venerdì 14 giugno 2019

BlogTour "Lo zingaro" di Jane Harvey-Berrick



Buongiorno a tutti!
 Si torna nel mondo magico del circo grazie alla penna di Jane Harvey-Berrick.
 A voi affascina il mondo del circo e degli stunt-man? 
Che ne dite di scoprire qualcosa in più su di loro?
 Seguitemi!

Titolo: Lo zingaro

Autore: Jane Harvey-Berrick

Editore: Delrai Edizioni

Prezzo ebook: 5,99 euro

Prezzo cartaceo: 16,50 euro

Serie: The Traveling Series #4




Vuoto dentro, il cuore gelido, Zef si rivolgeva a whiskey e droghe per riempire il vuoto che provava. Ora, invece, dopo una condanna e la detenzione, una nuova determinazione cresce dentro di lui: vuole fare qualcosa della sua vita. Da quando è uscito di prigione, ha trovato il suo posto in un circo itinerante e lavora come motociclista acrobatico. Vive all’insegna della velocità, vive intensamente e non rimane mai fermo troppo a lungo nello stesso posto. Non vuole essere legato a qualcuno o qualcosa. Leale e orgoglioso, le uniche persone di cui si preoccupa sono suo fratello e la sua famiglia circense. Fino a quando una ragazza entra nella sua vita, scappata dal passato per rifugiarsi al circo, e il suo mondo all’improvviso cambia. Zef deve scegliere chi vuole essere davvero e ha davanti a sé una nuova strada, quella dell’amore. Una storia autoconclusiva della serie Traveling, che ha saputo emozionare con i suoi protagonisti molti lettori in tutto il mondo, ricordandoci che il diverso non fa paura se a muoverci sono umanità e sensibilità.
La vita del circo non è per tutti e se c’è una cosa che ho imparato è che siamo tutti diversi e belli a modo nostro. Puoi essere un nerd, un tipo strano, un diverso, puoi giocare nella squadra dell’università o essere uno studente laureato con lode. Tutti sono sullo stesso piano dal punto di vista di un circense. Non importa se hai un passato come il mio; ciò che davvero importa è quello che sei nel presente.

La parola circo deriva dal latino circus che, in relazione alla forma dei circhi antichi, vuol significare cerchio. Un termine che descrive anche fisicamente lo spazio scenico che contraddistingue il circo classico: una pista rotonda di circa 13 metri, creata per permettere un'esibizione armonica dei cavalli che ne costituiscono il fondamento.
Il circo è uno spettacolo dal vivo articolato in varie esibizioni di abilità fisica, detti numeri, svolto generalmente in una pista circolare, ma anche diffusamente, nel corso dei secoli come nel panorama attuale, su una scena frontale. Gli spettacoli del circo hanno luogo sotto il tendone, in appositi edifici (circhi stabili), così come all'aperto o in sale teatrali regolari o anche in sale abbastanza grandi.
Le esibizioni rispondono a categorie di base (peraltro flessibili e combinabili) quali numeri aerei, acrobazia ed equilibrismo al suolo, giocoleria, comicità eccentrica e arte del clown, addestramento di animali e arte equestre, esibizioni di rischio tipo il monociclo (bicicletta con una ruota).
Nella sua forma tradizionale novecentesca, il circo, definito nella lingua italiana anche circo equestre, si distingue per la caratteristica di comunità itinerante e per l'appartenenza dinastica dei propri componenti. Alla fine del Novecento, con la definizione di nuovo circo si è legittimato il proliferare di numerose compagnie e spettacoli di provenienza e stile non tradizionali.
(Fonte Wikipedia)

Uno stuntman o cascatore è un acrobata particolarmente esperto nel fingere cadute, tuffi, salti e scene pericolose in genere (in inglese stunts). Nei film, in particolare d'azione, i cascatori fanno da controfigura agli attori protagonisti nelle scene più pericolose.
La categoria si suddivide in vari settori, tra i quali i piloti acrobatici (precision driver), esperti d'armi, combattimenti simulati (maestro d'armi), effetti pirotecnici (fire-stunt) e impatti generici (cadute e tuffi).
Tra le varie categorie possiamo trovare la guida acrobatica e il freestyle che possono essere eseguiti sia con un'automobile che con un quad.
La professione dello stuntman offre la possibilità di lavorare nel mondo del cinema, degli show, nei parchi divertimento ed a eventi esibizionistici. O nel circo, proprio come il nostro Zef!!
(Fonte Wikipedia)


