sabato 20 aprile 2019

Review Party "La strada dei nostri cuori" di Kandi Steiner

L'immagine può contenere: 2 persone, testo





Titolo: La strada dei nostri cuori

Autore: Kandi Steiner

Editore: Always Publishing

Prezzo ebook: 5,99 euro

Prezzo cartaceo: 13,90 euro

Data d'uscita:  18 Aprile 2019

Per tutta la vita Cooper Owen è rimasta in attesa del giorno in cui avrebbe avuto la possibilità di lasciare il malandato campo di roulotte dell'Alabama che per quasi vent'anni ha chiamato casa. Cooper è giovane piena di vita e determinazione, lavora e risparmia per potersi costruire una vita diversa e andare al college a Seattle. Ma quando una mattina un attraente sconosciuto si siede ad uno dei tavoli del locale dove lavora, la sua vita viene messa sottosopra con una semplice domanda: «Cos'è che ti rende felice?» Con quelle semplici parole, per Cooper comincia il viaggio che cambierà tutta la sua esistenza. O forse, a cambiarla, sarà proprio quello sconosciuto dagli occhi impenetrabili, Emery Reed. In un gesto di pura follia, Cooper sale in macchina del taciturno ragazzo che le offre la libertà, e insieme intraprendono un indimenticabile viaggio on the road all'inseguimento dei propri sogni e alla scoperta di sé stessi. Ma, mentre i momenti di gioia e di tenerezza tra loro si fanno sempre più intensi, diventa impossibile per Cooper ignorare i lunghi silenzi di Emery, così come il desiderio irrefrenabile di stargli più vicino e di strapparlo alla sua oscurità.




Salve gente, in questa giornata piena di preparativi per la festa di domani, e di studio, vi parlerò di La strada dei nostri cuori di Kandi Steiner, uscito il 18 Aprile grazie alla Always Publishing.
Ho aspettato l'uscita di un nuovo libro della Steiner da giugno, mese in cui è uscito il suo primo libro edito in Italia, ovvero Per il mio amore, Whiskey (qui recensione).
Finalmente questa fantastica autrice torna in Italia con un nuovo imperdibile romanzo: La strada dei nostri cuori.

Cooper è una semplice ragazza che vive con la sua famiglia, una famiglia alla quale non importa nulla di lei.
E' per questo che decide di andare via, di cogliere l'attimo e viaggiare.
Attimo che coglie accettando il passaggio da uno sconosciuto. Questo sconosciuto, in realtà è un ragazzo educato e dolce, Emery. 
Emery dà a Cooper la possibilità di avere libertà, libertà che cerca anche lui.
Emery era stanco di vivere la sua vita programmata. Cooper era stanca di essere rinchiusa tra il ferrame di una roulotte.
Un incontro casuale, una semplice domanda  ed è così che inizia il viaggio On the road di Cooper ed Emery.
"Cos'è che ti rende felice?"
E' con questa domanda, con queste poche parole che la Steiner inizia a raccontarci questa storia.
Parole semplici, ma che racchiudono un grande significato.
Cosa ti rende felice? è quello che chiede Emery a Cooper anche se non la conosce. 
Sembra una semplice domanda, ma voi sapreste rispondere subito? 
Cooper ha poche cose per essere felice, avendo una famiglia disastrata. Emery è in cerca di quella felicità ignota.



Il loro viaggio mi ha scossa. Oltre ad avere la sensazione di essere con loro in quei luoghi, mi è sembrato di vivere le stesse emozioni. I sentimenti che pian piano nascevano tra loro, le risate, le lacrime, tutto.
Ho viaggiato con loro dal punto di partenza in Alabama fino alla fermata d'arrivo a Washington.
Non ho mai visitato questi posti di persona, ma leggendo questo libro, visitare queste tappe è diventato un mio sogno da realizzare.



