscere a fondo, con tutte le loro contraddizioni e le loro particolarità grazie al POV alternato.
Alessandro fa il veterinario ed è una persona burbera, risponde sempre male (alle persone ;)), ha vissuto una brutta esperienza in amore e tiene tutti a distanza... ma c’è una piccola mosca che gli ronza sempre intorno e della quale non riesce (e forse non vuole) proprio liberarsi.

Alessandro: “Questa donna mi farà impazzire con il suo sorriso sempre allegro, con l'entusiasmo di una quattordicenne al suo primo appuntamento. Voglio essere scorbutico, scontroso e insopportabile se mi va.”

Virginia: “Ho solo una certezza che Io riguarda: è il mio lui, quello giusto. Ne sono certa, sicura come il fatto che la luna sta ancora lassù e orbita intorno al nostro caro vecchio pianeta. Il problema è che Alessandro non lo sa, o forse fa finta di non accorgersene.”


Virginia infatti è trasparente, non fa giochetti e non ha peli sulla lingua: non gli nasconde mai nulla dei suoi sentimenti e continua a cercare Alessandro anche se lui continua a respingerla. È una ragazza d’altri tempi, simpatica, genuina, legatissima alla famiglia (anche se sua mamma è un po’ matta!), solare, un po’ goffa è buffa e una gran sognatrice (soprattutto ad occhi aperti). Si adatta alle situazioni della vita ed è consapevole di sè, ma ciò nonostante rimane assolutamente “una di noi”, con le sue indimenticabili figuracce!

“Comunque, come dicevo, ho avuto un paio di ragazzi, ma non ho incontrato il vero amore. No, sto mentendo. Non ho ancora incastrato il mio vero amore, ma sono certa di averlo già incontrato.”

“Alessandro Gualtieri è più inaccessibile di me. No, non abbandono le speranze, non lo farò mai perché lui capitolerà, lo farà, e quando succederà, ringrazierà il Signore per avermi incontrato.“


“Amore... Scommetto che quel cretino pensa che l'amore faccia schifo. Dovrei procedere con un'operazione a cranio aperto per asportargli tutte le scemate che stanno là dentro. Dover sempre lottare per conquistare un centimetro, per segnare un punto, è estenuante. Penso che l'amore dovrebbe essere spontaneo, una fonte di eterna contentezza e giovinezza dell'anima.”

Il problema è che anche queste persone che non sanno cos’è l’orgoglio e hanno un’altissima capacità di sopportazione hanno un limite e quando lei lo raggiunge finalmente Alessandro prende la scossa che merita e sarà lui a muoversi un po’!

La trama non offre spunti di particolare originalità e anche nel racconto non ci sono risvolti sconvolgenti. Tutto è un po’ prevedibile, lei che lo fa ingelosire, lui anche, entrambi che ci cascano... ma comunque vuoi assolutamente vedere come va a finire e cosa li farà finalmente capitolare. Perché, come dicevo, quando ti affezioni ai personaggi conta solo vederli felici e il loro percorso è stato molto piacevole da leggere. Niente drammi o separazioni infinite... solo due persone molto particolari che smussando gli angoli del proprio carattere (soprattutto Alessandro) riescono a trovarsi.

Ho apprezzato molto anche rivedere Daniel e Sara nella veste di aiutanti ormai felicemente sposati, che da dietro le quinte hanno tifato e aiutato le persone più importanti per loro, senza mai ostacolarle.

Virginia è una ragazza che mi rimarrà nel cuore, la sua semplicità e ingenuità mi hanno conquistata. È completamente diversa da me ma ha uno di quei caratteri che non puoi non amare e ti fanno intenerire per forza, come se fosse tua amica. E Alessandro, che invece è il classico nerd un po’ precisino, avrà molto da “sopportare”, tra caffè rovesciati e occhiali nuovi da comprare!

Per concludere, vi consiglio di leggere “quando l’amore fa volare” con la sua bellissima copertina: è una lettura piacevole e scorrevole, che vi terrà compagnia e vi farà sorridere per qualche ora.

Alla prossima!

3,5 stelline











Nessun commento:

Posta un commento