P.S. Mi raccomando! Andate a dare un'occhiata alle tappe preparate dalle altre blogger!



giovedì 13 giugno 2019

Review Party "Senza Regole" di Tijan






Titolo: Senza regole

Autore: Tijan

Editore: Garzanti

Prezzo ebook: 6,99 euro

Prezzo cartaceo: 17,60 euro




Dopo il successo della serie Finalmente noi, tornano gli amatissimi fratelli Kade. Questa volta tocca all’amore profondo e travagliato che unisce Logan e Taylor. Un amore che, come quello di Sam e Mason, è così forte da lasciare senza fiato.


Non dovrei fidarmi.

Non ho bisogno di guai.
Ma senza di te niente è più lo stesso.

Innamorarsi di Logan Kade significa mettersi nei guai. Lo sa bene Taylor, che farebbe meglio a stare alla larga da un tipo che, come il fratello maggiore Mason, ha la passione per il rischio e le sfide. Reduce da una delusione che l’ha lasciata con il cuore spezzato, ha bisogno di ritrovare un po’ della tranquillità e serenità necessarie a ricostruire la propria vita. Una vita che è andata alla deriva dopo il terribile incidente che si è portato via sua madre, punto di riferimento imprescindibile. Eppure, le cose non vanno mai secondo i piani. Nemmeno per la meticolosa Taylor che non lascia nulla al caso. Quando, a una festa, incrocia lo sguardo di Logan, non può negare a sé stessa di esserne attratta. Sente che dietro quella facciata, in apparenza inscalfibile, si nasconde una persona con le sue stesse fragilità, in grado di capirla e di indovinare i suoi desideri. E le sue sensazioni trovano conferma il giorno in cui Logan decide di portarla nel suo posto speciale, una cabina in cima alle montagne russe di un luna park abbandonato. Sul tetto della città, al sicuro tra le calde braccia del ragazzo, Taylor trova il coraggio di confidarsi e, in quell’istante, tutto le sembra possibile. Persino troppo perfetto perché qualcosa, o piuttosto qualcuno, non arrivi a rovinare tutto. E questo qualcuno altri non è che il suo ex fidanzato Eric, tornato per riprendersela. Ma Taylor non ha la benché minima intenzione di lasciarlo fare. Soprattutto adesso che ha trovato un ragazzo attento e premuroso come Logan, per il quale vale davvero la pena di lottare e di infrangere ogni regola.

L’attesa è finita: l’autrice bestseller Tijan, che ha conquistato il cuore di migliaia di lettori nel mondo con la serie Finalmente noi, sempre in vetta alle classifiche con ogni nuovo episodio, torna con un romanzo che mette in primo piano l’amore travagliato tra Logan e Taylor. Un amore profondo da difendere a ogni costo, proprio come quello di Mason e Sam. Perché per ognuno di noi esiste la persona giusta e nessuno ha il diritto di portarcela via.


Buongiorno a tutti, oggi vi parlo di Senza Regole, novella della Fallen Crest series di Tijan.
Io adoro questa serie, è una delle mie preferite ambientate al liceo/college. Dopo aver conosciuto la storia di Mason e Samantha in quattro volumi, finalmente è giunta l'ora di sapere di più su Logan.
Avevamo lasciato il nostro protagonista scottato dalla bellezza di Sam, la ragazza di suo fratello, ma Tijan finalmente ha dato voce ai suoi pensieri.
Logan è un bellissimo ragazzo, ricco e intelligente e perché non può essere felice?
Quando conosce Taylor, figlia dell'allenatore di suo fratello, rimane fulminato da lei. Taylor però non è pronta ad una storia perché è rimasta scottata dal suo ex, ma con Logan sente una connessione speciale.
I due diventano amici, ma l'attrazione è forte e iniziano a nascere sentimenti.
Logan mi aveva già colpito nei volumi precedenti, ma conoscendolo a 360 gradi posso dire che è il mio preferito tra i due fratelli.