«La vita non andrebbe vissuta solo con prudenza» aggiunse con una risata. «Se fosse così, non si chiamerebbe vivere. Si chiamerebbe esistere. E tu sei esistita abbastanza, piccola. È tempo che tu inizi a vivere».
(Tratto dal romanzo)

Kandi Steiner è una persona speciale. Riesce sempre racchiuderti nella storia e fartela vivere come se ne fossi il protagonista.
Nel scrivere questa recensione ho i brividi, non di freddo ovviamente!
Ho i brividi perchè sto ripensando a tutto quello provato durante la lettura. 
Alle sensazioni trasmette attraverso i pensieri di Cooper e alle emozioni attraverso le parole scritte da Emery.
Non ho letto molti libri che parlano di viaggi, ma questo è il migliore tra tutti.
Ovviamente Kandi Steiner con La strada dei nostri cuori si guadagna la medaglia di miglior libro straniero del 2019.
Andate a leggere questo gioiello e buon viaggio con Emery e Cooper!








Review Party "Bend" di Kivrin Wilson

L'immagine può contenere: testo





Titolo: Bend

Autore: Kivrin Wilson

Editore: Hope Edizioni

Prezzo ebook: 3,99 euro

Prezzo cartaceo: ???

Data d'uscita:  12 Aprile 2019

Serie: Waters series #1



MIA
Jay Bradshaw era il migliore amico del mio ragazzo e non avrebbe dovuto essere niente di più, per me, finché non è diventato... altro.
Quando il mio ragazzo del college mi ha tradita e lasciata, spezzandomi il cuore, Jay ha scelto da che parte stare.
Ha scelto me.
Mi è rimasto accanto e, negli ultimi sei anni, è stato la mia roccia, la mia ancora, la mia bussola...
Ora siamo cresciuti, abbiamo finito il college e abbiamo una carriera: io, come infermiera specializzata;
Jay, come dottore.
Lui è stato tutto ciò di cui ho avuto bisogno, ma ora voglio di più. Non riesco a smettere di pensare a Jay e ho smesso di nasconderlo.
È arrivato il momento di scoprire se anche lui mi desidera.

JAY
Un’amica, non un’amante: questo è Mia Waters, per me.
Ho cercato in tutti i modi di far sì che la nostra relazione rimanesse esattamente come è sempre stata.
Io sono la spalla su cui si appoggia, l’ultimo a cui parla la sera prima di andare a letto e, dopo sei anni,
Mia, per me, ha più importanza della mia stessa famiglia.
L’ho voluta nell’attimo stesso in cui l’ho incontrata, ma lei apparteneva a un altro, quindi ho messo da
parte i miei desideri. Non mi sono preso ciò che volevo, non sono il tipo: la sua felicità contava di più.
Finora.
Fino al momento in cui non mi ha fatto una domanda che ha distrutto i nostri taciti confini: “Hai mai pensato di fare sesso con me?”
Per sei anni l’ho tenuta a distanza di sicurezza e ora sento che sto iniziando a cedere e a perdere il controllo.
Non posso permettere che ciò accada.
Ci sono delle ragioni per cui non mi sono avvicinato troppo: Mia non ha ancora dimenticato il suo ex, non del tutto, e non ha la minima idea delle bugie che le ho raccontato.
Cosa potrebbe succedere se lei scoprisse quelle cose su di me? Cosa potrebbe succedere se
scoprisse chi sono veramente?
E cosa farà quando me ne andrò?



Buongiorno a tutte, oggi il blog partecipa al Review Party di Bend di Kivrin Wilson, un nuovo romanzo arrivato in Italia grazie alla Hope edizioni che ci vizia ogni giorno di più!
Bend è un romanzo che ho vissuto in modo diverso.
Questo perché quello che fa da sfondo a questo romanzo è la medicina, e studiando materie simili, mi sono sentita coinvolta diversamente.
I protagonisti di Bend sono Mia e Jay.
Mia è un'infermiera dolce e disponibile, Jay è uno specializzando in medicina.
Cosa hanno in comune oltre alla passione per la medicina?
Una splendida amicizia nata dopo una spiacevole vicenda.
Mia e Jay così diventano migliori amici, condividono tutto, dal lavoro al tempo libero.
Ma se, tra i due ci fosse anche dell'attrazione repressa?

