domenica 14 luglio 2019

Recensione "Kaelen" di Cinzia La Commare






Titolo: Kaelen

Autore: Cinzia La Commare

Editore: Self Publishing

Prezzo ebook: 0,99 euro 

Prezzo cartaceo: 9.99 euro

Data d'uscita:  Kaelen #1




 

“Io sono il fondo, e non ho dovuto trascinarti. Ci sei finita da sola”.
Kaelan Baker è uno tra i più acclamati chirurghi di New York. Un medico dall’indole glaciale che si nasconde dietro a una vita schematica e trova sicurezza nelle abitudini. Eppure, tolto il camice lui cambia nome e diventa un altro. Un uomo perverso e lussurioso, che consuma le sue voglie tra le ombre delle notti newyorkesi.
Kaelan è tutte le maschere che si mette addosso, per questo non ha legami e non è amore ciò che cerca dalle donne. Lui vuole il controllo su tutto, sempre. Non ha mai rischiato di perdere la testa per nessuna, almeno fino a quando nella sua vita non arriva Hannah: audace, seducente, tenace, bellissima e… troppo giovane.

Ma chi può essere Kaelan con lei?




Buongiornissimo! In questa calda domenica vi parlo di Kaelen, primo volume della duologia Kaelen di Cinzia La Commare.
Cos'è Kaelen? Innanzitutto mi sento di dire che non è un romanzo per tutti, forse non lo era neanche per me, ma la curiosità era troppa.
Protagonista del romanzo, come si deduce dal titolo è Kaelen, un uomo stimato nel mondo del lavoro.
Lui è un chirurgo molto rispettato e conosciuto per le sue ottime competenze.
Kaelen, però, non è solo questo.
Lui la sera si trasforma, non in un vampiro tranquille. 
Se durante il giorno salva delle vite, durante la notte le distrugge, dando sfogo alle sue perversioni e fantasie più oscure.
E' un uomo da botta e via, finchè non conosce Hannah.
Hannah, una ragazzina, tanto dolce quanto ingenua che lavora nel bar difronte all'ospedale di Kaelen.
Una ragazzina che diventa la sua ossessione più grande.


Kaelen rimane subito colpito dalla sua bellezza e in un modo o in un altro riesce a corrompere la piccola Hannah.
Lei, anche rimane incantata dalla maturità e dal carisma di Kaelen, e anche quando scopre chi diventa una volta calato il sole, rimane con lui perchè, attraverso alcuni inganni, non apre gli occhi e si innamora di lui.

"Avrei dovuto dirglielo, metterla in guardia, lasciarla andare, liberarla dalle mie menzogne, dal mio possesso, dal mio meschino modo d’amarla, ma da codardo ed egoista non ne fui capace"
(Tratto dal romanzo)

Kaelen è una storia cruda, che parla di realtà e la realtà non è una favola dove la bestia si trasforma in principe azzurro. Ci insegna che non sempre bisogna fidarsi di chi abbiamo davanti, neanche se ci innamoriamo di lui.
Kaelen è il primo romanzo che ho letto di Cinzia La Commare e mi ha fatto penare un sacco, forse non ero pronta ad una storia così, ma come vi ho detto prima, la curiosità era troppa.
Ho amato questa storia? Molto.
Ogni aspetto è curato nei minimi dettagli e Cinzia è stata molto brava nell'analisi psicologica dei personaggi, in particolare di Kaelen.
Una volta finito il romanzo, ho sentito la necessità di leggere ancora di loro, e dopo più di un anno, Cinzia ci ha accontentate.
Domani infatti vi parlerò di Hannah, secondo e ultimo volume della serie.


"Io sono il fondo, e non ho dovuto trascinarti. Ci sei finita da sola"
(Tratto dal romanzo)










Nessun commento:

Posta un commento