Un altro sguardo è comparso nei suoi occhi, rendendoli luminosi
e chiari, quasi sbalorditi. Le sue palpebre si sono abbassate,
tremolanti, e ha chinato la testa. Stavolta il bacio non
era solo per dare piacere. Era qualcosa di più. Era un messaggio
da lui a me e mentre le mie labbra si muovevano sotto le
sue, ho risposto.
(Tratto dal romanzo)

Senza regole è una novella corposa, che potrebbe essere definito come un romanzo vero e proprio.
Tijan è sempre in grado di farci sognare e angosciare durante la lettura perché fa parte di lei mettere alcuni drammi che rendono la lettura più avvincente.
Ringrazio la Garzanti per averci fatto conoscere questa autrice che non ha nulla da invidiare alle altre serie, perché la Fallen Crest series è semplicemente perfetta. Spero che alla fine di questa serie continueremo a leggere ancora di Tijan perché adoro la sua scrittura, fresca e simpatica, ma anche "ansiosa" perché ci lascia senza respiro fino ai ringraziamenti.

Si chiama loganismo, a proposito. Ti sei beccata la versione breve. Stende le persone con la sua parlantina e loro fanno esattamente ciò che vuole, che si tratti di arrabbiarsi con lui o di abbassarsi le mutandine.
(Tratto dal romanzo)

Che dire di Logan? Di certo non ha filtri ed è il creatore di questa nuova corrente letteraria!
Ora andate a recuperare questa serie spettacolare!
Alla prossima gente!




martedì 11 giugno 2019

Recensione "Le signore in nero"




 Sii più intelligente che puoi, è la cosa migliore che tu possa fare.

Sydney 1950. Sui manichini spiccano le gonne a balze e i corpetti arricchiti degli accessori più preziosi. Ma Goode’s non sono solo i più grandi magazzini della città, dove trovare l’abito all’ultima moda. Per quattro donne che lavorano sono anche l’unica occasione di indipendenza. Mentre con le loro eleganti divise di colore nero consigliano le clienti su tessuti e modelli, nel loro intimo coltivano sogni di libertà, di un ruolo diverso da quello di figlia, moglie e madre.
Lesley sogna di continuare a studiare, anche se il padre non ne vuole sentir parlare. Poi c’è Patty che solo sul lavoro sente di valere qualcosa, mentre a casa il marito la tratta come fosse trasparente. Anche per Fay andare al grande magazzino ogni mattina significa sentirsi meno sola. A sorvergliarle come una madre c’è Magda: le sprona a inseguire i loro desideri e a trovare il proprio stile nel vestire, a coltivare l’idea che una donna possa raggiungere qualsiasi obiettivo. Per tutte è in arrivo un tempo di grandi cambiamenti e opportunità inaspettate. Tra un party, un nuovo vestito e nuove consapevolezze, Lesley, Patty, Fay e Magda vivranno il momento magico in cui si decide chi si vuole essere davvero.
Le signore in nero è il primo libro pubblicato in Italiano di MADELEINE ST JOHN. Un libro ambientato negli anni cinquanta, nel culmine della conquista dell'emancipazione femminile, che narra la storia di tre donne alle prese con la loro voglia di farsi valere, in un mondo dove l'opinione di una donna valeva ben poco e dove il lavoro è la loro unica occasione di indipendenza.
Eppure, questa storia totalmente al femminile, fa riflettere molto, soprattuto per quanto riguarda Lisa, la più piccola delle tre, una ragazzina poco più che adolescente, che dopo l'esame di maturità entra come stagista in uno dei grandi magazzini più lussuosi della città, anche se il suo sogno è quello di proseguire gli studi, nonostante suo padre non sia d'accordo. Così piccola e esile, riesce a farsi strada tra pizzi e merletti, in questo mondo che non le apparteneva, ma che piano piano riuscirà a conquistarla.
Anche se questo racconto lascia ben poco spazio al mondo maschile, fa intendere alla perfezione la poca considerazione che avevano per le donne.
Passando agli aspetti tecnici, non vi nego che per quasi metà libro, non riuscivo a trovare un punto di interesse, non una suspance, un colpo di scena, niente di niete. Solo descrizioni accuratamente narrate, ma prive di coinvolgimento. Nonostante il libro si leggesse molto bene, scorrevole in ogni punto, volevo di più.
Poi invece ho capito che il romanzo aveva tutt'altro significato, come ogni libro della St. JOHN, anche questo voleva descrivere l'epoca del cambiamento, dove finalmente anche le donne potevano rincorrere i loro sogni.
Do quattro stelline!!!