"Hai mai pensato di fare sesso con me?
 Be’, chi non l’ha pensato? Posso assolutamente garantire che, esclusi i membri della sua famiglia, non c’è un ragazzo al mondo che l’ha incontrata e che non l’abbia pensato. Probabilmente anche un sacco di donne. C’è per esempio una ragazza che lavora al botteghino del nostro cinema, una ragazza del college credo, che arrossisce ogni volta che ordiniamo le bibite e i popcorn, e, sicuro come la morte, non sta guardando me quando lo fa. Mia e il sesso sono come il pane e il burro. Come carta e penna. Come cono e gelato."

(Tratto dal romanzo)

Mia e Jay sono come una bomba ad orologeria. I due insieme fanno scintille.
Quando non sono in corsia, sono a rotolarsi tra le lenzuola di un letto.
Mia è una ragazza diretta, non tiene nascosti per se nessun pensiero nella sua testa. Jay invece, non ho nulla da dire. È fantastico e mi ha fatto morire dal ridere in alcune scene.

"Voglio insinuarmi dentro di lui e non andarmene mai. Voglio viverlo, respirarlo e amarlo, lui e solo lui, fino a quando non riuscirò più a ricordare il mio nome."
(Tratto dal romanzo)
Con tutto ciò che decidono di vivere insieme, i sentimenti cambiano. Da amici potrebbero diventare qualcosa di più?
Tra risate e incomprensioni, Kivrin Wilson ci fa compagnia per qualche ora.
Bend è una lettura leggera, piacevole da leggere quando ci si vuole riposare anche per un'oretta.
Spero di leggere presto il secondo volume della serie.
Alla prossima!




 






venerdì 19 aprile 2019

Review Party "Always you" di Veronica Scalmazzi

L'immagine può contenere: una o più persone, nuotare, testo e acqua


Cover reveal "Legàmi" di Ilaria Ferraro e Simona Di Iorio


Titolo: “LEGÀMI - illusioni di verità” (volume 1)
Serie: duologia "Legàmi"
Autrici: Ilaria Ferraro e Simona Di Iorio
Pagine (cartaceo): 177
Editore: Amazon
Genere: Libro per ragazzi (thriller) dai 12 anni in su
Formati disponibili: eBook e copertina flessibile
Prezzo: € 2,99 (ebook) - € 9,89 (cartaceo)



Dopo il successo del thriller per adulti “Le verità di Numeesville”, a grande richiesta arriva il primo volume della versione per ragazzi, affinché anche i più giovani possano vivere e appassionarsi alle vicende dei protagonisti di questa storia carica di avventura e suspense.”

Trama:
Canada. Una cittadina ai piedi delle Montagne Rocciose. Tre case isolate sulle rive di un lago. Un’antica leggenda indiana.
Elisabeth, Sophie, Claire e Christopher sono cresciuti insieme come fratelli, ma solo tre sono diventati adulti mentre la scomparsa di uno di loro è rimasta avvolta nel mistero per dieci anni. Tutti vogliono credere in verità di comodo, ma a Numeesville nulla è come sembra e molti custodiscono segreti inconfessabili mascherati da bugie, intrighi e credenze radicate. 
A distanza di tempo però quel legame indissolubile tra i ragazzi darà loro la forza e il coraggio di andare alla ricerca della verità, fino a quando…”

