martedì 2 aprile 2019

Review Party "Il principe svedese" di Karina Halle








Titolo: Il principe svedese

Autore: Karina Halle

Editore: Newton Compton Editori

Prezzo ebook: 5,99 euro

Prezzo cartaceo: 9,90 euro






Tutto quello che cerchi da una storia d’amore in un unico libro
Non ho mai creduto nelle favole. Non sono una di quelle che perdeva tempo ad aspettare il Principe Azzurro. Crescere in una piccola città della California, insieme con sei fratelli più piccoli, ti insegna che è davvero improbabile che l’amore si presenti alla tua porta invitandoti per una cavalcata romantica verso il tramonto. Quando i miei genitori sono morti e tutte le responsabilità sono ricadute su di me, ho imparato che è inutile sognare e che bisogna guardare la vita per quello che è. Ma poi il destino ha letteralmente trascinato un principe al mio campanello. All’inizio pensavo che Viktor fosse un ricco uomo d’affari, incravattato, bello in modo assurdo. Ma dietro il suo fascino pacato si nascondeva un uomo in fuga dal proprio destino. Viktor di Casa Nordin, Sua Altezza Reale della Corona Svedese era quanto di più lontano potesse esistere dalla mia vita ordinaria. Eppure questo incontro ha cambiato tutto. Può esistere un lieto fine anche per chi non crede nelle favole?
Sono un’inguaribile romantica e, come tale, non potevo farmi sfuggire l’appassionante storia di Maggie e del bel principe svedese, Viktor.
Un principe e una comunissima ragazza di campagna: due personaggi che appaiono agli antipodi ma che sono legati da qualcosa di molto più profondo e sincero.
A legarli in una maniera indissolubile sono i dolori e i problemi che entrambi hanno dovuto affrontare e condividere insieme.
Mi sono ritrovata catapultata in una fiaba in stile contemporaneo, sono anche tornata un po’ bambina, desiderando di avere anch’io la fortuna di trovare il mio principe azzurro, proprio come l’ha avuta Maggie.
Un metro e novanta di irresistibile bellezza, attraente e misterioso, caratteristiche che fanno scaturire una forte intesa tra i due (sia sessuale che non) che non si è mai affievolita durante il corso della narrazione.
Narrazione che non risulta per niente noiosa e pesante, la Hall ha una cura nei particolari divina senza mai risultare prolissa nelle descrizioni.
Le scene più intime sono descritte in modo piuttosto esplicito, senza mai sfociare nel volgare o negli eccessi: ogni scelta è fatta con misura e eleganza.

Voglio il Viktor frenetico, sporco, scatenato. Voglio che mi scopi la testa prima che il corpo, anzi, voglio tutt’e due le cose contemporaneamente. Voglio vederlo
perdere ogni controllo senza riuscire a recuperarlo. Grugnisce contro il mio collo, le mani scivolano lungo i miei fianchi. Inarco il corpo per cercare il suo, so quanto devo sembrare famelica ma non m’importa. Lo voglio, voglio tutto di lui, subito, senza freni, devo liberarmi da questo anelito costante, da questo prurito che chiede di essere grattato. Liberami, è il pensiero che mi attraversa la mente come un fulmine.’


Entrambi i protagonisti hanno passati dolorosi e storie appassionanti: leggendo è come se avessi vissuto le stesse vicende dei due innamorati.
Ho pianto con loro, ho riso grazie al tono gradevolmente ironico dell’autrice e mi sono rivista nei pensieri di Maggie; insomma, quale ragazza sana di mente non si sarebbe comportata come lei?
Il loro amore è un qualcosa di appassionante, di forte, di indissolubile.

‘Fa scorrere il pollice lungo il profilo della mia mandibola, lo ferma sulle labbra.
“Potrei baciarti per mille giorni e ancora non sarebbe abbastanza” dice. <Potrei fissarti per un milione di giorni e non sarebbe abbastanza. Potrei toccarti, assaggiarti, stare così profondamente dentro di te da fonderti con la mia pelle, fare queste cose per sempre e ancora non sarebbe abbastanza. Con te l’eternità non basta>.’

È una di quelle storie che ti fa pensare che l’amore vero esista sul serio, che è inutile cercare perché la nostra anima gemella arriverà per caso e che ti insegna che differenze di classi sociali non esistono quando si è nobili nell’animo.
Ma, come ogni romanzo d’amore che si rispetti, non mancano le miriadi di vicissitudini e i problemi che incombono quando le cose sembrano andare per il verso giusto.
Cosa ne penserà la famiglia reale di una giovane americana, povera e con dei fratelli a carico?
Accetteranno una ragazza di condizioni inferiori alle loro?
Sapranno andare oltre l’apparenza?
Loro sono ‘mitt liv, mitt alt’ l’uno per l’altra; tutto è ‘sempre di più, mai di meno’.
Ma come ogni fiaba che si rispetti, vivranno tutti felici e contenti?
Scopritelo andando a leggere questo libro meraviglioso. Non solo l’ho letto, l’ho divorato.
Cinque stelline meritatissime, ve lo consiglio!

Noemi













Nessun commento:

Posta un commento