Maura

sabato 8 giugno 2019

Blogtour "Le signore in nero"

Viene eletta la prima donna al mondo come primo ministro, ottengono l'indipendenza tantissime colonie africane, Kennedy diventa presidente d'America.
Gli anni '60 sono l'età del cambiamento in ogni genere.
Ripercorriamo insieme i tappi salienti di questi anni.





Nascono le minigonne. 
Appare una nuova silhouette dell'abito: abito a trapezio, corto, poco scollato, senza maniche.

Le donne iniziano a indossare per la prima volta i pantaloni, che appaiono al maschile già dagli anni '20.

In attesa della nostra recensione di "Le signore in nero", vi invitiamo a seguire le altre tappe del blogtour!

Asia

Recensione "La sua prima e ultima" di Terri Osburn


Oggi vi parlo del primo libro della nuova serie “Ardent Springs” di Terri Osburn: “la sua prima e ultima”. È sempre la Amazon Crossing che ci porta la bravissima Terri, dopo aver concluso la serie “Anchor island” (recensione dell’ultimo romanzo qui)
La serie è composta da romanzi autoconclusivi e già a settembre avremo il piacere di leggere il secondo!




Titolo: La sua prima e ultima

Autore: Terri Osburn

Editore: Amazon Crossing

Prezzo eBook:  € 3.99

Prezzo cartaceo: € 9.99



Tutto quello di cui ha bisogno è lì, in quella piccola città incapace di perdonare
A diciotto anni Lorelei Pratchett non vedeva l’ora di scappare dalla sua città natale. Dodici anni dopo, quando i suoi sogni hollywoodiani sono andati in fumo, Lorelei deve tornare ad Ardent Springs e affrontare un passato turbolento. A peggiorare le cose, ad accoglierla è Spencer Boyd, il suo ragazzo di un tempo, più sexy e appassionato che mai.
Per Spencer è impensabile perdere Lorelei una seconda volta, ma lei è convinta di aver spezzato per sempre ogni legame con Ardent Springs. Dovrà dimostrarle che la loro attrazione non si è mai spenta e che in quella piccola città potrà realizzarsi un nuovo sogno.
Dopo l’enorme successo della serie ambienta ad Anchor Island, con La sua prima e ultima Terri Osburn ci porta per la prima volta ad Ardent Springs, in un’irresistibile storia sul primo amore e le seconde occasioni.


Le premesse c’erano tutte: un romanzo sulle seconde possibilità ambientato in una piccola cittadina, un primo amore mai dimenticato, i fallimenti, il reinventarsi, il cadere e il rialzarsi, la famiglia. Ma forse avevo aspettative troppo alte dopo la serie precedente, che avevo apprezzato davvero molto. Ma andiamo a scoprire Lorelei e Spencer nel dettaglio...

Lorelei è una giovane donna che a 18 anni ha lasciato tutte le sue certezze e il suo grande amore per orgoglio e per ambizione. Dopo 12 anni torna a casa “con la coda tra le gambe”, dopo aver visto il suo sogno fallire, e cerca un modo per ricominciare nell’unico posto che per lei è casa.
Qui ritrova Spencer, il suo bellissimo primo amore che è rimasto nella cittadina di sempre, dove è nato e cresciuto e che ama con tutto il cuore. Lui è profondamente coinvolto, insieme alla nonna di Lorelei, nella vita della loro piccola comunità e sarà proprio una di queste attività che gli permetterà di riavvicinarsi a Lorelei.

“Spencer era sempre riuscito a vedere il buono nelle cose. Era un tratto che Lorelei aveva amato in lui. Per quanto odiosa o lunatica fosse stata, Spencer in lei vedeva sempre del buono. Il potenziale di quello che avrebbe potuto essere oltre la facciata ostinata che mostrava al mondo.”

L’ambientazione, come tutte quelle della autrice, hai il suo intramontabile fascino: come si fa a non amare questi piccoli paesi, dove tutti si conoscono e, anche se non sono in grado di farsi gli affari propri, in fondo hanno quasi tutti un cuore d’oro?