Biografia autrici: Ilaria Ferraro, nata a Milano nel 1976, è cresciuta e vive in provincia ed è diplomata in lingue straniere. Dopo tre anni di studi universitari alla facoltà di Scienze Politiche, ha lavorato in ambito turistico come accompagnatrice e agente di viaggi seguendo la sua passione, ha deciso poi di dedicarsi a tempo pieno alla famiglia dopo essere diventata mamma per la seconda volta. Nella vita ha sempre assecondato la propria vena creativa, espressa in vari ambiti artistici: la scrittura infatti è solo uno dei suoi interessi. 
Simona Di Iorio, classe 1975, ha il diploma magistrale, è sposata e ha due figli, oggi è impiegata part-time. Non ha mai messo da parte le proprie ambizioni, non si sente arrivata nella vita e ha sempre voglia di mettersi in gioco. Ha iniziato a scrivere solo per se stessa per poi iniziare ad apprezzare l'idea che la sua passione potesse essere condivisa con dei lettori. 
Le autrici, oltre a collaborare, sono amiche da anni, si definiscono “sorelle non di sangue” (un po' come le protagoniste femminili dei loro libri) e condividono molti aspetti della loro vita quotidiana. Da sempre innamorate della lettura, le due sono approdate al mondo della scrittura con il romanzo "Istantanee dal cuore'', scritto da Simona, editato da Ilaria e autopubblicato su amazon nel 2016, ottenendo buoni risconti dai lettori. Hanno poi deciso di intraprendere la stesura a quattro mani di ''Le verità di Numeesville''(pubblicato ad Aprile del 2018), motivate dalla stessa passione crescente, tanta fantasia e voglia di emozionare gli altri. Successivamente, visto l'apprezzamento ottenuto dal loro ultimo libro e anche grazie all'incoraggiamento da parte dei loro figli adolescenti, hanno deciso di trasformare, in collaborazione con il Liceo Artistico L. Fontana di Arese, la storia del loro thriller in un libro per ragazzi che ha dato origine alla dilogia "Legàmi".
Da settembre 2018 Ilaria e Simona fanno parte del Collettivo Scrittori Uniti partecipando a fiere e manifestazioni legate al mondo dell'editoria; saranno presenti al Salone Internazionale del Libro di Torino il prossimo Maggio.


giovedì 18 aprile 2019

Review party "La congiura dei fratelli Shakespeare" di Bernard Cornwell



 Nel cuore dell’Inghilterra elisabettiana, Richard Shakespeare sogna una carriera brillante all’interno del mondo teatrale londinese, mondo dominato da suo fratello maggiore, William. Ma Richard è un attore squattrinato, che sopravvive solamente grazie al suo bel viso, alla lingua tagliente e a piccoli furti. A poco a poco allontanatosi dal fratello, la cui fama cresce sempre di più, Richard è fortemente tentato di abbandonare la fedeltà alla famiglia. Così quando un manoscritto dal valore inestimabile sparisce, i sospetti ricadono su di lui. Costretto in un doppio gioco ad alto rischio che minaccia di rovinare non solo la sua carriera e l’eventuale ricchezza futura, ma anche quella dei suoi colleghi, Richard deve affidarsi a tutto ciò che ha imparato sugli spalti dei teatri più frequentati e nei vicoli meno battuti della città. Per evitare il patibolo, dovrà ricorrere a tutta la sua astuzia...
 Parto dal presupposto che non amo particolarmente i romanzi storici, anche se ne ho letti alcuni, i più famosi, per dovere più che per piacere, quindi ho accolto anche questo come una sfida a me stessa!
La congiura dei Fratelli Shakespeare è stato ,senza ombra di dubbio, il più bel romanzo storico che abbia letto, dopo il capolavoro di Umberto Eco, "Il nome della rosa".
Ambientato nell'inghilterra del '500, con la nascita del teatro moderno, vediamo come protagonista Richard Shakespeare, fratello senza un becco di un quattrino, del grande drammaturgo Willam Shakespeare, che decide di lasciare la sua piccola cittadina per seguire il fratello, con cui non ha un buon rapporto, ed entrare come attore nella sua compagnia teatrale.
I rapporti tra i due saranno burrascosi per via di alcune vicende.
In particolare, di questo romanzo, oltre che la storia in sé e per sé, ho apprezzato la narrazione accurata dei dialoghi e della messa in scena delle opere teatrali. Ogni abito indossato dagli attori è descritto in maniera minuziosa, persino il dietro le quinte viene raccontato con attenzione, per far capire l'importanza del lavoro dei sarti e dei truccatori.
Questo racconto parla del grande impegno che ci vuole per creare un'opera teatrale e anche se nelle prime pagine sembrerà noioso, non lasciatevi ingannare, la storia prenderà una piega diversa sin dalla prima metà. Inizierà a coinvolgervi il personaggio di Richard, che nella nostra epoca avremmo chiamato "bello e dannato", autore di piccoli furti, che viene accusato di aver rubato un manoscritto di grande valore.
Bernard Cornwell riesce a rendere il romanzo accessibile ad ognuno, non bisogna essere un appassionato di opere teatrali per apprezzare questo genere di lettura, perché oltre al teatro c'è molto altro. Anche la scrittura è molto scorrevole, tutto ciò che viene scritto è necessario per capire tutto il resto, anche in minimi particolari.
Io darei un bel 5 stelle al grande Cornwell.



mercoledì 17 aprile 2019

5 motivi per leggere "Bosco bianco" di Diego Galdino



Buongiorno, lettori.
Siamo giunti alla terza tappa del tour dedicato al nuovo romanzo di Diego Galdino, "Bosco Bianco", ed è arrivato il momento di darvi 5 motivazioni per leggerlo.
Buona lettura!


