A tu per tu con Francesca C. Cominelli


Ciao Francesca e benvenuta su Il libro sulla finestra, il nostro blog letterario tutto in rosa, completamente intonato con la bellissima cover del tuo ultimo libro, The Outbreak.

Prima domanda di rito: chi è Francesca Cominelli e quando nasce la sua passione per la scrittura?
Sono un’impiegata amministrativa in un’azienda del mio paese, un lavoro pieno di emozioni! Seh… come no ahahah
Scrivo da quando sono piccola, mi è sempre piaciuto inventare storie e viaggiare in altri mondi. Ho iniziato seriamente quattro anni fa quando mi dovevo laureare e avevo bisogno di staccare la spina dalla tesi, stavo impazzendo.

Qual è stato il libro che ti ha indirizzato verso questo magico mondo?
Libro nessuno in particolare, una persona sì, una vecchia amica (che ormai non considero più tale purtroppo) mi ha spronata a buttarmi e le ho dato ascoltato.

Di tutto il processo creativo di un libro, fino alla presentazione ai lettori, qual è la parte che preferisci?
Scrivere il libro. È un sogno a occhi aperti e ogni volta non è mai uguale alla precedente. È pura magia.

Tra tutti i tuoi personaggi, chi ti rappresenta maggiormente?
Tutti quanti. In ognuno di loro c’è qualcosa di mio, che siano le ossessioni di Fanny, la passione di Amanda per i dolci, la sbadataggine di Ginny o la passione per la lettura di Britney. Ma anche nei personaggi secondari c’è sempre qualcosa di mio.


Nel tuo ultimo romanzo, The Outbreak, qual è stato il personaggio più difficile da caratterizzare? 
In The Outbreak Fanny e Nathe non sono stati semplici, ma più di tutti Gretchen e Olivia mi hanno dato del filo da torcere.

Quale scrittrice pensi ti abbia ispirato nella stesura di questo chick-lit? 
Mi sono avvicinata al genere grazie a Felicia Kingsley e Paola Chiozza. Sono autrici di grande talento e adoro le loro commedie romantiche.

Quali sono i tuoi progetti futuri? 
Ce ne sono molti. In questi giorni, blocco dello scrittore permettendo, vorrei iniziare il nuovo romanzo. Sarà sempre una commedia romantica, ho già l’idea in testa da un po’ e spero possa farvi ridere ancora di più che The Outbreak 😉

Grazie Francesca per la tua disponibilità, torna a trovarci quando vuoi!
Grazie mille a te per l’opportunità ❤️

Fanny King è una producer ventinovenne con una passione sfrenata per unicorni e paperelle di gomma. È incastrata in una relazione senza sbocchi e, cosa peggiore, alla Owl, il canale per cui lavora, nessuno sembra considerarla all’altezza del ruolo che ricopre.
Un giorno, però, complice a un quadernetto fucsia e il ritorno di un uomo del suo passato, le cose cambiano, ma Fanny non capisce se in meglio o in peggio.
Nathan Cohen, il miglior Executive Producer sulla piazza, torna alla Owl dopo essere sparito da Los Angeles e dalla vita di Fanny per sei anni. Sei anni in cui la ragazza si è rifatta una vita, frequenta la stella delle soap di Hollywood, Troy Jones, ma ha perso l’entusiasmo, la scintilla che l’ha fatto innamorare. Scintilla che l’intrigante e irriverente Cohen sembra intenzionato riaccendere (o scoppiare), a tutti i costi.
Riuscirà Fanny a resistere alla tentazione dell’Executive Producer o scoppierà con tutte le sue paperelle?




Commenti

Post più popolari