Ho faticato ad entrare in sintonia con la protagonista e credo che uno dei limiti di questo libro sia proprio questo: aver lasciato ad un livello un po’ superficiale l’introspezione dei personaggi, l’analisi delle loro motivazioni e soprattutto dei loro cambiamenti. Lei infatti è un personaggio che si evolve profondamente sia rispetto a quando era giovane sia rispetto a quando è tornata: ha un carattere molto spigoloso, orgoglioso, indipendente e a tratti un po’ velenoso. Mentre Spencer mi ricorda un po’ Luke di una mamma per amica (anche se meno burbero): un cavaliere tuttofare, con un gran cervello ma umile e sempre pronto ad aiutare gli altri, che però sa farsi rispettare quando necessario.
La loro storia d’amore l’ho trovata poco coinvolgente, più raccontata che vissuta. Spencer fin dalla prima pagina dichiara di non aver mai dimenticato la sua Lorelei, nonostante siano passati 12 anni, un matrimonio e tante esperienze. Tuttavia non l’ha mai cercata, ha anzi cercato di ricostruirsi la sua vita e solo perché lei è tornata e nel momento esatto in cui è tornata (quantomeno, io ho avuto questa percezione) lui riscopre i suoi sentimenti. Ho trovato questo passaggio troppo poco graduale e non mi ha permesso di rivivere questa scoperta e questa voglia di stare insieme.

“Il fatto che quell’uomo meraviglioso fosse disposto a perdonarla era il dono più grande che Lorelei avesse mai ricevuto. Che fosse anche disposto a lasciarla tornare nel suo cuore era più di quanto lei si meritasse. Ma era abbastanza egoista da prendere tutto, e speró solo che un giorno se lo sarebbe guadagnato.”

Questo è stato ciò che non ho apprezzato del romanzo e che lo rende poco memorabile, tuttavia quella della Osburn è una scrittura molto scorrevole e piacevole, ci restituisce una storia semplice e leggera, ma non scontata né noiosa in quanto succedono molte cose nella vita dei protagonisti e varie storie si intrecciano l’una con l’altra.
I suoi romanzi ti permettono sempre di evadere per qualche ora ed immergerti in realtà simpatiche e un po’ grottesche, quindi la leggo sempre e la consiglio sempre. Questa volta tuttavia mi ha un po’ deluso per gli aspetti che ho cercato di spiegarvi prima ma, come avrete capito, è un’impressione del tutto soggettiva. Quindi sicuramente attendo di scoprire le vostre!



3,5 stelle

mercoledì 5 giugno 2019

Review Party "Solo per una notte" di Christina Lauren






Titolo: Solo per una notte

Autore: Christina Lauren

Editore: Leggereditore

Prezzo ebook: 4,99 euro

Prezzo cartaceo: 12,00 euro
Solo per una notte (Leggereditore) di [Christina Lauren]

Non è affatto facile avere a che fare con Hazel Bradford, lei stessa ne è consapevole. Il caos domina la sua vita, non ha filtri e ha l’abitudine di dire e fare la cosa sbagliata nel momento sbagliato. Al college, per esempio, aveva una cotta per Josh, un tipo solitario e tranquillo. Eppure, quando durante una festa ha finalmente l’occasione di rivolgergli la parola, riesce a rovinare tutto, vomitandogli sulle scarpe. Dieci anni dopo, il destino li fa incontrare di nuovo, ma Hazel non vuole più ripetere gli errori del passato, le basta diventare la migliore amica di Josh. È più che sicura che tra loro non potrà mai nascere nulla: del resto, lui sa bene che disastro lei sia! 
Una sera, per tirarlo su di morale dopo una delusione d’amore, da buona amica Hazel lo convince ad accettare un’uscita a quattro. Ma le cose non vanno come previsto... 

Un romanzo che diverte e coinvolge, in cui humour e sensualità fanno da sfondo a una storia ricca di sentimenti e passione.


Buongiorno a tutti, oggi vi parlo di Solo per una notte di Christina Lauren, un duo che ormai conosciamo bene in Italia grazie alla Leggereditore.
Solo per una notte è un libro unico, non fa parte di una serie. Motivo in più per leggerlo, giusto?
Protagonista di questa nuova imperdibile storia del magico duo è Hazel, una ragazza tutto pepe e sempre in movimento, mentre lui è Josh, uno dei ragazzi che conosce al college e di cui si prende una cotta madornale. Il loro primo incontro, come si capisce dalla trama, non è dei migliori. Infatti, cosa c'è di meglio di vomitare ai piedi del ragazzo che ti piace? Ecco, nulla!
Passano dieci anni, lei è un insegnante delle elementari e destino vuole che una sua alunna sia Emily, ovvero la sorella della sua cotta universitaria.
Alla nostra maestra basta incrociare gli occhi di Josh e capisce di essere fregata e di essere ancora super cotta di lui. Josh invece è fidanzato. Ciò non toglie che nasca una bellissima amicizia tra i due, che con il passare del tempo si avvicina sempre di più alla linea che separa gli amici da qualcos'altro e Josh decide di oltrepassare questa linea e provare a "spegnere" l'attrazione che prova per il nostro uragano Hazel. Decidono insieme di lasciarsi andare, ma solo una volta. Solo per una notte. 