Titolo: Bosco Bianco
Autore: Diego Galdino
Editore: Self Publishing
Disponibile SOLO su Amazon

5 MOTIVI PER LEGGERE IL LIBRO

- I dettagli

Come si evince, già dalla copertina, il libro che vi ritroverete tra le mani è un prodotto curatissimo, in ogni dettaglio. Dalla grafica allo stile dell'autore, nulla è lasciato al caso e sono certa che vi innamorerete dei bellissimi motivi decorativi all'interno e delle frasi poste come incipit di ogni capitolo tratte dai libri e dai film d'amore più belli di sempre.

- La location

Per tutti quelli che non hanno mai avuto il piacere di visitare la bellissima Costiera Amalfitana, questa è l'occasione giusta per compiere un viaggio straordinario in questa magnifico paesaggio. La tenuta di Bosco Bianco, poi, è un vero fiore all'occhiello e, grazie ad una ricostruzione minuziosa dei dettagli, non avrete problemi ad immaginare la bellezza dell'edificio e l'atmosfera bucolica che si respira intorno ad esso.

- I personaggi

Si sa che i vero motore di un libro sono i personaggi e in 'Bosco Bianco', vi innamorerete della dolce Maia e del pragmatico Giorgio. Lei è una donna dolcissima, con un cuore immenso che vi conquisterà con il suo carattere amabile e le mille attenzioni che le piace donare agli altri. 
Giorgio è un personaggio più chiuso, che si rivela strada facendo, ma sono certa che apprezzerete la sua vena romantica.

- I sentimenti

Diego Galdino è un maestro dei sentimenti. Gli piace raccontarli, mescolarli, fino a creare la magia che conquista, di volta volta, il cuore di milioni di lettori in tutto il mondo. Nei suoi romanzi, le emozioni coinvolgono pienamente e tolgono il respiro, dando vita a delle vere favole per adulti.

- Perché no?

Già, perché no? Perché negarvi la possibilità di leggere e appassionarvi ad una storia meravigliosamente romantica che vi scalderà il cuore? Il viaggio nell'amore, quello con la A maiuscola, aspetta solo voi!



Continua a seguire il tour alla scoperta del libro!


giovedì 11 aprile 2019

Review Party "Ira" di Jennifer Miller



 Titolo: Ira- Fighting Envy

Autore: Jennifer Miller

Editore: Hope Edizioni

Prezzo ebook: 4,29 euro

SerieDeadly Sins Series  #2







 Qualcuno sostiene che aggrapparsi alla collera sia come bere del veleno e poi aspettarsi che sia l’altra persona a morire. Io lo faccio comunque e lascio che pian piano mi consumi divorando tutto ciò che sono; al contempo però combatto, per nascondere al mondo tutto ciò che di brutto c’è di me.

Continuo così finché non la incontro.
Lei è come un balsamo rinfrescante per ciò che mi affligge; lei addolcisce la collera che ruggisce dentro di me e, senza saperlo, lei sta guarendo ciò che è rotto. 
Sono deciso a tenerla con me, a farla mia, ma... 
Ma cosa accadrà quando vedrà il mostro sotto la superficie? 
Mi resterà accanto? 
E cosa farò, io, con i sussurri che tormentano la mia mente e che mi dicono che anche lei sta nascondendo qualcosa? 
L’amore può essere costruito sulle bugie o le braci dei nostri segreti accenderanno le fiamme che finiranno col consumarci entrambi?

Buongiorno a tutti, oggi vi parlo del secondo volume della nuova serie di Jennifer Miller, portata in Italia grazie alla Hope edizioni.
Se nel primo volume abbiamo conosciuto Rowan e Jax, in questo volume, Ira, conosceremo nei dettagli Tyson, fratello di Rowan. 
Avevamo già intravisto questo personaggio in Invidia, e la sua storia introdotta mia aveva lasciata senza parole.
Per fortuna non abbiamo dovuto aspettare tanto per leggere Ira.
Tyson, anche grazie a Jax, diventa un campione di MMA. Lui è forte, e tutti scommettono per lui, ma rischia di perdere tutto a causa di lotte clandestine alla quale partecipa.
Lui, come sua sorella, ha un vuoto nella sua vita. 
Il loro passato è stato crudele, e cancellarlo non è facile.
Per proteggere la sua sorellina, ha subito cose che non meriterebbe nessuno.
Lui porta dentro di sé tanta rabbia, tanta ira e sfoga questi sentimenti combattendo.
Però non è abbastanza, almeno finché non incontra Sidney.
Sidney è come un fulmine a ciel sereno nella vita di Tyson.
Ma anche lei nasconde qualcosa, anche lei vuole eliminare qualcosa dalla sua mente. Ci riuscirà con Tyson?
L'attrazione tra i due scoppia al primo sguardo, il romanzo infatti presenta molte scene hot, a mio avviso mai banali o volgari.

 Da sempre, quando penso a me stesso, mi sento come se fossi composto dai frammenti di uno specchio rotto sparpagliati sul pavimento; pezzi taglienti, dolorosi e arrabbiati, impossibili da mettere di nuovo insieme. Non ho mai immaginato di sentirmi intero, mai pensato che fosse possibile. Adesso, questa bellissima, misteriosa ragazza, in fondo ancora un’estranea per me, è riuscita a farmi credere l’impossibile. 
(TRATTO DAL ROMANZO)


Jennifer Miller mi ha fatto imprecare tanto in questo romanzo, ma mi è piaciuto molto.
Tyson è una specie di GGG, ovvero un grande gigante gentile, ma molto molto sexy e dolce!
 Sidney è un personaggio forte e fragile allo stesso tempo, lei troverà una roccia in Tyson.
Ira mi è piaciuto molto di più rispetto a Invidia, ma questa serie merita tanto. Jennifer Miller è una grande autrice e dovete darle una possibilità.
Alla prossima!









mercoledì 10 aprile 2019

Blog Tour "L'uomo perfetto" di Linda Fantoni - Ambientazioni


Benvenuti a questa seconda tappa del Blog Tour dedicato a un libro meraviglioso: L’Uomo Perfetto, di Linda Fantoni, pubblicato con Youcanprint e disponibile in cartaceo e ebook in tutti i bookstore e, su ordinazione, nelle librerie Feltrinelli e Mondadori.



Dopo la tappa sui personaggi, che trovate su  Paper Purrr, oggi vi parleremo dell'ambientazione del romanzo.
La storia si svolge interamente a Roma, città in cui la protagonista si trasferisce per sfuggire a una delusione d’amore e ricominciare la sua vita da zero. E che, a quanto pare, ha particolarmente a cuore, a giudicare da come ne parla nel primo capitolo del romanzo.
 “La sua vitalità e la sua bellezza riescono sempre a meravigliarmi. La gente che brulica a ogni ora del giorno e della notte, attrattive artistiche e architettoniche a ogni angolo, uno stupefacente pot-pourri di similitudini e contraddizioni”.

In particolare, Lisa ha un debole per Via Condotti, tanto da sceglierla come destinazione del suo primo giro per il centro della città dopo il trasloco, definendolo “una sorta di pellegrinaggio a La Mecca”. E come darle torto! Gucci, Prada, Bulgari, Louis Vuitton… insomma, è il paradiso della shopper compulsiva con il portafogli a fisarmonica! Oppure, per quelle meno fortunate, l’occasione per passare un po’ di tempo sognando a occhi aperti.
“Passo le successive due ore della mia vita a contemplare, incantata e avvilita allo stesso momento, oggetti che non potrei permettermi nemmeno se avessi un lavoro e che probabilmente non possiederò mai, a meno di un miracolo. Ed è davvero un peccato, perché nella vetrina di Louis Vuitton c’è una borsa che sembra disegnata apposta per pendere dalla mia spalla!”