«Perché tu non vuoi uscire con me» gli ricordo con voce tremante.
«E tu nemmeno.» Ma non appena lo dice porta le mani al mio viso, la sua bocca è sulla mia ed è intenso, proprio come ho sempre sognato fosse baciare qualcuno che già amo in modo così profondo e che mi ha vista esattamente come sono.
(Tratto dal romanzo)

Solo per una notte è un romanzo leggero, divertente, ma anche caldo, perfetto da leggere in queste giornate che ci avvicinano all'estate. I pov sono alterni, anche se la vera protagonista qui è Hazel, una donna fantastica e un po' pazzerella che non ha bisogno di nessuno per ottenere quello che vuole e realizzare i suoi sogni.
Anche questa volta il duo Christina Lauren non ha deluso. Loro due insieme sono scoppiettanti. Scrivono delle storie, magari con trame comuni, ma che hanno quel qualcosa in più che le differenzia dalle altre, rendendole speciali.








martedì 4 giugno 2019

Review Party "Tutto il mare è nei tuoi occhi" di Silvia Ciompi







Titolo: Tutto il mare è nei tuoi occhi

Autore: Silvia Ciompi

Editore: Sperling & Kupfer

Prezzo ebook: 9,99 euro

Prezzo cartaceo: 17,90 euro


Ci sono persone che vedi una volta e ti lasciano subito il segno, come se ti firmassero la pelle con il loro nome e si mischiassero alle tue molecole.
 Bolognini Mirko, detto Bolo, è una di quelle. 
Con i suoi tatuaggi sbiaditi, i ricci scombinati e il sorriso più strafottente dell'universo, è entrato nella vita di Gheghe senza avvisare, un pomeriggio d'inverno, mentre fuori il cielo grigio minacciava pioggia, e da lì non è più andato via. 
E Gheghe non si è nemmeno resa conto di quello che stava succedendo, troppo presa a viverla, la vita, per avere paura. 
Nessuno dei due aveva mai pensato che amare qualcuno potesse essere così. 
Così bello, così vero, così pieno di risate, di baci e così doloroso. Anche adesso che sono passati mesi dal loro addio, ogni volta che i loro sguardi s'incrociano è un cortocircuito. 
Come se nulla fosse cambiato e toccarsi fosse ancora inevitabile.
 Entrambi sanno di essere troppo diversi per stare insieme: lui fedele da sempre soltanto alla curva dello stadio, perché è lì che ha imparato a camminare, a correre, a guidare il tifo e a prendersi a pugni; lei ai suoi libri, perché è lì che ha iniziato a sognare. 
Ma l'amore non si può controllare, arriva dritto come un colpo ben assestato che non ti aspetti.
 Un amore inatteso e travolgente, che sa mordere la vita, come solo a vent'anni si può fare.

Buongiorno a tutte, oggi vi parlo di Tutto il mare è nei tuoi occhi di Silvia Ciompi. Finalmente torna in libreria con la storia di Bolo e Gheghe, conosciuti già  in Tutto il buio dei miei giorni (qui recensione). Bolo, come sappiamo, è il migliore amico di Luca (Teschio) e insieme ne combinano delle belle. Gheghe invece è una ragazza che conosciamo nell'ospedale dove viene ricoverata Camille. 
Ma mettiamo da parte Teschio e Cami, e parliamo di loro. E' da quando ho letto il primo libro su wattpad che sentivo il bisogno di avere la storia di Bolo e Gheghe. Silvia aveva iniziato a scriverla su wattpad, ma sapendo che sarebbe uscita in libreria ho avuto la forza di volontà e sono stata in grado di aspettare.
Bolo è tutto il contrario di Teschio. Con quei riccioli spettinati, e il sorriso sempre sulle labbra è pronto a conquistare tutte le ragazze che incontra, ma Gheghe sarà colei che rapirà la sua attenzione.
Il loro primo incontro è come l'atterraggio di un meteorite sulla Terra. Un esplosione.
I due sono agli antipodi. Se Gheghe è il giorno, Bolo è la notte. Ma sappiamo che il  giorno senza la notte non esiste.
Accade così per Bolo e Gheghe. I due appena si conoscono, non possono fare l'uno a meno dell'altro.
Bolo e Gheghe hanno delle vite difficili, segnate dal loro turbolento e doloroso passato e presente. Insieme, però, insieme si faranno forza per poter vivere ed essere felici.