Ma non è, ovviamente, solo lo scintillio delle vetrine griffate a emozionare la protagonista.
Nel suo secondo giorno di permanenza, si concede una distensiva passeggiata nello splendido parco di Villa Borghese, ottanta ettari di sistemazioni verdi di vari stili nel cuore della città.

“Poco più di un’ora dopo sto già facendo il mio ingresso nel parco attraverso la Porta Pinciana. Percorro viale del Museo Borghese osservando incantata il panorama che mi circonda, mi fermo a contemplare le Fontane Oscure, faccio una piccola deviazione per ammirare la Fontana dei Cavalli Marini e poi finalmente raggiungo la meravigliosa Villa Borghese Pinciana, che ospita la galleria Borghese. Mi godo lo splendore della struttura e della vicina Fontana di Venere e poi riprendo la mia camminata dirigendomi verso il Giardino del Lago. La visione dello specchio d’acqua immerso nel verde ha su di me lo stesso effetto distensivo di una decina di tisane alla melissa: mi sento talmente buona con me stessa che, visto che è ora di pranzo, decido di concedermi un caffè e un dolcetto alla Casina del Lago. Poi individuo una panchina libera e mi immergo, finalmente, nella lettura”. 


Un’altra location capitolina particolarmente cara alla protagonista è Piazza Navona, antico stadio di Domiziano poi divenuto piazza monumentale per celebrare la famiglia Pamphili, che ospita, tra l’altro, la Fontana dei Quattro Fiumi di Gian Lorenzo Bernini .

Quando arrivo finalmente in Piazza Navona, mi prendo tutto il tempo per osservare con attenzione le famose fontane del Moro e del Nettuno, i palazzi e le facciate delle chiese, soffermandomi a lungo su Sant’Agnese in Agone. Poi mi concedo un giro tra i ritrattisti e caricaturisti osservandone il lavoro tra il divertito e l’ammirato. Lascio per ultima la mia preferita, la fontana dei Quattro Fiumi del Bernini, che è anche il luogo convenuto dell’incontro con Marco. Ne rimiro ogni particolare, tanto da perdere quasi completamente il contatto con la realtà che mi circonda”. 

Nel corso della storia Lisa fa amicizia con Claudio, caricaturista che lavora proprio in Piazza Navona. Un rapporto speciale, il loro: l’affettuoso supporto di Claudio si rivelerà determinante per Lisa... ma per scoprire in che modo dovrete leggere il libro!

“Persa in queste considerazioni mi ritrovo, senza averlo pianificato, in una Piazza Navona brulicante, come sempre, di gente e di artisti. In una parola: di vita. È uno spettacolo che mi allarga il cuore e per completare l’opera mi faccio rapire dal capolavoro del Bernini, fermandomi a interiorizzarne la magnificenza. È il tocco esitante di una mano sul braccio a riportarmi sul pianeta terra: quello di Claudio. «Che dici, cade?», mi chiede strizzando l’occhio e sollevando il capo in direzione della statua raffigurante il Rio della Plata. «Nel dubbio spostiamoci», replico divertita e lui reagisce abbracciandomi di slancio.” 
Senza ombra di dubbio, però, il luogo che occupa il primo posto nel cuore di Lisa è Ponte Sant’Angelo, che collega piazza di Ponte S. Angelo al lungotevere Vaticano e a Castel S. Angelo. Non posso svelarvi del tutto il motivo, mi limiterò a suggerirvelo con una citazione…
“…decide di allungare la passeggiata per passare su Ponte Sant’Angelo e lì ci fermiamo per un po’ a osservare il fiume scorrere, metafora della vita che va avanti senza fermarsi mai. Restiamo in silenzio, le braccia conserte sul parapetto, vicini ma non abbastanza da toccarci. Finché lui si volta verso di me e solleva una mano per carezzarmi il viso; ignorando la muta preghiera che gli rivolgono i miei occhi mi bacia e il mio corpo si scioglie sotto il calore della sua bocca. Le mie braccia cingono la sua vita e le sue mani mi tengono dolcemente fermo il viso. Le sue labbra sembrano non voler lasciare le mie, ma quando si rassegnano all’inevitabile si spostano vicino al mio orecchio e lo riempiono del suono più dolce che abbia mai sentito: «Ti amo, Lisa»”
Se vi va di continuare questa passeggiata per Roma con Lisa e scoprire perché lei arriverà a definire la scelta di trasferirsi a Roma “quanto di più azzeccato abbia fatto in vita mia”, non vi resta che leggere L’Uomo Perfetto!

Di seguito i link per l'acquisto:

L'uomo perfetto ebook
L'uomo perfetto cartaceo

Buona lettura e non perdetevi le altre tappe di questo Blog Tour, il calendario lo trovate in alto 😉

martedì 9 aprile 2019

Recensione "Surrender" di Jenny Anastan






Titolo: Surrender

Autore: Jenny Anastan

Editore: Self Publishing 

Prezzo ebook: 2,99 euro

Prezzo cartaceo: 9,90 euro





A volte fidarsi del prossimo è più facile che perdonare se stessi. 
Eppure Kian Sullivan, detective di Detroit, non riesce a fare nessuna delle due cose. Fuggito in Alabama per tentare di riconciliarsi con il mondo, dopo un caso particolarmente difficile e lacerante, è a malapena pronto a respirare. 
Galleggia, naviga a vista, ma non vive. 
Almeno finché non entra in rotta di collisione con la figlia del suo futuro cognato, una vera e propria spina nel fianco. 

Più giovane di lui di qualche anno, Ivy rappresenta quella spensieratezza che Kian forse non ha mai sperimentato. 
La ragazza è animata da un’innocenza che lo travolge e sconvolge. 
Ma il buio che il detective si porta dietro è troppo profondo, troppo logorante, così come i segreti del passato che sono sepolti nel suo cuore, al sicuro e lontani da chiunque.

Buongiorno a tutti, in questo martedì piovoso, vi parlo dell'ultimo romanzo pubblicato da Jenny Anastan, ovvero Surrender.
Surrender è il primo volume di una trilogia di autoconclusivi, che parlerà delle vite di tre migliori amiche.
In questo primo volume conosceremo Ivy, una giovane ragazza testarda, ma allo stesso tempo dolce, che ha perso troppo presto una persona a lei cara.
Lei ha una passione. Si occupa del negozio di fiori di sua mamma. I fiori per lei sono speciali. Quando è a contatto con i fiori le sue emozioni sono piacevoli. Attraverso loro si sente in contatto con la sua mamma.
Protagonista maschile del romanzo è Kian, detective affermato e richiesto di Detroit, che non riesce più a sopportare la sua vita, quello a cui ha dovuto assistere. Per questo decide di passare del tempo in Alabama, precisamente nella casa dove abita sua sorella.



Sua sorella altro non è che la compagna del padre di Ivy, e dopo che Ivy e Kian hanno quasi avuto un'avventura notturna, vedere che sarebbero diventati una specie di zio e nipote non aiuta.
Nonostante questo l'attrazione tra i due non scema, anzi possiamo dire che si attraggono ancora di più.
Il senso del proibito affascina tutti e la tensione sessuale è alle stelle! 

Ero messa così male che cercavo una scusa con me stessa, provando a giustificarmi per quello che volevo e desideravo. Ero un agnello pronto al sacrificio. Kian era il lupo, d’accordo , ma io ero pronta a farmi sbranare?
(Tratto dal romanzo)

La storia tra Kian e Ivy è profonda, le tematiche che Jenny tratta sono sempre più attuali e crudeli.
Lei ha questo dono, oltre a farci sognare con la storia d'amore, integra anche tematiche particolari che purtroppo tutti conosciamo.
Ormai sapete che la cara Anastan migliora ad ogni sua pubblicazioni e sforna storie una più bella dell'altra.
Con Kian e Ivy imprecherete, ridere e vi scioglierete di caldo grazie al nostro detective.
Non posso non dare le cinque stelline a Surrender e spero che il prossimo volume esca presto!





Ho voluto preparare un piccolo booktrailer, che magari sarà anche insulso, ma questa storia mi ha colpita tanto!