"E non so dargli un nome, a questa cosa, ma so che c'è.
So che mi fa male e bene allo stesso tempo.
So che ha i tuoi occhi, ha il tuo nome.
E che quel nome, Margherita, è il nome di una cosa pulita, di una cosa bianca, con una goccia di sole al centro.
Senza macchie."
(Tratto dal romanzo)

Silvia Ciompi io. ti. adoro. 
Davvero, tu sei speciale. Hai un dono che non tutte hanno, riesci a trasformare anche la frase più scontata in poesia.
Perché è questo che è Tutto il mare è nei tuoi occhi. Poesia. Non è un semplice romanzo. Di quelli ne abbiamo a bizzeffe. Se con Luca e Camille mi hai fatto soffrire, con Bolo e Gheghe le lacrime si sono raddoppiate, ma ne sono valse la pena. Perché la loro storia è imperdibile. Perché questo libro ti insegna che bisogna vivere e amare appena ne hai l'occasione. Grazie per questa piccola perla.





lunedì 3 giugno 2019

Cover reveal "Lo zingaro" di Jane Harvey-Berrick







Titolo: Lo zingaro

Autore: Jane Harvey-Berrick

Editore: Delrai Edizioni

Prezzo ebook: 4,99 euro

Prezzo cartaceo: 16,50 euro (25 Giugno 2019)

Data d'uscita:  20 Giugno 2019

Data d'uscita:  Traveling series #4


Vuoto dentro, il cuore gelido, Zef si rivolgeva a whiskey e droghe per riempire il vuoto che provava.
 Ora, invece, dopo una condanna e la detenzione, una nuova determinazione cresce dentro di lui: vuole fare qualcosa della sua vita. 
Da quando è uscito di prigione, ha trovato il suo posto in un circo itinerante e lavora come motociclista acrobatico.
Vive all’insegna della velocità, vive intensamente e non rimane mai fermo troppo a lungo nello stesso posto. 
Non vuole essere legato a qualcuno o qualcosa. 
Leale e orgoglioso, le uniche persone di cui si preoccupa sono suo fratello e la sua famiglia circense. 
Fino a quando una ragazza entra nella sua vita, scappata dal passato per rifugiarsi al circo, e il suo mondo all’improvviso cambia. 
Zef deve scegliere chi vuole essere davvero e ha davanti a sé una nuova strada, quella dell’amore.

Una storia autoconclusiva della serie Traveling, che ha saputo emozionare con i suoi protagonisti molti lettori in tutto il mondo, ricordandoci che il diverso non fa paura se a muoverci sono umanità e sensibilità.




"Amore, risate, lacrime, sono parte integrante di questo romanzo. Tutti i personaggi trasmettono forti emozioni; Zef e Sara conducono la storia fino alla perfetta conclusione che soddisfa il lettore."
Cali Gals

"Quella tra Zef e Sara è una storia che si sviluppa gradualmente, permettendo a chi legge di entrare in empatia con loro, comprendere e vivere l’evoluzione dei loro sentimenti, passo dopo passo"
Gemma





La vita del circo non è per tutti e se c’è una cosa che ho imparato è che siamo tutti diversi e belli a modo nostro. Puoi essere un nerd, un tipo strano, un diverso, puoi giocare nella squadra dell’università o essere uno studente laureato con lode. Tutti sono sullo stesso piano dal punto di vista di un circense. Non importa se hai un passato come il mio; ciò che davvero importa è quello che sei nel presente.




Jane Harvey Berrick è un'autrice di romance contemporanei e new adult originali ed emotivamente profondi. Trova la sua ispirazione camminando sulla spiaggia dell'Oceano, in compagnia del cagnolino Pip. Questo è il suo quarto romanzo per la Delrai Edizioni, e fa parte della Traveling Series, composta da Il viandante, La viandante e Il nomade.